Ultime notizie:

Maguy Marin

    Corpi nella tana di Kafka

    «Agitare Venezia come fosse una bottiglia di bollicine per farne uscire una vittoria del respiro sulla presunta agonia». Rubata alla piccola ma riuscita mostra universitaria Lost in Venice - Disguidi veneziani, a cura di Angela Vettese e Marco Bertozzi, questa frase può riassumere i quattro anni

    – Marinella Guatterini

    Il colpo d'ala del Festival Interplay

    Trenta compagnie da quindici paesi hanno disegnato il cartellone del torinese Festival Interplay /16: otto serate di spettacolo in teatro, un pomeriggio in urbano e un'incursione in uno spazio museale. Pur nel breve formato (da quindici a quarantacinque minuti) i giovani autori e "danzautori" hanno

    – di Chiara Castellazzi

    Il Leone camaleontico

    Voce roca, di ruggine, e immancabile volto bambino, e senza trucco: ecco Maguy, la resoluta, la fuggiasca; il decimo Leone d'oro dell'imminente Biennale Danza. Un premio ecumenico e non solo, per il quale, il direttore-coreografo Virgilio Sieni lascerà di sé un ricordo nobile. Ha infatti scelto di

    – Marinella Guatterini

    Il trasformatore di corpi

    A fine anno i bilanci artistici si stilano volentieri; il 2015 è stato ricco di eventi coreutici indimenticabili, come quel BiT di Maguy Marin, tra i

    – Marinella Guatterini

    Made.it, danza made in Italy da esportazione

    Sul made in Italy in danza - i suoi atouts, le sue criticità - si potrebbero scrivere fiumi di inchiostro. La prima delle urgenze è senza dubbio che la danza

    – di Chiara Castellazzi

    Défilé all'assalto di Lione

    Mille danzatori e oltre trecento marionette: organizzazione mastodontica ma ben calibrata

    – Marinella Guatterini

    La danza prima del treno

    In 18 giorni ben 15 prime mondiali: la biennale francese si conferma e presto ci sarà il gemellaggio con il festival torinese - «Nocturnes» di Maguy Marin si è rivelata la più bella pièce della kermesse. Deludente invece «Ce que j'appelle oubli» dell'inossidabile Preljocaj

    – Marinella Guatterini

    Magnifico omaggio a Béjart all'Opera di Roma

    Schiodandosi dai soliti titoli che, negli ultimi anni, hanno contraddistinto gli omaggi a Béjart, il Teatro dell'Opera di Roma, grazie a Micha van Hoecke,

    – di Giuseppe Distefano

1-10 di 14 risultati