Persone

Margaret Thatcher

Margaret Thatcher, nata Margaret Hilda Roberts, è stata per undici anni primo ministro del Regno Unito e una delle donne più importanti e influenti del mondo.

In Parlamento era entrata nel 1959 dopo due tentativi falliti nel 1950 e 1951 e, prima di diventare primo ministro, Margaret Thatcher ha guidato il partito conservatore a partire dal 1975.

È stata l'unica donna ad essere eletta primo ministro inglese, carica che ha ricoperto peraltro per tre mandati consecutivi. È rimasta al numero 10 di Downing Street dal 1979 al 1990, quando si è dovuta dimettere dall'incarico per contrasti interni al partito conservatore.

Alcune vicende hanno contraddistinto il lungo periodo del governo Thatcher: sul fronte internazionale, si ricorda la Guerra delle Isole Falkland (Malvinas), territori inglesi in Atlantico rivendicati ed occupati militarmente dall’Argentina; con un'azione bellica le isole furono rapidamente riconquistate. Sul fronte interno si possono evidenziare la rigidità sulla questione dell'Irlanda del Nord e il costante scontro con i sindacati che ha portato, tra il 1983 ed il 1987, imponenti ondate di scioperi i quali però non hanno ottenuto lo scopo di modificare la politica economica liberista di Margaret Thatcher.

Una delle cause del declino politico della Thatcher è stata l'impopolarità generata dalla poll tax, un'imposta individuale a cifra fissa. Nonostante le proteste e gli scioperi fiscali scatenati dalla sua introduzione, Margaret Thatcher non aveva desistito alienandosi le simpatie di molti anche all'interno del proprio partito. La risolutezza e rigidità che ha mostrato in questa e nelle precedenti vicende politiche le hanno fatto guadagnare il soprannome di "Lady di ferro".

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Storia | Margaret Thatcher | Primo ministro | Downing Street | Margaret Hilda Roberts |

Ultime notizie su Margaret Thatcher

    Il dilemma del "Verdetto" è al cinema

    Lo scenario è completamente diverso: siamo negli anni 80 a Londra, ma in un mondo lontano da quello di Margaret Thatcher, le Falklands e Alan Turing.

    – di Eliana Di Caro

    Una settimana di Econopoly (mentre Brexit fa rotta sugli scogli del no deal)

    Ed ecco gli altri post più letti di questa settimana, che ci ha lasciato in eredità una trattativa sulla Brexit sempre diretta verso gli scogli del no deal (l'attenzione al tema è segnalata dalla terza piazza del post sui trent'anni dal celebre discorso di Margaret Thatcher a Bruges) e un ritorno di fiamma della propensione al rischio sui mercati, persuasi che la escalation nella guerra dei dazi non sarà poi così repentina.

    – Alberto Annicchiarico

    Cosa è andato storto in Europa? Trent'anni dopo, rileggiamo il discorso di Bruges

    Riflettere sugli ultimi trent'anni di integrazione europea non può essere «un'arida cronaca di fatti oscuri nelle polverose biblioteche della storia», per citare il discorso che il 20 settembre 1988 Margaret Thatcher pronunciò a Bruges, nella sede... Senza pensare agli effetti della stessa Brexit, il cui significato è quanto mai incerto: Londra è l'hub finanziario del Vecchio Continente (lo si deve anche e soprattutto alla stessa Thatcher, fautrice del Big Bang di liberalizzazione nel 1986) e...

    – Econopoly

    Shopping nei giorni di festa, ecco le regole nei Paesi europei

    Dopo il fallimento di un tentativo di liberalizzazione condotto da Margaret Thatcher nel 1986, in Inghilterra e Galles le aperture domenicali sono state proibite fino al 1994, ma solo teoricamente perché la legge veniva allegramente ignorata da alcune catene retail che preferivano pagare multe piuttosto che tenere chiuso (guadagnandoci comunque).

    – di Enrico Marro

    L'incredibile ritorno in auge del settore pubblico: dobbiamo crederci davvero?

    Margaret Thatcher ... Né si può dire che il socialismo europeo abbia avuto sorti migliori, al punto da aver ispirato il famoso e fortunato slogan "Labour isn't working", che consentì al partito ultraconservatore di Margaret Thatcher di guidare il Regno Unito per oltre un decennio, per poi influenzare la politica economica europea fino ai nostri giorni.

    – Econopoly

    Se l'Italia gioca a Bruxelles una partita che la penalizza

    Per anni il premier inglese Margaret Thatcher bloccò l’Unione Europea per ottenere la rettifica del suo contributo di bilancio: limitandosi a usare il grimaldello delle regole Ue, mai insulti o grida di veto.

    – di Adriana Cerretelli

    Le migliori università a meno di tre ore di aereo

    Magari anche solo per un Erasmus. Oppure, perché no, per completare l'intero corso di studi. L'idea di trascorrere un periodo più o meno lungo in un'università europea non è insomma un'ipotesi così peregrina. Già, ma come scegliere la migliore? O, quantomeno, quella che più si adatta alle proprie necessità? Un aiuto in questo senso può arrivare dal World University Rankings;, indicatore che ogni anno misura le performance degli atenei di tutto il mondo sotto diversi punti di vista. Facendo ri...

    – Riccardo Saporiti

    Scopri le migliori università italiane, europee e mondiali

    Magari anche solo per un Erasmus. Oppure, perché no, per completare l'intero corso di studi. L'idea di trascorrere un periodo più o meno lungo in un'università europea non è insomma un'ipotesi così peregrina. Già, ma come scegliere la migliore? O, quantomeno, quella che più si adatta alle proprie necessità? Un aiuto in questo senso può arrivare dal World University Rankings;, indicatore che ogni anno misura le performance degli atenei di tutto il mondo sotto diversi punti di vista. Facendo rifer...

    – Riccardo Saporiti

    Il leader è nudo

    Caro Diario, era il 1995, tu neanche eri nato, e tre dirigenti della Cgil - Ettore Combattente, Rosario Strazzullo e Riccardo Terzi -, un filosofo - Biagio De Giovanni -, un giornalista - Luca De Biase - e un sociologo, il sottoscritto, scrissero e firmarono un documento che fu la base per una discussione molto ampia che a un certo punto diventò un volume a più di cento mani. Mi è venuto in mente perché oggi su La Repubblica Ilvo Diamanti ha pubblicato un articolo intitolato "Gli italiani e l'uo...

    – Vincenzo Moretti

    Stato mamma o azienda per il welfare dell'Italia che pretende?

    Non è un caso che intorno ai primi anni Ottanta le cose siano cambiate in modo radicale: Margaret Thatcher e Ronald Reagan furono protagonisti indiscussi della trasformazione "liberale" dell'economia, consolidando il trionfo, da una parte, dell'imperialismo finanziario, dall'altra, della grande impresa.

    – Francesco Mercadante

1-10 di 493 risultati