Persone

Margrethe Vestager

Margrethe Vestager è nata il 13 aprile del 1968 a Glostrup (Danimarca) ed è una politica danese della Sinistra Radicale, Commissario Europeo alla Concorrenza.

Membro del Folketing (Parlamento Danese) fin dal 2001, il 3 ottobre del 2011 è stata nominata Vice Primo Ministro e Ministro dell'Economia e dell'Interno nel governo presieduto da Helle Thorning-Schmidt.

Precedentemente ha rivestito gli incarichi di Ministro dell'Educazione (dal 23 marzo del 1998 al 27 novembre del 2001) e Ministro degli Affari Ecclesiastici (dal 23 marzo del 1998 al 21 dicembre del 2000).

Il 31 agosto del 2014 è stata designata, in rappresentanza del governo danese, Commissario Europeo alla Concorrenza nella Commissione Juncker.

Insediatasi, ha messo in atto una campagna contro gli aiuti di stato e le violazioni al regolamento antitrust, mettendo nel mirino Starbucks, Fiat, Android, Amazon, Gazprom ed Apple.

Contro la Apple ha instaurato nel 2016 un'azione che ha portato l'esecutivo comunitario ad infliggere, per aiuti illegali ricevuti, una multa record di 13 miliardi di euro, esclusi gli interessi.

E' sposata con Thomas Jensen e madre di tre figli.

Ultimo aggiornamento 31 agosto 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Consumatori | Commissario europeo | Margrethe Vestager | Apple | Ministro dell'Interno | Amazon | Thomas Jensen | Gazprom | Comitato Esecutivo | Helle Thorning | Fiat | Commissione Juncker | Starbucks | Android | Folketing |

Ultime notizie su Margrethe Vestager

    Europa, Cina e Usa vogliono rafforzare le regole Antitrust per i colossi web

    A dicembre Margrethe Vestager, commissaria europea per la concorrenza fresca di secondo mandato ha lanciato una nuova crociata contro di loro. ... La commissaria Margrethe Vestager intende rivedere l'impianto normativo che regola la concorrenza, ovvero quel pacchetto di regole che valutano se le aziende abusano della loro posizione per ostacolare i competitor o per controllare i prezzi. ... La riforma Vestager non cambierà il mercato unico nel senso di renderlo simile a quello di Stati Uniti...

    – di Luca Tremolada

    Parla la commissaria Vestager: «Sugli aiuti ad Alitalia rischio di una nuova indagine Ue»

    In un'intervista ad alcune testate europee, tra cui Il Sole 24 Ore, la commissaria Ue alla Concorrenza si esprime sul caso Alitalia: «Vi sono rischi dell'apertura di una seconda indagine sulla scia del nuovo prestito, da 400 milioni di euro. Ci sono giunte le prime lamentele. Siamo consapevoli della questione dell'equo trattamento»

    – di Beda Romano

    Cina e capitali: tra benefici per l'economia e rischi per la sicurezza

    Post di Mario Angiolillo e Flavio Menghini. Angiolillo è direttore dell'Osservatorio Relazioni EU-UK-USA di The Smart Institute. Esperto di tematiche geopolitiche e di relazioni internazionali, svolge attività di advisory per diverse società con particolare riferimento agli impatti e alle opportunità offerte da Brexit. Menghini, esperto di commercio internazionale e foreign direct investment, si occupa in particolare di relazioni esterne dell'Unione Europea e sviluppo sostenibile -  L'Unione Eu...

    – Econopoly

    Una sana politica industriale Ue e la revisione di industria 4.0

    Nell'articolo «Cinque mosse per un Mise al passo coi tempi» (Il Sole 24 Ore, 6 dicembre 2019) il sottosegretario allo Sviluppo economico, Gian Paolo Manzella, propone autorevolmente di rilanciare il ruolo del suo ministero, in raccordo con altri ministeri e altri soggetti pubblici (regioni, Cdp,

    – di Fabrizio Onida

    Da Macron ai Big tech, il programma e gli ostacoli di Margrethe Vestager

    La nuova vicepresidente della Commissione si annuncia come una delle protagoniste delle prossima legislatura europea, anche grazie a un portafoglio di competenze più ampie sul digitale. Resta da capire quali siano i suoi margini effettivi di manovra fra insidie esterne (e interne) all'Europ

    – di Alberto Magnani

    Alitalia, «sì» a prestito ponte di 400 milioni e proroga al 31 maggio. Ma altolà Ue

    Al Consiglio dei ministri arriva lo sblocco per il prestito. Una nuova iniezione di capitali necessaria per tenere in vita la compagnia visto che non è stato possibile trovare un acquirente sul mercato. Commissione Ue: gli Stati membri sono tenuti a notificare a Bruxelles le misure che comportano aiuti. Ma dall'Italia nessuna comunicazione

1-10 di 363 risultati