Aziende

Lvmh

Lvmh (Louis Vuitton Moët Hennessy) è una holding francese operante nel settore dei beni di lusso. L’azienda è quotata alla Borsa di Parigi, città dalla quale la sede principale controlla una sessantina di marchi di prestigio, commercializzati in tutto il mondo. I prodotti della società del Presidente del Cda e Amministratore Delegato Bernard Arnault (che detiene una quota del 47,52%) spaziano dai prodotti per la moda, agli accessori in pelle, con la gestione di brand come Louis Vuitton, Kenzo, Celine, Fendi, Marc Jacobs, Givenchy, Emilio Pucci, Loro Piana, fino al vino e ai liquori in genere (Moët & Chandon, Dom Pérignon brands, Hennessy).

Lvmh Sa è tra le più importanti produttrici al mondo di champagne e cognac. Le sue attività si allargano anche ai profumi (Christian Dior, Guerlain, Loewe, Kenzo), ai cosmetici (Make Up For Ever, Guerlain, Acqua di Parma), agli orologi e ai gioielli (Bulgari, Tag Heuer, Montres Dior, Zénith, Chaumet).

Il gruppo LVMH Sa è stato creato nel 1987 con la fusione di due firme: Louis Vuitton e Moët Hennessy. Quindici anni più tardi è diventato leader mondiale del lusso. Il processo d’internazionalizzazione è iniziato nel 1999 con l’acquisto di 25 marche leader.

Ultimo aggiornamento 23 marzo 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Marchi e brevetti | LVMH Sa | Guerlain | Bernard Arnault | Loewe | Givenchy | Christian Dior | Fendi | Tag Heuer | Borsa di Parigi | Kenzo | Louis Vuitton Moët Hennessy | Celine |

Ultime notizie su Lvmh

    Gli investitori aggirano la stagnazione di Roma

    I grandi contenitori urbani da valorizzare a Roma e fermi da anni - come l'Ex fiera di Roma o gli ex-mercati generali nel quartiere Ostiense - offrono l'immagine di città incapace di gestire la trasformazione. L'inchiesta giudiziaria su progetto dello stadio - e sul nuovo quartiere collegato

    – di Massimo Frontera

    Immobiliare, volumi record a 3,5 miliardi

    Nel secondo trimestre Milano guida gli investimenti. Da gennaio a giugno investiti in Italia 5,2 miliardi di euro in uffici, logistica, retail e hotel

    – di Paola Dezza

    Fendi punta sulla manifattura in Toscana e nelle Marche

    La prima da sinistra delle 28 statue poste alla base del Palazzo della Civiltà Italiana all'Eur, sede di Fendi, rappresenta l'artigianato. Una metafora perfetta per ribadire quanto il lavoro delle mani sia fondamentale per erigere palazzi e aziende. Sono i maestri artigiani del marchio romano che

    – di Chiara Beghelli

    Notre-Dame, dopo le promesse i miliardari francesi non hanno ancora versato un euro

    Ricordate la gara di solidarietà fra i miliardari francesi per la restauro di Notre-Dame, danneggiata dalle fiamme nell'incendio del 15 aprile? A qualche mese dal disastro, la generosità è rimasta ferma agli annunci. Secondo l'agenzia Bloomberg, i miliardari locali che avevano promesso milioni di euro di finanziamenti non hanno ancora versato un centesimo

    Estetiche della gioielleria e della moda, nel segno della maison Bulgari

    Nell'immagine: un orologio-gioiello della Maison Bulgari, © Bulgari. Verso la fine del XIX secolo, Sotirios Voulgaris (1857 - 1932, nome originale: ???????? ?????????, nome italianizzato: Sotirio Bulgari), un abile argentiere di origine greco-arumena, si trasferì in Italia, in cerca di un futuro migliore. E da lui nacque la storia della Maison Bvulgari, che dal 2012 è stata inglobata nella multinazionale francese del lusso LVMH. Le creazioni in argento di Sotirio Bulgari conquistarono subito ...

    – Gabriele Caramellino

    Dopo oltre 20 anni Safilo non avrà più la licenza Dior

    Safilo Group sotto i riflettori in Borsa dopo aver ufficializzato la fine (dopo oltre 20 anni) dell'accordo di licenza con Dior alla naturale scadenza del dicembre 2020, una conclusione del contratto ampiamente attesa alla luce della joint venture tra il gruppo del lusso Lvmh (proprietario di Dior)

    – di Andrea Fontana

1-10 di 1246 risultati