Ultime notizie:

Margherita Palli

    Rarità per bibliofili in Piazza Diaz

    Da Oliviero Diliberto, anche quando era ministro della giustizia e sperava di trovare le Bur grigie della prima serie che gli mancavano, a Giuseppe Pontiggia, dalla scenografa Margherita Palli a Leandro Cantamessa, noto avvocato del Milan (cerca testi di astrologia).

    – di Armando Torno

    Amore e morte, politica e molti applausi alla prima di S.Ambrogio

    Amore e morte, la rivoluzione che smarrisce le coordinate della giustizia, un poeta dai versi commoventi, una storia dai riflessi politici. Così potremmo riassumere a grandi tratti l'"Andrea Chénier" di Umberto Giordano, che dopo 32 anni torna alla Scala, sotto la bacchetta di Riccardo Chailly, per

    – di Armando Torno

    Interpretazione generosa per Netrebko e Salsi, palco troppo impegnativo per Eyvazov

    Dieci minuti esatti di applausi, tra fiori e addirittura coriandoli sparati dall'alto, come non era mai successo alla Scala, quasi fosse capodanno: così si è concluso ieri sera lo "Chénier" di Umberto Giordano, opera inaugurale fortemente voluta e diretta con esuberanza da Riccardo Chailly, con la

    – di Carla Moreni

    L'attenzione ai dettagli è la cifra delle scenografie di Margherita Palli

    «La scenografia di questo Andrea Chénier nasce dall'intesa con Mario Martone, per cui alla Scala avevo già realizzato la scena de La cena delle beffe, sempre di Giordano. Martone ha fatto una scelta drammaturgica chiara a favore della massima fluidità del racconto, per cui non ci sono pause e il

    – di Stefano Biolchini

    Prima della Scala, con Andrea Chénier torna il repertorio verista

    Il Sovrintendente Alexander Pereira lo asserisce con vigore, il maestro Riccardo Chailly (che per la Decca incise già nel 1982, con Luciano Pavarotti, Montserrat Caballé e Leo Nucci) ne è convinto interprete e, consequenzialmente, con "Andrea Chénier" prosegue a tappe serrate il progetto di

    – di Stefano Biolchini

    Aulentissima Rosa

    Non sono sicuro che l'idea di mettere in scena Il nome della rosa da parte dello Stabile di Torino sia proprio da considerarsi un omaggio a Umberto Eco - che, a quanto si sa, nutriva una passione molto tiepida nei confronti del teatro - e non già a una certa concezione della scena come prosecuzione

    – di Renato Palazzi

    Sokurov al cinema tra le quinte

    Per il suo esordio in palcoscenico, avvenuto per giunta in una sede impegnativa come l'Olimpico di Vicenza, il cineasta Aleksandr Sokurov ha realizzato uno spettacolo molto personale, con una strana drammaturgia a strati, che si svela a poco a poco, in cui dialoga con le poesie di Josif Brodskij,

    Il Design cucito dalle donne

    Pensata e curata da una donna (Silvana Annicchiarico), allestita da una donna (Margherita Palli), «Women in Italian Design» - la mostra che inaugurerà il 2 aprile la nona edizione del Triennale Design Museum non è - contrariamente al titolo - una mostra per sole donne: piuttosto l'avvio di una

    – Fulvio Irace

    Addio Luca Ronconi, artista senza pari. Lascia un vuoto di genialità

    E' scomparso all'improvviso ieri sera a Milano, per una complicazione virale subentrata ai problemi di reni di cui già soffriva da tempo, Luca Ronconi: fra pochi giorni avrebbe compiuto 82 anni. Se ne va così uno dei più grandi registi del mondo, un artista, una personalità della cultura italiana

    – Renato Palazzi

1-10 di 20 risultati