Le nostre Firme

Marco Fortis

Marco Fortis è economista, docente universitario ed editorialista de Il Sole 24 Ore.

E' vicepresidente della Fondazione Edison, docente di Economia industriale e commercio estero all'Università cattolica del Sacro Cuore di Milano. E' membro del Comitato scientifico del Centro di Ricerche in Analisi Economica (Cranec) dell'Università Cattolica e membro del Comitato scientifico della rivista Economia Politica.

È consigliere di amministrazione della Fondazione Carlo Erba e vicepresidente della Fondazione Guido Donegani. È co-editor della rivista Economia Politica - Journal of Analytical and Institutional Economics. Da agosto 2015 è consigliere di amministrazione della Rai.

Ultimo aggiornamento 10 ottobre 2018

Ultimi articoli di Marco Fortis

    Il triennio d'oro della manifattura: battuta la locomotiva tedesca

    Dopo un iniziale, timido recupero nel 2014, negli ultimi tre anni (2015-2017) il valore aggiunto della industria manifatturiera italiana è sempre regolarmente aumentato di più del valore aggiunto delle manifatture francese e britannica e in due anni su tre (il 2015 e il 2017) anche di più di quello

    – di Marco Fortis

    Tav e non solo: servono infrastrutture per crescere

    Non ci sono parole di fronte alla immane tragedia del ponte Morandi di Genova. Ma al di là dello sconforto e dell'emotività si impone una riflessione seria sul fatto che simili tragedie possono accadere perché le infrastrutture esistenti sono poche, spesso non sono più adeguate, sono intasate,

    – di Marco Fortis

    Contratti a termine più lunghi, la «buona» anomalia del Jobs Act

    Tra le tante riforme e misure di politica economica degli ultimi anni che è augurabile non siano toccate dal nuovo governo italiano giallo-verde, ma casomai implementate e completate, vi è anche il Jobs Act, reo secondo una vulgata molto diffusa di avere creato una notevole quantità di lavoro

    – di Marco Fortis

    I due ko e il primato del Pil pro capite

    La maggior parte degli economisti e dei commentatori non sembra ancora aver capito una verità tanto semplice quanto banale riguardo al tema della (bassa, debole, insufficiente?) crescita economica italiana. E cioè che se il nostro Pil per abitante del 2017 si trova sostanzialmente ancora ai livelli

    – Marco Fortis

    L'Italia si conferma ai vertici per competitività

    Per il decimo anno consecutivo da quando l'International Trade Centre (agenzia dell'Unctad e del Wto) ha cominciato la sua indagine l'Italia si conferma il secondo Paese più competitivo nel commercio mondiale dopo la Germania. Il Trade Performance Index 2016, infatti, sulla base di un confronto tra

    – di Marco Fortis

    Produzione, l'Italia al top Ue da 5 mesi

    I dati sulla produzione di luglio che Eurostat divulgherà oggi e che Il Sole 24 Ore è in grado di anticipare, rappresentano una importante conferma del buon momento del settore industriale nel nostro Paese. Infatti, in base alle statistiche corrette per i giorni di calendario, l'Italia risulta per

    – di Marco Fortis

    Dal Fiscal compact a un Virtuous compact

    La proposta del segretario del Pd Matteo Renzi sul Fiscal compact ha un importante merito politico. L'aver posto un tema di interesse nazionale e allo stesso tempo europeo. Cioè l'impossibilita per l'Italia di conseguire significativi risultati in termini di riduzione del rapporto debito

    – di Marco Fortis

    Crescita Ue stritolata fra Trump e Brexit

    Mentre le decisioni di Trump su economia e immigrazione e le controversie legali della Brexit hanno attirato l'attenzione generale, il problema di fondo della bassa crescita europea è passato decisamente in secondo piano.

    – di Marco Fortis

    E se il Jobs act avesse creato almeno 840mila posti?

    Nel comunicato sul mercato del lavoro del 31 gennaio l'Istat ha presentato per la prima volta una innovativa analisi dell'effetto della componente demografica sulle variazioni tendenziali dell'occupazione per classi di età. Noi abbiamo provato ad applicare questa metodologia all'intero periodo del

    – di Marco Fortis

    Se l'Italia fa più valore aggiunto

    Mentre nel primo semestre del 2016 la dinamica del Pil in volume dell'Italia ha evidenziato un rallentamento e ha fatto segnare una crescita acquisita solo dello 0,6%, la performance a prezzi correnti del nostro Paese è stata significativamente più brillante. Perlomeno per ciò che riguarda i due

    – di Marco Fortis

1-10 di 212 risultati