Persone

Lucia Annunziata

Lucia Annunziata è una giornalista e scrittrice italiana. Attualmente su Rai3 conduce la trasmissione "In mezz'ora", è editorialista de La Stampa e direttore responsabile di Aspenia, di cui fa parte dell'esecutivo. É stata presidente della Rai e direttore del Tg3.

Laureata in Filosofia, Lucia Annunziata è giornalista professionista dal 1976: è stata corrispondente dagli Stati Uniti per il Manifesto, per la Repubblica e per il Corriere. Nel 1995 è tornata in Italia e ha lavorato per il programma Linea tre su Rai3. Dal 1996 al 1998 è diventata direttore del Tg3. Nel 2000 ha diretto l’agenzia di stampa ApBiscom, nata dalla Associated Press ed Ebiscom. Nel 2003 è stata nominata Presidente della Rai, incarico che ha mantenuto fino al 2004, data delle sue dimissioni. Dal 2004 è editorialista de La Stampa. Dal 2005 conduce su Rai3 la trasmissione "In mezz'ora". È anche direttore responsabile di Aspenia, la rivista di Aspen Institute Italia, dove è membro dell'esecutivo.

Lucia Annunziata ha scritto i libri: Bassa intensità; La crepa; e 1977. Ha ricevuto vari premi giornalistici, tra cui il Premiolino e il Saint Vincent. È sposata con il giornalista americano Daniel Williams e ha una figlia.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Società dell'informazione | Lucia Annunziata | Rai Tre | Associated Press | E.Biscom | Italia | Daniel Williams | Comitato Esecutivo |

Ultime notizie su Lucia Annunziata

    Grillo: meno poteri al Capo dello Stato. M5S lo stoppa: fiducia in Mattarella

    Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio, ospite di Lucia Annunziata a “In 1/2 Ora” su Rai Tre, spiegando che si scontrano due modelli, ovvero «l’austerity» che tagliava sui diritti dei cittadini «e noi che diciamo che riduciamo... Alla battuta di Lucia Annunziata se Tria sia ancora il ministro dell'Economia, il leader M5S risponde che «Tria non solo è ancora il ministro dell'Economia, ma sta portando avanti una manovra molto coraggiosa.

    Con Tria la Borsa va a rimbalzo, ecco perché i mercati apprezzano

    Non si hanno ancora notizie sull'improvvisa afasia accusata da diversi esponenti della coalizione giallo-verde all'indomani della sorprendente intervista al Corriere della Sera del ministro dell'Economia e delle Finanze, Giovanni Tria. Il professore ha di fatto rovesciato le tesi portanti dei programmi delle forze politiche che lo hanno accomodato sulla poltrona di via XX Settembre. Sarà perché erano tutti un po' presi dai risultati delle amministrative - c'era da capire da che parte sarebbe and...

    – Alberto Annicchiarico

    M5S, l'abbraccio «mortale» della Lega. Il movimento arretra da Nord a Sud

    L'arretramento del M5S è vistoso e diffuso. Non c'è soltanto il Nord, dove era dato per scontato l'avanzamento del centrodestra a trazione leghista. E' al Sud, dove alle politiche del 4 marzo il Movimento aveva toccato percentuali record sopra il 50%, che i Cinque Stelle soffrono.

    – di Manuela Perrone

    Moscovici: soddisfatto per Governo, al lavoro con Tria. «Ue non è avversario»

    «A me piace lavorare con il rispetto della democrazia, non sta alla Commissione Ue scegliere i governi, noi collaboriamo con i governi nazionali qualunque siano. Le decisioni politiche non si prendono sui mercati o a Bruxelles. Il destino degli italiani appartiene agli italiani». E ancora:

    – di Andrea Gagliardi

    La democrazia 4.0: opportunità o rischio?

    Come hanno fatto giganti tecnologici come Google, Amazon Apple e Facebook a penetrare nella nostra vita in modo così capillare, rendendo praticamente impossibile evitarli? E le tecnologie blockchain aprono davvero il mondo a una nuova era della condivisione o, attraverso le criptovalute, finirà con

    – di Rossella Bocciarelli

    Gasparri: «Di Maio quaquaraquà, il centrodestra è unito»

    E' da poco finita l'intervista in diretta al leader del M5S Luigi Di Maio a In 1/2h di Lucia Annunziata che subito il senatore Maurizio Gasparri (M5S) fa sentire la sua voce. E continua il botta e risposta fra centrodestra e M5S senza che si arrivi a un pallido sentore di accordo in vista delle

    Monti: «Pantomima Pd: dovevano sedersi al tavolo M5s»

    «La mia opinione, espressa a diversi esponenti del Pd, è che il Pd aveva l'occasione d'oro, nel momento in cui M5s avesse chiesto di sostenere qualcosa con loro, di non dire di no, sedersi al tavolo, ma porre condizioni molto esigenti che siano nell'interesse del Paese ad esempio sul rapporto con

    M5s, Di Maio «riflette» sulla proposta last minute di Salvini

    Il confronto tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio è ancora in corso. Nonostante entrambi sfoggino in pubblico parole d'ordine da campagna elettorale, il leader del centrodestra e il suo omologo del M5S restano in contatto. Anche in queste ore. La chance per un accordo di governo è minima ma dai

    – di Barbara Fiammeri

1-10 di 245 risultati