Ultime notizie:

Luigi Zingales

    Il Ceo di Morgan Stanley, lo smart working e il liberalismo-che-non-c'è

    "In ufficio!". Le parole del Ceo di Morgan Stanley James Gorman sul telelavoro sono molto rivelatrici, di cosa sono le imprese e quindi l'economia moderna. «Se potete andare in un ristorante, potete anche venire in ufficio. E noi vi vogliamo in ufficio», ha detto, per poi aggiungere «Se entro il Labor Day (lunedì 6 settembre) le persone non saranno tornate in ufficio, sarò molto deluso e allora dovremo rivedere un po' di cose. E poi, se si vuole essere pagati a New York, si lavora a New York. "N...

    – Riccardo Sorrentino

    Draghi al G30, imprese ad alto rischio, urgente agire

    Il gruppo di consulenza accademica sulle politiche economiche richiama l'attenzione sulla necessità di aprire una fase nuova e puntare al dopo-Covid, quando le scarse risorse richiederanno interventi mirati

    – di Riccardo Sorrentino

    I giovani economisti italiani vanno lontano

    Nel 1990, dopo che l'Economist aveva citato Alberto Alesina tra gli economisti quarantenni che avrebbero prima o poi vinto il Nobel, Ricardo Franco Levi fece sul Corriere della Sera il ritratto dei dieci economisti italiani più promettenti, a partire da Francesco Giavazzi e Ignazio Visco. Tre

    – di Andrea Goldstein

    Arriva dagli Usa un'altra epidemia: migliaia di morti per mancanza di senso

    Arrivano dagli Usa, storica avanguardia delle tendenze che poi invaderanno gran parte del mondo economicamente avanzato, segni nefasti: uno dei più tragici è legato alla diffusione delle "morti per disperazione". Una vera e propria epidemia che ha visto, solo negli Stati Uniti, nel 2017, morire 158.000 persone di suicidio, overdose o malattie correlate all'abuso di alcool

    – di Vittorio Pelligra

    I sette nodi economici che mettono a rischio la democrazia

     Il COVID-19 non cambierà il mondo. Chi detesta il capitalismo, l'immigrazione e l'inquinamento si augura che il virus li elimini tutti, e in un colpo solo. Tuttavia - come dimostrato da crisi del passato - cambiare è difficile. Solo un decennio fa, la crisi finanziaria globale del 2008 (global financial crisis - GFC) diede adito ad ambiziosi propositi di riforma - tutti disattesi. Uno status quo pericoloso. Cambiare è necessario: in assenza di decisioni coraggiose, l'aumento della disuguaglian...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    L'Italia analfabeta del rischio e le mancate tutele universali

    Come ha spiegato lo scienziato cognitivo Gerd Gigerenzer, la certezza è solo un'illusione (Imparare a rischiare, Cortina, 2014) . Dobbiamo uscire dalla logica della certezza e ragionare sulle probabilità. La gente ha idee sbagliate perché è stata educata male. Il nostro sistema scolastico è stato disegnato per un mondo che non esiste. C'è un'incredibile cecità per quanto riguarda l'alfabetizzazione al rischio: "Insegniamo ai nostri figli la matematica della certezza, geometria e trigonometria, m...

    – Beniamino Piccone

    Pmi orfane di manager tosti e l'Italia arranca. Ecco i perché

    Co-autore di questo post è Beniamino Piccone, contributor di Econopoly, private banker e docente di Sistema finanziario all'Università Carlo Cattaneo di Castellanza - Guardiamo in faccia la realtà. L'Italia non cresce. Con un ruolo così sistemico, la loro incapacità di crescere è diventata un enorme freno per il Paese. Da decenni, le PMI: a) sopravvivono in qualità di terzisti; b) si servono di pratiche gestionali 'artigianali e inefficienti'; c) pagano salari bassi; e d) sfuggono a regole e ta...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

1-10 di 628 risultati