Ultime notizie:

Luciano Bellosi

    L'Accademia (senza il David)

    La Galleria dell'Accademia di Firenze (oggi diretta da Cecilie Hollberg) è universalmente e giustamente nota perché conserva al suo interno il maggior numero di sculture di Michelangelo al mondo (ben sette), fra le quali "giganteggia" (è il caso di dirlo) il celeberrimo David. La semplice presenza

    – di Marco Carminati

    Grand Tour tra i leoni fiorentini

    Tra vie, chiese, capolavori, palazzi e critici d'arte del capoluogo toscano. Ritorno nei luoghi conosciuti e amati negli anni della grande alluvione

    Miklós Boskovits fece ingresso nell'università italiana nel 1977, direttamente come professore ordinario, iniziando la sua carriera come docente di Storia dell'arte medievale e moderna presso l'Università di Cosenza. Furono anni di duro tirocinio cui seguì nel 1981 la chiamata presso l'Università

    Cimabue - di Luciano Bellosi

    "Per primo richiamò alla somiglianza della natura l'arte della pittura". Così scriveva il Villani a proposito di Cimabue, mentre il Ghiberti di lui menziona

    L'«Officina» dei colori

    La grande stagione artistica della città che nel Quattrocento vide presenti e attivi Donatello, Paolo Uccello e Filippo Lippi. Una mostra nel restaurato Palazzo Pretorio

    Il Giotto del Louvre riscoperto

    Una mostra raffinata, costruita attorno a un capolavoro del museo parigino: la tavola con le «Stigmate di San Francesco» firmata a grandi lettere «Opus Iocti Florentini» - Il caso di un dipinto famoso pieno di incognite: c'è chi ha dubitato dell'autografia e chi ha tentato di avvicinarlo agli affreschi d'Assisi

    Il Giotto del Louvre riscoperto

    Una mostra raffinata, costruita attorno a un capolavoro del museo parigino: la tavola con le «Stigmate di San Francesco» firmata a grandi lettere «Opus Iocti Florentini» - Il caso di un dipinto famoso pieno di incognite: c'è chi ha dubitato dell'autografia e chi ha tentato di avvicinarlo agli affreschi d'Assisi

    – Alvar González-Palacios

    Meraviglie senesi in banca

    Riapre nell'ex chiesa di San Donato il Museo del Monte dei Paschi. Una galleria di capolavori in un nuovo allestimento - Una delle più antiche collezioni bancarie italiane sistemata in un percorso cronologico da Lorenzetti a Manetti, passando per Sassetta e Sano

    Brunelleschi e la Madonna ritrovata

    Ne è convinto anche Luciano Bellosi, uno dei più illustri studiosi del periodo, che ad un'attività di Filippo Brunelleschi scultore, e nella fattispecie scultor

    – di Valeria Ronzani

1-10 di 12 risultati