Persone

Luca Zaia

Luca Zaia è nato il 27 marzo del 1968 a Conegliano (TV) ed è un politico italiano, attualmente Presidente della regione Veneto.

Si è diplomato alla scuola enologica Giovanni Battista Cerletti di Conegliano, quindi ha conseguito, presso la facoltà di medicina veterinaria dell'Università degli Studi di Udine, la laurea in Scienze della Produzione animale.

Nel 1993 è stato eletto, nelle liste della Lega Nord-Liga Veneta, consigliere comunale a Godena di Sant'Urbano (in provincia di Treviso).

Nel 1995 è entrato nel consiglio provinciale di Treviso, rivestendo la carica di Assessore all'agricoltura.

Tra il giugno del 1998 e l'aprile del 2005 è stato presidente della provincia di Treviso risultando, appena insediato con l'età di 30 anni appena compiuti, il più giovane Presidente di Provincia d'Italia.

Tra il 2005 ed il 2008 ha rivestito diversi incarichi nella giunta regionale della Regione Veneto, ottenendo la titolarità delle deleghe al turismo, all'agricoltura, allo sviluppo montano ed all'identità veneta.

Tra l'8 maggio 2008 e il 16 aprile 2010 ha ricoperto l'incarico di Ministro per le Politiche Agricole nel IV governo Berlusconi.

Il 2009, in qualità di Ministro, ha presieduto a Castelbrando di Cison di Valmarino (in provincia di Treviso) il primo G8 agricolo, dove tra l'altro è stato affrontato il tema della fame nel mondo.

Nel 2010 eletto Presidente della Regione Veneto, si è dovuto dimettere, per incompatibilità, dalla carica di Ministro delle Politiche Agricole; il suo insediamento ufficiale, in qualità di Presidente di Regione, è avvenuto a palazzo Balbi il 13 aprile dello stesso anno.

Nel marzo del 2015, il Consiglio federale della Lega ha votato compatto a favore dell sua ricandidatura alla presidenza delle Regione Veneto per le elezioni regionali del 2015.

La ricandidatura di Zaia ha determinato nella Lega una spaccatura, per la posizione assunta dal sindaco leghista di Verona Flavio Tosi, che, dopo aver costituito, per correre alle regionali venete del 2015, la fondazione Ricostruiamo il Paese, è stato messo alle strette dall'attuale segretario federale della Lega Matteo Salvini, con un aut aut, o dentro la Lega oppure fuori, a capo del nuovo movimento.

Il sindaco di Verona, pur votando a favore della ricandidatura di Zaia alla presidenza della Regione Veneta si è riservato di candidarsi autonomamente ed a capo della nuova fondazione, alla presidenza delle Regione Veneto, con ciò indebolendo, nel caso di una sua effettiva candidatura, il presidente uscente a tutto favore dei candidati delle altre formazioni politiche.

Luca Zaia è sposato dal 1998 con Raffaella Monti.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Regioni | Luca Zaia | Ricandidatura | Lega | Italia | Ministro delle Politiche Agricole | Ministro per le Politiche Agricole | Regione Veneto | Matteo Salvini | Raffaella Monti | Università degli studi di Udine | Ricostruiamo | Flavio Tosi | Nord-Liga Veneta |

Ultime notizie su Luca Zaia

    Basta Prosecco, c'è troppa confusione: è guerra tra i consorzi

    Penso che togliere repentinamente il nome dalle etichette farà spostare gli acquirenti, soprattutto all'estero, su quelli che hanno il nome» commenta il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, dopo la decisione dell'azienda vinicola Col Vetoraz... Il presidente del Consorzio Doc, infine, riconosce al decreto del 2009 firmato dall'allora ministro delle politiche agricole Luca Zaia il merito di aver permesso «di valorizzare il nostro territorio, tutelare il nostro Prosecco e far conoscere e

    – di Vincenzo Chierchia

    Regioni, lo scontro sull'autonomia riparte dalla scuola

    Il dibattito infinito sull'autonomia delle regioni ricomincia da Cernobbio. Il presidente della Lombardia Attilio Fontana (Lega): «Se non ci danno le competenze sulla scuola faremo una nostra legge». De Luca (Campania, Pd): «La regionalizzazione degli insegnanti non si farà mai».

    – di Gianni Trovati

    Autonomia, escono di scena scuole e autostrade regionali

    Il neo ministro degli Affari regionali Francesco Boccia (Pd) punta al modello Emilia Romagna, che era andata più avanti nel taglia e cuci sui testi nella fase finale della trattativa sull'autonomia differenziata, passata direttamente al premier Conte a Palazzo Chigi

    – di Gianni Trovati

    Tempesta Vaia Nordest in prima fila per i 277 milioni del Fondo di solidarietà europeo

    La commissione Bilancio del Parlamento europeo ha dato il via libera a larghissima maggioranza (35 sì, 1 voto contrario e 3 astensioni) alla proposta della Commissione Ue di stanziare risorse del Fondo europeo di solidarietà per 15 regioni italiane dopo i danni causati nel 2018 da piogge, frane e alluvioni. Lo sblocco di 277,2 milioni di fondi europei dovrebbe essere approvato entro due settimane in via definitiva dalla plenaria. In prima fila c'è il Nordest, dove fra sabato 27 ottobre e le prim...

    – Barbara Ganz

    Fondo di solidarietà Ue, 277 milioni per i danni del maltempo 2018

    La commissione Bilancio del Parlamento europeo ha dato il via libera a larghissima maggioranza (35 sì, 1 voto contrario e 3 astensioni) alla proposta della Commissione Ue di stanziare risorse del Fondo europeo di solidarietà per 15 regioni italiane dopo i danni causati nel 2018 da piogge, frane e

    – di Barbara Ganz

    M5S-Pd, Conte al lavoro sul programma. Oggi vertice con Di Maio e Zingaretti. Grillo: occasione unica

    Ieri mattina incontro tra il presidente della Repubblica e il premier incaricato, dopo che l'ultimatum di Di Maio aveva congelato la trattativa per la nascita di un esecutivo giallo rosso. Dopo il vertice a Palazzo Chigi la strada della trattativa sembra tornata in discesa. Delrio (Pd) e D'Uva (M5S): fatti passi avanti. Conte farà la sintesi. Oggi vertice premier incaricato-Zingaretti-Di Maio. Grillo benedice l'intesa: occasione unica

    Masi e Vespa alleati nel vino Terregiunte

    Sarà stata la voglia di andare controcorrente sfidando etichette Doc, Igp e Docg. Sarà stato il desiderio di percorrere insieme la via coraggiosa e originale della sperimentazione che ha portato Masi Agricola, storica azienda oggi guidata da Sandro Boscaini e l'azienda agricola Futura di Bruno

    – di Enrico Netti

    Una legge che deve unire e non dividere

    Anche sull'autonomia differenziata monta il nervosismo. Riuscirà il governo ad approvare una riforma i cui esiti potrebbero essere irreversibili? Irreversibili perché il Parlamento, in base al c. 3 dell'art. 11, approva (ma non può emendare) con una legge rinforzata che non ammette un referendum

    – di Floriana Cerniglia

1-10 di 920 risultati