Ultime notizie:

Luigi XVIII

    A Montecristo, l'isola che affascinò Dumas

    E tornano alla mente le vicende, sottotraccia durante tutto il percorso, di Edmond Dantès e dell'ingiustizia subita, dei quattordici anni rinchiuso nelle segrete dello Château d'If per l'accusa inventata a tavolino dall'invidioso Danglars con la complicità dei vili Mondego e Caderousse, poi ratificata dal malvagio procuratore del re Villefort: l'accusa di essersi fatto tramite di un complotto bonapartista ai danni di Luigi XVIII.

    – di Eliana Di Caro

    Atene chiede a Macron di restituire la Venere di Milo

    Back home Aphrodite. Torna a casa Afrodite potrebbe essere il prossimo slogan disegnato sulle t-shirt per turisti in Grecia. Con questa idea in testa il sindaco di Milos vorrebbe che la sua concittadina più celebre, Afrodite appunto torni in Grecia e nel suo mare favoloso senza indugi dopo duecento anni di esilio. Così come il Governo greco vorrebbe che tornassero ad Atene i marmi originali del Partenone oggi gelosamente custoditi al British Museum di Londra.  Il primo cittadino dell'isola di Mi...

    – Vittorio Da Rold

    Nobilissimo Stipo Borghese

    Di nobili proporzioni, questo mobile grandioso (cm. 178 inclusa la statuetta x 126 x 54), un caposaldo del tardo manierismo, si presenta come un edificio in miniatura o, se si vuole, come un magnifico oggetto ingigantito. E' composto da tre piani, interamente ricoperto di pietre dure e diviso da due

    – di Alvar González-Palacios

    Rivalutiamo quel Congresso

    Ebbe, e ha, una pessima fama in un'Italia che fu spezzettata e restituita a governanti mediocri. Ma fu il primo vero tentativo di un nuovo ordine mondiale non autoritario

    – Paolo Peluffo

    Debito e democrazia

    PRINCETON - La crisi del debito sovrano dell'Unione europea costituisce una minaccia fondamentale non solo per l'euro, ma anche per la democrazia e il senso di

    – di Harold James

    Tutti i retroscena della Zattera

    L'avvincente saggio di J. Miles dedicato al tragico naufragio della nave «Medusa», che ispirò a Géricault il capolavoro oggi conservato al Louvre - Il pittore ascoltò i superstiti, visitò gli obitori per studiare macabri dettagli e costruì un modellino della zattera: così nacque l'immensa tela