Ultime notizie:

Maria Paola Tomaselli

    Stadio della Roma, Parnasi va ai domiciliari. Il gip: «Mutato il quadro probatorio»

    Luca Parnasi va ai domiciliari. L'imprenditore, proprietario del progetto del Nuovo Stadio della Roma, arrestato a giugno per associazione a delinquere e corruzione, lascia il carcere di Rebibbia. Secondo il gip Maria Paola Tomaselli il quadro probatorio è mutato, in quanto Parnasi ha avviato una

    – di Ivan Cimmarusti

    Stadio della Roma, Parnasi in Cassazione: «Non ci sono esigenze cautelari»

    «Non ci sono esigenze cautelari». Per questo oggi la difesa dell'imprenditore Luca Parnasi, principale indagato nell'inchiesta sul Nuovo Stadio della Roma, chiede alla Corte di Cassazione la revoca dell'ordinanza di custodia cautelare con cui la Procura capitolina ha ottenuto il suo arresto lo

    – di Ivan Cimmarusti

    Stadio della Roma, prove schiaccianti su Luca Lanzalone

    «Spregiudicatezza e pervicacia» nell'aver «asservito la propria pubblica funzione agli interessi del privato». E' l'immagine che fa il gip di Luca Lanzalone, il superconsulente della sindaca di Roma Virginia Raggi nella gestione dell'affaire Nuovo Stadio. Un «pubblico ufficiale ombra», secondo il

    – di Ivan Cimmarusti

    Roma, Marra a pm: dissi a Raggi che volevo andarmene

    «Più volte ho manifestato al sindaco Raggi che volevo andare via». Lo ha detto Raffaele Marra, ex capo del Personale del Campidoglio nel corso dell'interrogatorio del 20 dicembre nel carcere di Regina Coeli. Marra - in carcere dopo l'arresto del 16 dicembre scorso nell'ambito di un'inchiesta della

    Tutte le incognite, dalla sicurezza nazionale agli «utenti finali»

    Ci sono almeno tre nodi nell'inchiesta della procura di Roma, guidata da Giuseppe Pignatone, sullo spionaggio informatico. Non è noto, per ora, il motivo e il profitto del traffico informatico. E' tutta da vedere la qualità e quantità dei dati da recuperare. E non è chiaro un aspetto decisivo: se

    – di Marco Ludovico

    Dietro i due arrestati un «sistema più ampio»

    L'obiettivo era di «acquisire informazioni e dati sensibili» per crearsi un «vantaggio nel mondo politico e dell'alta finanza». Oltre 18. 327 dossier «univoci» con dati riservati di Camera, Senato e dei ministeri dell'Interno, degli Esteri, del Tesoro e della Giustizia, erano finiti in server

    – di I. Cimmarusti e M. Ludovico

    Dietro i due arrestati un «sistema più ampio»

    L'obiettivo era di «acquisire informazioni e dati sensibili» per crearsi un «vantaggio nel mondo politico e dell'alta finanza». Oltre 18. 327 dossier «univoci» con dati riservati di Camera, Senato e dei ministeri dell'Interno, degli Esteri, del Tesoro e della Giustizia, erano finiti in server

    – Marco Ludovico

    Dietro i due arrestati un «sistema più ampio»

    Politici come Renzi e Monti, vertici di istituzioni come il presidente Bce Draghi e l'ex comandante della Guardia di Finanza Capolupo, religiosi come il cardinal Ravasi, enti come Enav e Regione Lazio: tutti vittime di un'attività di cyberspionaggio organizzata da due fratelli, Giulio e Francesca

    – di I. Cimmarusti e M. Ludovico

1-10 di 13 risultati