Le nostre Firme

Marisa Marraffino

    Il giudice «scavalca» i prefetti sul luogo degli autovelox

    Il giudice ordinario può disapplicare il decreto prefettizio che autorizza l'installazione di autovelox fissi con controllo da remoto sulle strade extraurbane secondarie e urbane di scorrimento, ma solo per questioni formali. Resta quindi insindacabile la discrezionalità del prefetto

    – di Marisa Marraffino

    Per l'autista di bus è giusta causa di licenziamento

    L'autista di bus che usi smartphone alla guida, anche solo per cinque minuti, si può licenziare per giusta causa: c'è un grave inadempimento essendo altissimo il rischio che la distrazione provochi incidenti. Lo dice il Tribunale di Teramo con la sentenza n. 610 del 3 settembre, chiarendo dubbi che

    – di Marisa Marraffino

    Liti soprattutto sul mancato alt

    In caso di ricorso, il giudice non può limitarsi a verificare che sul verbale venga indicato l'uso del cellulare alla guida, soprattutto se il conducente non è stato fermato subito. Occorrerà soprattutto verificare i motivi del mancato alt. In alcuni casi, ci vuole un procedimento più complesso: se

    – di Marisa Marraffino

    Per rifare l'esame i tre anni decorrono dal ritiro della patente

    Il Tribunale di Bologna, con l'ordinanza 11901 del 20 settembre, ha fatto chiarezza sul calcolo dei tre anni necessari per potersi ricandidare all'esame di guida dopo aver subìto la revoca della patente, per esempio in caso di incidente causato in stato di ebbrezza. Per i giudici, si parte dalla

    – di Marisa Marraffino

    Multa valida anche se la telecamera ha l'ok solo per le Ztl

    Sono valide le multe per transito nelle corsie riservate ai mezzi pubblici anche se la porta telematica è omologata solo per le zone a traffico limitato (Ztl) e si trova fuori dal centro storico. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza n. 20222 depositata il 31 luglio, che ha confermato un

    – di Marisa Marraffino,

    Il Gps aziendale deve essere disinseribile

    Il cosiddetto Gdpr, il Regolamento Ue 2016/679 in materia di privacy, ha trovato una sua prima applicazione in materia di Gps installati sui veicoli aziendali. A dare lo spunto per il provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dello scorso 28 giugno il caso di un dipendente di

    – di Marisa Marraffino

    Lo sfogo su Whatsapp può far perdere il posto

    Sfogarsi su Whatsapp può far bene al cuore ma rischia di essere anche estremamente pericoloso, soprattutto quando le confidenze riguardano questioni lavorative o si svolgono durante l'orario di lavoro. I giudici stanno infatti allargando le maglie dell'utilizzo in giudizio delle conversazioni fra

    – di Marisa Marraffino

    E' inutile privatizzare il profilo

    I social network sono "luoghi pubblici" e non serve privatizzare il profilo, rendendolo visibile soltanto a una cerchia ristretta di utenti, per renderne riservati i contenuti. La privacy non c'entra: tutto quello che viene pubblicato online, se rilevante per il giudizio, può essere valutato dal

    – di Marisa Marraffino

1-10 di 92 risultati