Persone

Marco Biagi

Marco Biagi è un ex politico italiano. Economista e giurista specializzato in diritto del lavoro, è stato più volte professore e ricercatore universitario e ha rivestito anche ruoli di Consulente del governo. È morto in un attentato rivendicato dalle Brigate Rosse nel 2002.

Marco Biagi si è laureato in Giurisprudenza a Bologna all’età di 22 anni. È diventato professore alle Università della Calabria, Ferrara e Modena, dove ha lavorato dal 1987 al 2002. Dal 1988 e fino al 2000, è stato anche Direttore scientifico dell’Istituto di ricerca e formazione della Lega delle Cooperative. La sua carriera in politica è iniziata negli anni ’90, quando è stato nominato consulente della Commissione Europea Relazioni Industriali e Occupazione, poi componente della Commissione regionale per l'impiego e membro del Comitato Tecnico-Scientifico dell'Osservatorio sul Mercato del Lavoro dell'Emilia Romagna. Nel 1993 Biagi è entrato nella Commissione ministeriale di esperti per la riforma della normativa sull'orario di lavoro, ruolo che ha rivestito anche nel 1996. L’anno successivo è diventato Consigliere del Presidente del Consiglio Romano Prodi e ha rivestito la carica di Rappresentante e poi di Vicepresidente del Governo italiano nel Comitato per l'occupazione e il mercato del lavoro dell'Unione Europea. Con il Berlusconi II, nel 2001 Biagi è stato Consulente del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Roberto Maroni e del Presidente del Cnel.

Marco Biagi è stato assassinato a Bologna nel 2002 in un attentato rivendicato dalle Brigate Rosse. Durante la sua carriera ha collaborato con riviste e ha pubblicato libri sul lavoro.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Mercato del lavoro | Marco Biagi | Brigate Rosse | Lega delle Cooperative | Università della Calabria | Comitato Tecnico-Scientifico | Cnel | Roberto Maroni | Romano Prodi | Emilia Romagna | Presidente del Consiglio |

Ultime notizie su Marco Biagi

    Coesione sociale nel nome di Marco Biagi

    «Marco Biagi era un uomo di dialogo, era un docente che amava l'insegnamento e il rapporto e confronto con gli studenti. Uno studioso che approfondiva i temi della sua disciplina, avvertendo con grande consapevolezza la necessità di preoccuparsi costantemente di evitare ferite nella coesione

    – di Ilaria Vesentini

    L'azienda dove non si smette mai di imparare (e va tutto nel Passaporto delle competenze, per chi cambia posizione o lavoro)

    «Lavorare in modo partecipativo presuppone un'organizzazione che agevoli nuove prassi partecipative. Il cambiamento è culturale e riguarda le persone, ma non può prescindere dal riflettersi nel design strutturale dell'organizzazione:  dipartimenti interdipendenti,  job rotation (non si resta inchiodati sempre alla stessa posizione), progetti ambiziosi, scopi comuni e coerenza tra valori aziendali e comportamenti organizzativi». Libera Insalata è HR Manager di Vitec Imaging Solutions, azienda le...

    – Barbara Ganz

    L'impatto del decreto dignità sul lavoro a termine in Veneto (spiegato da Veneto Lavoro e visto dalle imprese)

    Il cosiddetto "Decreto dignità", approvato dal Consiglio dei Ministri il 2 luglio 2018, interviene sulla regolazione del contratto a termine e del contratto di somministrazione. Al fine di consentirne una valutazione sulla platea interessata, le modifiche attualmente all'esame del Parlamento possono essere così schematizzate: viene reintrodotto per le imprese l'obbligo di dichiarare la causale a partire dal tredicesimo mese di utilizzazione del lavoratore; tale obbligo vale anche per le agenz...

    – Barbara Ganz

    Relazioni industriali più efficienti per affrontare il cambiamento

    Siamo nel mezzo di quella che è stata definita la Quarta rivoluzione industriale. Pur con qualche ritardo e incertezza iniziale anche l'Italia si sta muovendo nella giusta direzione. Grazie al piano Industria 4.0 le nostre imprese si stanno dotando della infrastruttura tecnologica abilitante che,

    – di Michele Tiraboschi

    «E' fondamentale garantire la qualità delle prestazioni»

    «Troppo spesso si mascherano per appalti forniture di lavoro in somministrazione: il risultato è che a fronte di un costo previsionale ridotto in capo alla Pa gli effetti negativi sono molteplici e i danni superano di gran lunga i vantaggi. In questo contesto, chiederemmo allo Stato prima di tutto

    – di Mauro Pizzin

    Marco Biagi, i conti mai fatti fino in fondo

    «Marco Biagi non pedala più. Onore a Mario Galesi. Onore ai compagni combattenti». Non meritano alcun commento queste deliranti scritte apparse ieri sui muri della facoltà di Economia dove Marco insegnava Diritto del lavoro, a sedici anni esatti dal suo barbaro omicidio, poche ore prima dell'inizio

    – di Michele Tiraboschi

    Biagi, a Modena scritte contro il professore ucciso 16 anni fa dalle Br

    «Marco Biagi non pedala più, onore a Mario Galesi, onore ai compagni combattenti». Sono alcune delle scritte comparse, in occasione del sedicesimo anniversario dell'uccisione da parte delle nuove Brigate rosse del giuslavorista Marco Biagi sui muri della facoltà di economia di Modena, dove

    – di Redazione Roma

    Omicidio Biagi, Mattarella: ferita aperta ma terrorismo esce sconfitto

    L'assassinio del giuslavorista Marco Biagi, ucciso dalle Nuove Brigate Rosse il 19 marzo del 2002, è una ferita aperta, ma il terrorismo esce sconfitto. Il giorno del sedicesimo anniversario dell'omicidio, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricordato che «sono trascorsi sedici anni

    – di Redazione Roma

    Industria 4.0 e il nuovo welfare

    Partire dalle competenze per ripensare i modelli d'impresa e l'idea stessa del lavoro. Tra i tanti meriti che possono essere riconosciuti alla proposta avanzata da Carlo Calenda e Marco Bentivogli c'è anche quello di aver ribaltato l'impostazione tradizionale con cui si guarda ai problemi del

    – di Michele Tiraboschi

1-10 di 361 risultati