Aziende

Luxottica

Luxottica è un'azienda che si occupa di occhiali, fondata dall'imprenditore Leonardo Del Vecchio.

Leonardo del Vecchio è nato a Milano ma per fondare Luxottica ha deciso di spostarsi ad Agordo, in provincia di Belluno. Luxottica s.a.s. inizialmente produceva semilavorati per altri produttori che poi assemblavano gli occhiali finiti.

Nel 1967 Del Vecchio decide di non limitarsi più alla produzione di parti per conto terzi ma di produrre gli occhiali completi, con il marchio Luxottica. La scelta è indovinata e le attività vanno molto bene, tanto che nel 1971 decide di dedicarsi unicamente alla produzione di occhiali finiti. Sempre nel 1971 Luxottica si presenta alla fiera di settore MIDO di Milano, ottenendo un grande successo.

Luxottica è oggi una delle più grandi aziende al mondo per gli occhiali di lusso e da sole, e produce montature per marchi quali Ray-Ban, Vogue, Prada e Chanel. Dal 1990 Luxottica è quotata in borsa a New York, e dal 2003 a Milano, dove è entrata a far parte dei titoli a maggior capitalizzazione.

Pur essendo quotata in borsa, Luxottica rimane saldamente in mano al suo fondatore, Leonardo Del Vecchio, che possiede il pacchetto di controllo del capitale. Negli anni Luxottica ha operato importanti acquisizioni, tra cui quella di Ray-Ban e Oakley, che l'hanno portata ad essere leader di mercato.

Il modello di business di Luxottica è originale e basato sull'integrazione verticale: circa il 90% del processo produttivo è completato internamente. Inoltre Luxottica ha un forte radicamento con il territorio, tanto che in tempi di delocalizzazione alcune attività produttive sono state spostate in controtendenza dall'estero alle sedi italiane.

Il 16 gennaio 2017 Luxottica ha annunciato la fusione da 50 miliardi di euro con la francese Essilor, leader mondiale delle lenti da vista. Le due società diventano un colosso dell'occhialeria con più di 140.000 dipendenti e vendite in oltre 150 Paesi.

Ultimo aggiornamento 16 gennaio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Fusioni e Acquisizioni | Luxottica | Leonardo Del Vecchio | Occhiali | Società in accomandita semplice | Belluno | Vogue | Milano | Oakley | Chanel | Borsa Valori |

Ultime notizie su Luxottica

    Non comunicare si può: e qualche volta è la strada per il successo

    Quando Luxottica lo acquistò da Bausch & Lomb, il brand era in una situazione di crisi da tempo: vendite in calo, prodotto che esteticamente virava verso il fashion, bassa qualità, distribuzione mass e poco selettiva, politiche di prezzo.

    – di Beatrice Niedda *

    Generali: Caltagirone sale oltre il 5% del capitale, Del Vecchio al 4,8%

    Francesco Gaetano Caltagirone sale al 5% di Generali e in questo modo centra l'obiettivo che aveva annunciato diversi mesi fa diventando un azionista chiave del Leone di Trieste. Lo scorso 6 febbraio, infatti, l'imprenditore romano con due differenti operazioni ha rilevato altre 550mila azioni del

    Alstom-Siemens e il nodo concorrenza

    «La politica industriale è di nuovo in voga»: così Justus Haucap, professore di Economia ed esperto di concorrenza all'Università di Düsseldorf, inizia sul quotidiano tedesco Die Welt la sua analisi della proposta della francese Alstom e della tedesca Siemens di fondere le loro attività

    – di Franco Debenedetti

    Luxottica riapre il dossier della quotazione a Piazza Affari

    Leonardo Del Vecchio è pronto a presentare al partner Essilor il progetto di quotazione del gruppo "Essilux" a Milano, oltre che a Parigi. Lo farà, assicurano negli ambienti vicini all'imprenditore, alla prima occasione utile. Tanto più che il "dual listing" è sempre stato un suo «desiderio», anche

    – di Marigia Mangano

    Conte: nessuna ipotesi di fusione tra Fincantieri e Leonardo

    «Non possiamo che augurarci di avere sempre una forte capacità di attrarre nuovi capitali. Borsa testimonia la capacità di attrarre le aziende e di gestire in modo legale e trasparente» i processi. Così il premier Giuseppe Conte, a Palazzo Mezzanotte, dopo aver aperto Piazza Affari suonando la

    – di Nicola Barone

    Borsa, le società francesi controllano il 10% di tutta Piazza Affari

    La Francia riveste da tempo il ruolo di principale partner finanziario dell'Italia. Per rendersene conto basta guardare i numeri delle partecipazioni azionarie alla Borsa di Milano censiti da S&P Market Intelligence: in mani francesi oggi c'è un portafoglio titoli da 54,9 miliardi di euro che

    – di Andrea Franceschi

    EssilorLuxottica. Sulla governance la dialettica in corso

    La scelta del ceoL'integrazione Essilor-Luxottica è in porto e il titolo Luxottica sarà delistato da Borsa italiana a decorrere dal 5 marzo prossimo. L'Ops lanciata dalla holding EssilorLuxottica, quotata a Parigi, ha raccolto il 97,542% del capitale Luxottica e il riassetto finanziario è concluso.

    I 10 lavori più ricercati su LinkedIn: la rivincita del Made in Italy

    Il sogno degli italiani è lavorare in Ferrari. Lo svela l'ultima classifica diramata da LinkedIn, che mette in fila i dieci annunci di lavoro (Most Viewed Jobs) che hanno ricevuto più candidature da parte degli oltre 12 milioni di utenti in Italia nel 2018. Il social network di proprietà di

    – di Biagio Simonetta

    Se la Borsa diventa sempre più di Stato

    Esselunga risolve la successione tra gli azionisti eredi con un leveraged buyout, invece di farlo con una quotazione in Borsa. Damiani esce dal listino dopo 11 anni, evidentemente ritenendo la Borsa un impedimento ai propri piani. Vittoria Assicurazioni e Nice hanno appena fatto lo stesso.

    – di Alessandro Penati

1-10 di 1418 risultati