Persone

Margrethe Vestager

Margrethe Vestager è nata il 13 aprile del 1968 a Glostrup (Danimarca) ed è una politica danese della Sinistra Radicale, Commissario Europeo alla Concorrenza.

Membro del Folketing (Parlamento Danese) fin dal 2001, il 3 ottobre del 2011 è stata nominata Vice Primo Ministro e Ministro dell'Economia e dell'Interno nel governo presieduto da Helle Thorning-Schmidt.

Precedentemente ha rivestito gli incarichi di Ministro dell'Educazione (dal 23 marzo del 1998 al 27 novembre del 2001) e Ministro degli Affari Ecclesiastici (dal 23 marzo del 1998 al 21 dicembre del 2000).

Il 31 agosto del 2014 è stata designata, in rappresentanza del governo danese, Commissario Europeo alla Concorrenza nella Commissione Juncker.

Insediatasi, ha messo in atto una campagna contro gli aiuti di stato e le violazioni al regolamento antitrust, mettendo nel mirino Starbucks, Fiat, Android, Amazon, Gazprom ed Apple.

Contro la Apple ha instaurato nel 2016 un'azione che ha portato l'esecutivo comunitario ad infliggere, per aiuti illegali ricevuti, una multa record di 13 miliardi di euro, esclusi gli interessi.

E' sposata con Thomas Jensen e madre di tre figli.

Ultimo aggiornamento 31 agosto 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Consumatori | Commissario europeo | Margrethe Vestager | Apple | Ministro dell'Interno | Amazon | Thomas Jensen | Gazprom | Comitato Esecutivo | Helle Thorning | Fiat | Commissione Juncker | Starbucks | Android | Folketing |

Ultime notizie su Margrethe Vestager

    Von der Leyen, tutti gli scogli da superare per la nuova leader Ue

    La Commissione in uscita contava appena nove donne, anche se in posizioni di rilievo (come Federica Mogherini nel ruolo di Alto rappresentante per la politica estera) o con la responsabilità di portafogli pesanti (Margrethe Vestager alla Concorrenza e Cecilia Malmström al Commercio).

    – di Alberto Magnani

    L'antitrust Ue apre indagine contro Amazon sull'uso dei dati dei venditori terzi

    «Il grande finale della Vestager», lo aveva definito Bloomberg nell'anticipare la notizia qualche giorno fa - ne ha scritto prima Politico e poi Reuters. ... La commissaria europea per la concorrenza, Margrethe Vestager, ha dichiarato che il problema è legato al fatto che la società americana si trova in un duplice ruolo, da un lato ospita esercenti indipendenti sulla propria piattaforma e dall'altro è un retailer che vende suoi prodotti. ... Negli ultimi 5 anni, da quando la Vestager...

    – di Luca Salvioli

    Nomine Ue, due donne in pole: von der Leyen alla Commissione, Lagarde alla Bce

    Giro di orizzonte tra i leader europei su di un nuovo "pacchetto" di nomine con due donne in prima fila. Si tratta della ministra tedesca alla Difesa Ursula von der Leyen (Ppe) per la guida della Commissione europea e la direttrice del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde alla

    – di Nicola Barone

    Bruxelles contro Broadcom, così la Ue cerca di stroncare sul nascere i monopoli

    La Commissione europea ha avviato lo scorso 26 giugno una indagine formale sul colosso statunitense dei chip Broadcom, accusato di violare le regole Ue sulla concorrenza. La novità? Il ricorso a «misure a interim»: stop immediato delle pratiche scorrette in attesa dell'esito delle indagini

    – di Alberto Magnani

    Nomine Ue: si lavora a un preaccordo a cinque al G20 di Osaka

    Dovrà essere il Consiglio europeo straordinario di domenica 30 giugno a trovare l'intesa sui "top jobs" europei a cominciare dai presidenti della Commissione Ue e del Parlamento europeo dopo il fallimento del vertice del 20 e 21 giugno che ha accantonato definitivamente la proposta degli "spitzenkandidaten"

    – di Gerardo Pelosi

    Nomine Ue, fumata nera. Tutto rinviato al 30 giugno

    BRUXELLES - E' terminata con un nulla di fatto la discussione di ieri sera a Bruxelles tra i capi di stati e di governo dell'Unione dedicata alla nomina dei nuovi vertici istituzionali, e in particolare della Commissione europea. Un nuovo summit si terrà domenica 30 giugno, ha annunciato il

    – di Beda Romano

    Ue, Salvini all'arrembaggio. Ma Bruxelles non si fida dei suoi candidati

    L'Europa «del buonsenso» può attendere. Nelle settimane successive al voto per il rinnovo del parlamento Ue, segnato in Italia dalboom della Lega e dal crollo dei Cinque stelle, il governo gialloverde deve ancora trovare la sua collocazione nei nuovi assetti continentali. Uno stallo che pesa

    – di Alberto Magnani

    Più risorse al digitale per creare campioni europei

    Il richiamo di Ignazio Visco al fatto che «l'Italia ha risposto con ritardo alla rivoluzione tecnologica» (Considerazioni finali, pag. 11) riflette una particolare sensibilità del Governatore, già dai tempi in cui era capo-economista dell'Ocse e in diversi libri recenti, al ruolo fondamentale degli

    – di Fabrizio Onida

    Macron lancia Merkel alla presidenza della Commissione Ue

    Il presidente francese Emmanuel Macron sarebbe pronto a sostenere una candidatura di Angela Merkel a presidente della Commissione europea. L'endorsement è arrivato in un'intervista alla televisione di Stato svizzera Rts, rispondendo a una domanda diretta sull'ipotesi della cancelliera alla guida

    La Ue stoppa la fusione Tata-ThyssenKrupp: avrebbe alzato prezzi

    Stop della Commissione Ue alla joint venture nell'acciaio tra Tata Steel e ThyssenKrupp. La fusione «avrebbe ridotto la concorrenza e aumentato i prezzi per diversi tipi di acciaio», scrive Bruxelles, spiegando che le parti «non hanno offerto rimedi adeguati» ai dubbi che l'Antitrust Ue aveva già

1-10 di 333 risultati