Ultime notizie:

Luigi Sampietro

    Le tragedie di Clarissa ma che divertimento!

    «Straziami, ma di baci saziami». E' il verso di una canzonetta di cent'anni fa, ma avrebbe potuto essere il grido di battaglia, per non dire il motto, di certe eroine come la sventurata Monaca dei Promessi sposi che risponde al richiamo dello sciagurato Egidio, con tutto quel che segue.

    – di Luigi Sampietro

    Le imprese del genio italiano e dodici virtù per vivere meglio

    Ma poi avremo i mappamondi di Coronelli (Giuseppe Lupo), la perfezione del suono dei violini di Stradivari (Armando Torno), il geniale ritrovamento di Tullio Campagnolo che inventa il cambio per la bici dopo una corsa andata male (Luigi Sampietro), la magnifica traversata in solitaria dell’Atlantico di Ida Castiglioni (Roberto Casati), prima italiana a riuscirci, le idee e realizzazioni industriali di Giuseppe Venanzio Sella (Valerio Castronovo) e la costruzione della diga di Kariba in...

    – di Stefano Salis

    Addio a Tom Wolfe, maestro delle parole e fustigatore degli intellettuali

    Basterebbe una sua fotografia e un paio di titoli di quei suoi romanzi a metà strada tra cronaca e approfondita riflessione sulla realtà americana contemporanea per stupirsi del fatto che fosse un ammiratore di scrittori realisti e naturalisti dell'Ottocento come Balzac, Dickens e Zola.

    – di Luigi Sampietro

    L'eterna giovinezza di Pickwick

    «Arrivederci alla prossima puntata». Ai tempi della regina Vittoria, e anche un po' prima, in Gran Bretagna i romanzi uscivano periodicamente a fascicoli e solo in un secondo momento raccolti in volume. Da parte dell'editore era, questo, un modo di controllare le spese; e, da parte dell'autore, un

    – di Luigi Sampietro

    Regina innamorata dell'italiano

    «Nebbia sulla Manica: il Continente è isolato». La storiella non gode più di molto credito ma serve ancora oggi per avere un'idea di quel che gli inglesi pensavano di se stessi ai tempi della regina Vittoria. Londra ombelico del mondo, e la Gran Bretagna centro di un Impero che, nel '700, aveva

    – di Luigi Sampietro

    Piccolo mondo ebraico

    Non gli hanno mai dato il Nobel, ma non è detto che fosse lui a non essere degno del premio. Negli ultimi vent'anni - a partire, dunque, da Pastorale americana (1997) - Philip Roth è sempre figurato nella lista dei favoriti, ma per qualche ragione che nessuno è mai riuscito a chiarire, il vincitore

    – di Luigi Sampietro

    Negli abissi di Kazuo Ishiguro

    Kazuo Ishiguro è nato a Nagasaki nel 1954, mentre era in atto la ricostruzione della città distrutta dalla bomba atomica. Ma non è un rifugiato né un artista attratto da una delle grandi capitali della cultura. Non è nemmeno - e bisogna dirlo subito - uno scrittore etnico, come tanti suoi colleghi

    – di Luigi Sampietro

    Storia di un divorzio segreto

    Ci troviamo nel bel mezzo di quel che potrebbe addirittura essere un melodramma, ambientato in Grecia con tutti gli annessi e connessi - pregiudizi, tradizione e folklore - e con due, e poi quattro, protagonisti della upper middle class britannica temporaneamente lontani da casa e circondati da un

    – di Luigi Sampietro

1-10 di 97 risultati