Le nostre Firme

Marco Ferrando

    Più di Alitalia o Carige mi preoccupa Jp Morgan, con Ferrari e Moncler

    Di questi tempi capita spesso di temere che le cose, in realtà, stiano peggio di come ce le raccontiamo. O, comunque, stiano rapidamente volgendo al peggio, chissà dove. La pensa più o meno così Jamie Dimon, il longevo e potente numero uno di Jp Morgan: venerdì, presentando dei conti record per la sua banca, che tra luglio e settembre ha fatto 8,3 miliardi di dollari di utili, ha detto che nel mondo c'è una "situazione esplosiva". Il motivo, dice lui, sta in 7 diversi focolai di crisi geopolitic...

    – Marco Ferrando

    Il complotto pessimista contro Salvini, Di Maio & Co.

    Lunga vita a tristi, mugugnoni, rancorosi e menagrami. Abbasso gli ottimisti. Va così in Italia, oggi (anzi ieri) se davvero può capitare che qualche grigio (e probabilmente fannullone, o venduto) funzionario dell'Ufficio parlamentare di bilancio si permetta di rispedire al mittente, cioè al governo, le previsioni contenute nell'aggioramento al Def bollandole come troppo ottimiste. Anzi, come colpevoli di "eccesso di ottimismo". L'ufficio si avvale di esperti esterni come Prometeia e Cer, ma evi...

    – Marco Ferrando

    Non ci resta che rimetterci a camminare

    Visto nel suo insieme, è tutto piuttosto complicato. Io, tu, noi, voi, loro. Dove si va? Boh. Sempre più difficile fare ordine, mettere in fila le cose. Forse può essere d'aiuto una buona metafora. Ne ho avuto conferma stamattina, in una saletta defilata ma bella e gremita al Palazzo Accursio di Bologna, dove nell'ambito del Festival Francescano alcuni amici mi hanno inaspettatamente invitato a presentare due libri delle Edizioni Terra Santa: L'arte di camminare di Roberta Russo e il Sentiero ...

    – Marco Ferrando

    Def, borse e spread: quello che Di Maio e Salvini non vedono, o fanno finta di non vedere

    C'è la politica e c'è la propaganda. Ci sono le politiche e ci sono i modi con cui è bene passarle. Tutto va rispettato, ma anche distinto. Cosa che sembra essere chiaramente (e volutamente?) sfuggita nelle ultime ore al Governo, che ha scelto i modi peggiori per comunicare qualcosa di legittimo ma altrettanto delicato: le scelte politiche dell'Italia in materia di bilancio. E' inutile equivocare con i mercati il ruolo di garante (di che cosa?) del ministro Tria, è inutile - e sgradevole, forse...

    – Marco Ferrando

    Oggi con il Def il governo si gioca la faccia. E gli italiani le tasche

    Con la nota di aggiornamento al Def oggi il governo si gioca la faccia. L'Italia, invece, si gioca le tasche. E così, mentre oggi capiremo se di questa colorita maggioranza prevale l'anima gialla o quella verde, mentre sapremo se abbiamo scherzato con il professor Tria (e i suoi epurandi funzionari) o se per caso siamo stati solo in una lunga campagna elettorale, gli italiani si preparano a pagarne le conseguenze. E' la solita, vecchia e noiosa, storia del debito, dei BTp e dello spread. Come ...

    – Marco Ferrando

    Il giorno di Genova tra Carige e il Nautico

    Dalla tragedia del ponte Morandi Genova è diventata il simbolo di questo momento così strano dell'Italia, con le sue fragilità, la sua rabbia, le sue lentezze, le energie e le tante occasioni, colte e sprecate. Oggi accade di nuovo. Con una curiosa, e metaforica coincidenza. Mentre alla Fiera si inaugura il Salone Nautico al teatro della Corte i soci di Carige sono chiamati a decidere il destino della banca. Di nuovo: da una parte le forme e le ambizioni di uno dei settori in cui la manifattura...

    – Marco Ferrando

    Banche venete, una ferita ancora aperta

    Le ferite dei crack bancari degli ultimi tre anni sono ancora aperte. Soprattutto in Veneto, dove si sono rivelate particolarmente dolorose. E tali rimangono soprattutto per gli azionisti, che finora non hanno potuto contare sui ristori messi in piedi invece per i titolari di obbligazioni

    – di Marco Ferrando

    Dalle Bcc a Mps, perché le banche sono centrali (anche) per il nuovo governo

    «Il sistema bancario e l'economia reale  sono imprescindibili l'uno dall'altro», ha detto ieri il ceo di JpMorgan. Jamie Dimon,  a Il Sole 24Ore: «Se si vuole costruire un sistema economico sano e ben funzionante, serve un sistema bancario sano e ben funzionante». Ne sanno qualcosa i banchieri italiani, che ieri all'assemblea Abi con il presidente dell'associazione, Antonio Patuelli, hanno rivendicato il fatto di aver prima pagato il conto salato della crisi e poi di non aver fatto mancare il so...

    – Marco Ferrando

1-10 di 1215 risultati