Ultime notizie:

Mao Tse-Tung

    Il carattere, la famiglia e l'educazione

    PICCOLA SCUOLA CREA RACCONTA RICREA Esperimento di Narrazione numero 7 I PARTECIPANTI Silva Giromini, Laura Ressa, Anna Ressa, Giuseppe Jepis Rivello, Angelo Sciaudone e io. IL PERCORSO Ogni partecipante ha ideato e portato avanti il proprio esperimento di narrazione scegliendo un personaggio e formulando una domanda a cui dare risposta con la propria narrazione. Il personaggio che mi sono scelto io è James Hillman, quello di Anna è Spock, Laura ha scelto Filumena Marturano, Giuseppe Gianni Ro...

    – Vincenzo Moretti

    Vetri infranti e auto danneggiate, la contraddizione della protesta

    Ogni caduto è per gli altri un incitamento a proseguire. Il destino che ha raggiunto il caduto li ha evitati. Il colpito è una vittima sacrificata al pericolo. E. Canetti, Massa e potere I dimostranti che distruggono le vetrine, incendiano le auto e, in generale, istigano alla violenza determinano un controvalore esiziale: fingono di lottare per la povera gente, ma la indeboliscono oltremodo, provocando più danni economici di quanti ne facciano il sistema, le pandemie o il malgoverno. Gli sc...

    – Francesco Mercadante

    Quanto dobbiamo temere la Cina?

    "A Roma, suonando l'inno cinese, alcuni italiani cantano 'grazie Cina!' dai loro balconi. E i loro vicini applaudono", twittava Lijan Zhao, portavoce del ministero degli Esteri di Pechino. Erano i giorni del picco e dei primi arrivi di mascherine dalla Cina, non sempre di qualità. La scena descritta è altamente improbabile, fa parte dell'offensiva propagandistica cinese in Occidente, che per intensità e falsità è pari a quella russa. In questo prodromo di guerra fredda, l'Italia è in prima line...

    – Ugo Tramballi

    Quanto dobbiamo temere la Cina?

    "A Roma, suonando l'inno cinese, alcuni italiani cantano 'grazie Cina!' dai loro balconi. E i loro vicini applaudono", twittava Lijan Zhao, portavoce del ministero degli Esteri di Pechino. Erano i giorni del picco e dei primi arrivi di mascherine dalla Cina, non sempre di qualità. La scena descritta è altamente improbabile, fa parte dell'offensiva propagandistica cinese in Occidente, che per intensità e falsità è pari a quella russa. In questo prodromo di guerra fredda, l'Italia è in prima line...

    – Ugo Tramballi

    Cari cinesi

    Quattro mesi. Solo quattro mesi dividono le immagini spettacolari della parata del Settantesimo anniversario della Repubblica Popolare, da quelle tristi che oggi arrivano da Pechino, da Wuhan, da Shangai, dalle altre megalopoli e dai villaggi del grande impero di Xi Jinping. Soldati in file perfette e interminabili, carri armati e missili lungo il viale Chan'an, davanti alla Città Proibita. Dalla morte di Mao Zedong non si vedevano simili segni di culto della personalità: per lo stesso Mao poli...

    – Ugo Tramballi

1-10 di 82 risultati