Ultime notizie:

Luca Fantacci

    Criptovalute, quotazioni a picco. Ma Facebook lavora al suo Bitcoin

    Vikram Mansharamani ha scoperto il bitcoin nel marzo 2017: è entrato quando era attorno ai 1.000 dollari e a dicembre, con il picco a ridosso di 20mila dollari, aveva già incassato una ricchissima plusvalenza. Ma a lui piace vincere facile: è docente ad Harvard e ha scritto Boombustology, un

    – di Pierangelo Soldavini

    Crollo bitcoin / Una valutazione è impossibile

    Per sua natura il bitcoin non è espressione di un'economia sottostante, non garantisce un tasso d'interesse come una valuta, non ha dividendi come un'azione o rendimenti come un bond. Il suo valore non ha limiti al rialzo, ma neanche al ribasso: in teoria potrebbe valere zero se nessuno lo

    Crollo bitcoin / Nessuna ragione o, meglio, la speculazione

    Così come non c'era alcuna ragione che giustificasse un rialzo così rapido che ha portato il bitcoin nel 2017 da meno di 1.000 dollari fino a un picco a metà dicembre poco sotto i 20mila dollari, non c'è motivo evidente tale da giustificare la caduta fino al livello di 4.000 dollari attuale.

    Bitcoin, ecco perché non è una moneta. Il vero valore? La blockchain

    Il Bitcoin è considerato una "criptovaluta". Cioè, come recita Wikipedia, una moneta paritaria digitale e decentralizzata la cui implementazione si basa sulla crittografia. Sia per convalidarne le transazioni che per la sua generazione.Al di là della definizione, tuttavia, una domanda spesso

    – di Vittorio Carlini

    E se la moneta fiscale desse nuovo slancio?

    Apprezziamo lo stimolo di Luigi Zingales ad approfondire il dibattito sull'euro come moneta unica. Forse però Zingales ha liquidato troppo frettolosamente la moneta fiscale come «illegale nel contesto della Ue».

    – di M. Amato, L.Fantacci, G. Zezza

    Una moneta fiscale per la ripresa

    Apprezziamo lo stimolo di Luigi Zingales ad approfondire il dibattito sull'euro come moneta unica. Forse però Zingales ha liquidato troppo frettolosamente la moneta fiscale come «illegale nel contesto della Ue». Concepita come "sconto fiscale" (sul modello dei "tax anticipation warrants" di Irving

    – di Massimo Amato, Luca Fantacci e Gennaro Zezza

    Non è tutto oro quello che è bitcoin

    Dopo i tassisti e gli alberghi, le banche rischiano di essere le prossime vittime dell'economia della rete. Dopo Uber e AirBnb, Bitcoin porta la sfida della disintermediazione nel campo monetario e finanziario. Con Bitcoin, infatti, è possibile conservare e trasferire potere d'acquisto senza ricorrere a una banca o a una carta di credito. Grazie alla rete e alla crittografia, Bitcoin consente pagamenti diretti da un utente all'altro (P2P) in modo efficace, anonimo e sicuro. Bitcoin promette di s...

    – Luca Fantacci

    La moneta si disintermedia

    «La blockchain rappresenta per il valore economico quello che internet è per l'informazione». Non hanno dubbi Deloitte ed Efma nel loro report sulla tecnologia rivoluzionaria alla base della criptovaluta più famosa del mondo: non solo trasforma il trasferimento di valore in un'esperienza digitale, ma rappresenta un vero e proprio breakthrough creando un sistema di certificazione decentralizzato e sicuro che elimina qualsiasi intermediario, sostituito con il consenso distribuito tra gli snodi del...

    – Pierangelo Soldavini

    L'ipotesi moneta fiscale in Italia? Il miglior precedente è... tedesco

    Stefano Sylos Labini, ricercatore ENEA, geologo, esperto di energia, dal 2004 al 2014 ha collaborato con Giorgio Ruffolo, con il quale (2012-2014) è stato editorialista di Repubblica su temi di economia e politica. Dal 2014 ha iniziato a lavorare sul Progetto della Moneta Fiscale, una proposta che è stata elaborata da un gruppo di studiosi e ricercatori composto da Biagio Bossone, Marco Cattaneo, Massimo Costa, Enrico Grazzini, Giovanni Zibordi. Del team faceva parte anche il sociologo Luciano G...

    – Econopoly

1-10 di 20 risultati