Persone

Mario Draghi

Mario Draghi è nato il 3 settembre del 1947 a Roma ed è un economista e presidente della Bce.

Ha ricoperto diversi incarichi, tra cui quello di Governatore della Banca d'Italia fino a ottobre 2011. Dal 1 novembre 2011 è presidente della Banca Centrale Europea (la carica dura 8 anni).

Alla nomina a governatore Draghi arriva nel 2006, succedendo al discusso predecessore Antonio Fazio.

Draghi fa anche parte del Consiglio direttivo della Banca centrale europea ed è consigliere della Banca dei regolamenti internazionali. Dal 2006 è anche presidente del Financial Stability Board, un organo internazionale che si occupa della vigilanza sui mercati finanziari per garantirne la stabilità.

Rappresenta inoltre l’Italia in numerosi altri organi internazionali.

Precedentemente, nel 1998, aveva contribuito grandemente al testo unico della finanza, che peraltro porta il suo nome (legge Draghi) e che attua una riforma del sistema finanziario italiano. Dal 1991 al 2001, è stato Direttore generale del Tesoro e dal 1993 al 2001 presidente del comitato per le liberalizzazioni. Tra il 1984 ed il 1990 è stato direttore esecutivo della Banca Mondiale.

Nei diversi anni ha ricoperto incarichi importanti anche in aziende e banche, quali l'IRI, la Banca nazionale del lavoro e l'Eni.

Dal 2002 è stato anche vicepresidente per l'Europa di Goldman Sachs. Prima di approdare a questo genere di incarichi Mario Draghi è stato per diversi anni docente universitario in diverse università, tra cui Venezia e Firenze.

Nel 1976 ha conseguito il dottorato negli Stati Uniti, presso il Massachussets Institute of Technology, dove ha collaborato anche con Franco Modigliani.

Mario Draghi è stimato come grande economista in tutto il mondo, anche in Italia riesce a riscuotere l'approvazione di tutte le forze politiche, economiche e sindacali.

Nel 2011 succede a Jean-Claude Trichet diventando Presidente della Banca centrale europea.

Il 31 dicembre del 2012 è stato nominato uomo dell'anno dai quotidiani inglesi Financial Times e The Times. Il riconoscimento è stato motivato con l'abilità dimostrata da Draghi nel gestire la crisi del debito sovrano europeo, nell'estate del 2012, evitando che la crisi finanziaria in atto contaggiasse le grandi economie come quella spagnola ed italiana.

Il suo nome è legato al lancio del noto "Quantitative easing", provvedimento con cui la la Banca Centrale Europea si è impegnata ad acquistare (dal 22 gennaio del 2015 fino al settembre del 2016) titoli di stato dei paesi dell'Eurozona per un controvalore di 60 miliardi di euro.

Mario Draghi è stato insignito di diversi titoli ed onorificienze:

— Laurea honoris causa in "Scienze statistiche" (Università degli studi di Padova, 18 dicembre 2009);

— Master honoris causa in "Business Administration" (Fondazione CUOA, 18 giugno 2010);

— Laurea honoris causa in "Scienze Politiche e Relazioni Internazionali" (LUISS Guido Carli, 6 maggio 2013);

— Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Roma, 27 dicembre 1991);

— Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Roma, 5 aprile 2000).

E' sposato con Serena dal 1973, dalla loro unione sono nati due figli, Giacomo e Federica.

Ultimo aggiornamento 21 novembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Governo | Bce | MIT | Antonio Fazio | Jean-Claude Trichet | Banca Mondiale | Bri | Ministero del Tesoro | Eni | Libera Università Internazionale degli Studi Sociali | Franco Modigliani | Mario Draghi | Guido Carli | FBS | Goldman Sachs | Fondazione CUOA | Istituto per la ricostruzione industriale | Roma |

Ultime notizie su Mario Draghi

    Spagna al voto: i 5 temi per capire che cosa succederà

    Le questioni economiche sono passate in secondo piano, così come quelle sociali. Ma tra il rebus delle alleanze, l'emergere dei partiti destra, le tensioni catalane e la credibilità in Europa, ci sono diversi aspetti (e numeri) da tenere sott'occhio

    – dal nostro inviato Luca Veronese

    Andare oltre il conto corrente

    I tassi negativi? «Una terra incognita, dove per definizione gli effetti delle nostre azioni non potevano essere previsti con certezza». Così ne ha parlato Mario Draghi, presidente della Bce, ricevendo la laurea honoris causa all'Università Cattolica di Milano l'11 ottobre scorso. Se di terra incognita si tratta per un banchiere centrale, figuriamoci per un risparmiatore: per prendere le misure di un quadro così anomalo ci vuole tempo e ci vogliono le informazioni giuste. Ma non è uno sforzo inu...

    Piani incrociati tra governi e banche centrali

    Il taglio dei tassi da parte delle banche centrali e le altre misure non convenzionali prese recentemente dalla Federal reserve americana e dalla Banca centrale europea hanno incontrato il plauso dei mercati, ma hanno anche sollevato interrogativi e, talora, vera e propria opposizione. Quelle che

    – di Fabrizio Pagani

    L'eredità di Draghi contro il populismo

    Il difficile compito di Christine Lagarde alla presidenza della Bce, che dovrà riuscire a far tesoro dell'esperienza del suo predecessore aggiornandola alle nuove sfide di una realtà economica in costante trasformazione

    – di Sergio Fabbrini

1-10 di 7320 risultati