Ultime notizie:

Luca Ricolfi

    La convivenza necessaria per ripartire

    Luca Ricolfi, che stimano un numero di immuni oscillante fra i due e i quattro milioni, o forse anche più, come alcuni studi britannici indicherebbero.

    – di Giuseppe Valditara

    Uno spettro si aggira per i Social, è il fantasma della cattiva retorica

    L'autore di questo post è Massimo Famularo, investment manager esperto in crediti in sofferenza (Npl) - Il fantasma della cattiva retorica applicata all'ideologia politica e alla demagogia sociale è ormai un vero e proprio spettro che si aggira per i Social. Una recente discussione sull'ultimo libro di Luca Ricolfi, offre un'interessante opportunità per analizzare il fenomeno che è potenzialmente dannoso per una corretta informazione del pubblico. Premetto di non avere nessun interesse alla ...

    – Econopoly

    Ecco perché la società signorile alla Ricolfi in Italia non esiste proprio. Anzi

    "La Società Signorile di Massa" è il nuovo libro del sociologo Luca Ricolfi che ha avuto un discreto successo, specie in un certo tipo di pubblico di area lib e libdem, per la sua disamina della società italiana e dei problemi che l'affliggono. Ne ho cominciato a parlare in un post precedente qui su Econopoly. Ecco la seconda parte del mio ragionamento. La tesi di Ricolfi è la seguente: "l'Italia non è una società del benessere afflitta da alcune imperfezioni, in via di più o meno rapido riasso...

    – Alessandro Guerani

    Mia mamma di anni 93 deve continuare a lavorare? No, il punto è la produttività

    "Se torturi i numeri abbastanza a lungo, confesseranno qualsiasi cosa." Questa massima attribuita al giornalista Gregg Easterbrook si adatta perfettamente a descrivere il non agile libretto morale (267 pagine) "La Società Signorile di Massa" scritto dal sociologo Luca Ricolfi e che ha avuto un atteso e scontato successo, come tanti altri testi simili che pretendono di spiegare in modo semplice, pronti ad essere usati dalla politica, le cause del cosiddetto "declino italiano". La tesi principe ...

    – Alessandro Guerani

    Paradosso Italia, dove la ricchezza sembra povertà

    A fronte di 5 milioni d'indigenti, il risparmio gestito cresce a 2.280 miliardi, i depositi bancari a 1.700 miliardi. L'attività sommersa vale 210 miliardi e la ricchezza delle famiglie è da record: 8,4 volte il reddito medio

    – di Alberto Orioli

    Quante scuole nuove si realizzano con i soldi buttati nello spread?

    Co-autrice del post è Valentina Soncini, laureanda presso l'università Liuc-Carlo Cattaneo di Castellanza - Nella giornata di martedì il vicepremier Matteo Salvini ha affermato che il governo spenderà tutte le risorse necessarie per far scendere la disoccupazione sotto il 5%, anche se ciò comportasse una crescita del debito pubblico fino al 130-140% del prodotto interno lordo. Al leader della Lega non interessa cosa pensa Bruxelles, vuole "tirare dritto", e non gli interessa nemmeno l'impatto de...

    – Beniamino Piccone

    L'humus sociale del populismo

    Come raccontare un paese, l'Italia, che dopo il successo elettorale populista del 4 marzo scorso è diventato il «centro del mondo» (Steve Bannon)? Ezio Mauro e Maurizio Molinari hanno scelto due approcci differenti.

    – di Raffaele Liucci

    Borsa e spread, in 8 mesi ogni italiano ha perso virtualmente 3.300 euro

    La "spreadonomics" non perdona. Ogni giorno i governi non possono affrancarsi dal giudizio degli investitori. Se questi intravedono un peggioramento di scenario nei confronti degli asset su cui hanno posizionato i capitali è inevitabile che aumenti la propensione a vendere e quindi il valore

    – di V.L.

    Sulla linea Firenze-Milano la sfida dei programmi tra centrodestra e centro-sinistra

    Il prossimo sarà un weekend pre-elettorale in piena regola. Legislatura con i giorni contati e coalizioni ormai pressochè definite, i partiti finalmente mettono mano ai programmi. Il Pd replica - per l'ottava volta - la sua kermesse autunnale alla stazione Leopolda di Firenze. Forza Italia scende

    – di Mariolina Sesto

    Un'onda che può portare a nuovi «terremoti» sociali

    Fino a una decina di anni fa, ovvero fino allo scoppio della lunga crisi in cui ancor oggi siamo impigliati, la società italiana poteva, con qualche approssimazione, essere descritta mediante lo schema delle "due società", una felice espressione dovuta ad Alberto Asor Rosa (che la coniò nel lontano

    – di Luca Ricolfi

1-10 di 197 risultati