Persone

Lucio Fontana

Lucio Fontana (1899–1968) č stato un artista italo-argentino. Pittore e scultore, ha fondato il movimento spazialista.

Nato a Rosario di Santa Fč, in Argentina da padre scultore e madre attrice, di origine italiana, all’etā di 6 anni Lucio Fontana č andato a Milano per frequentare le scuole. Nel 1910 l’artista ha iniziato l’apprendistato nella bottega paterna. Si č iscritto successivamente a una scuola di Maestri Edili, che ha lasciato per arruolarsi come volontario durante la Prima Guerra Mondiale. Ferito, nel 1921 č tornato in Argentina, dove ha iniziato l’attivitā di scultore. Tra il 1925 e il 1927 Lucio Fontana ha vinto alcuni concorsi per poi frequentare l'Accademia di Brera, a Milano. Ha partecipato a esposizioni e concorsi in Italia, in Spagna e in Argentina. Durante la Seconda Guerra Mondiale Fontana č tornato in Argentina, dove ha ideato il Movimento Spazialista, che inserisce nelle opere le dimensioni del tempo e dello spazio.

Nel 1982, la moglie di Lucio Fontana, Teresita Rasini ha dato vita alla Fondazione milanese Lucio Fontana.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Arte | Lucio Fontana | Spazialista | Argentina | Italia | Teresita Rasini | Santa Fč |

Ultime notizie su Lucio Fontana

    Londra, l'arte italiana in tutte le aste

    Da Christie’s le opere italiane del dopoguerra sono 36 con una stima tra 36.690.000 - 50.320.000 di sterline e un top lot da 17 milioni di sterline di Lucio Fontana (in foto, passato nel 2013 a 15,5 milioni di sterline a New York) con il... ...con due Attese di Fontana tra 2,4 e 3 milioni di sterline, 12 opere nel Day Auction per un totale tra 11,1 e 18,7 milioni di sterline.

    – di Silvia Anna Barrilā e Marilena Pirrelli

    Ante Instagram: omaggio a Bob Noto

    "Proprio come Lucio Fontana ha creato una nuova spazialitā, le sue foto con i piatti tutti in fila fanno il paio con gli spot paintings di Damien Hirst".

    – Fernanda Roggero

    Il Ponte supera i 15 milioni di fatturato nel primo semestre 2018

    Dopo anni nei quali gli acquisti erano dettati dalle mode e autori quali de Chirico venivano considerati antichi, i collezionisti stanno ricominciando a guardare le opere per la loro singolaritā, storicitā e bellezza e ad apprezzare i lavori dei grandi maestri: Osvaldo Licini, Giacomo Balla, Fausto Melotti, Achille Funi, Lucio Fontana ed Enrico Prampolini.

    – di Silvia Anna Barrilā e Marilena Pirrelli

    Tutti a caccia di pezzi di design nelle aste italiane

    Top lot, il tavolino in legno di mogano e piano in vetro ridipinto disegnato da Lucio Fontana e prodotto da ABV Arredamenti Borsani a Varedo nel 1954 aggiudicato a 73.200 e il mobile da soggiorno di Ico Parisi in legno di mogano, contenitori in... ...con le maniglie di Lucio Fontana, prodotto nel 1950 ha realizzato 9.750 euro contro una stima di 3-4mila, forte anche del traino di esposizioni come quella alla Triennale di Milano".

    – di Stefano Cosenz

    Fatturati in crescita per le aste italiane di arte moderna e contemporanea

    Giugno chiude la stagione primaverile delle aste nazionali di arte moderna e contemporanea con importanti fatturati. A primeggiare č stata questa volta Il Ponte Casa d'aste con una vendita che ha superato i 6 milioni e mezzo di euro con diversi record per artista. Blindarte attira il mondo

    – di Stefano Cosenz

    Ottimi risultati per il mercato dell'arte contemporanea a Londra

    Il mercato dell'arte contemporanea e del dopoguerra ha ampiamente superato i numerosi test cui č stato sottoposto nel corso dell'ultima settimana di giugno a Londra. Ad uscire rafforzato non č solo la parte alta, quella dei lotti multimilionari, ma anche le opere pių avvicinabili tipicamente

    – di Giovanni Gasparini

    Aste nazionali: l'arte italiana del Novecento sugli scudi

    Nelle aste di maggio in Italia di arte moderna e contemporanea trionfano i maestri italiani del '900, anche figurativi, e i Futuristi del secondo periodo ambiti dai collezionisti stranieri grazie anche alle loro quotazioni ancora contenute. Volano Tancredi e Salvo da Cambi, riprende un po' ovunque

    – di Stefano Cosenz

    Crociere, quando il viaggio in America era una questione di stile

    Non sono mai stato su un transatlantico, dico di quelli di una volta, con le ciminiere fumanti, sorta di cittā naviganti dalle cabine lussuose, i dettagli rifiniti al massimo (per chi se le poteva permettere), quelli in cui il periodo della navigazione, lento e inesorabile, nell'incedere verso

    – di Stefano Salis

1-10 di 373 risultati