Ultime notizie:

Lu Kang

    Hong Kong, manifestanti contro la governatrice ma Pechino la sostiene

    Ancora venti di protesta su Hong Kong. Dopo lo sgombero delle strade del centro da parte della polizia, i manifestanti che chiedono il ritiro della legge sull'estradizione in Cina e le dimissioni della governatrice si sono riversati nuovamente nel centro per un nuovo sciopero generale di insegnanti

    Hikvision rischia di diventare un nuovo caso Huawei

    Le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina sembrano destinate ad aumentare. Dopo avere alzato al 25% dal 10% i dazi su 200 miliardi di dollari di importazioni cinesi, dopo avere minacciato di tassare altri 300 miliardi di beni Made in China e dopo avere deciso di colpire Huawei,

    Huawei, tregua fino al 19 agosto. Ecco cosa succede ora agli smartphone

    C'è una proroga di 90 giorni, per Huawei. Tre mesi durante i quali la società cinese potrà beneficiare di una sorta di tregua da parte degli Stati Uniti, così da poter trovare una strategia di uscita più morbida. E magari cercare una mediazione con Google e col governo statunitense. La decisione è

    – di Biagio Simonetta

    Negoziato Usa-Cina, le concessioni di Pechino potrebbero dividere la Casa Bianca

    NEW YORK - I negoziati commerciali in corso a Pechino tra le delegazioni ministeriali di Stati Uniti e Cina «procedono bene». Andranno avanti per un giorno in più «fino a mercoledì», ha fatto sapere Steven Winberg, funzionario del Dipartimento Energia Usa coinvolto nei colloqui.

    – dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam

    Huawei, Meng Wanzhou libera su cauzione. Trump «disposto» a intervenire

    La giustizia canadese ha concesso gli arresti domiciliari a Meng Wanzhou, la cfo di Huawei arrestata il primo dicembre, con una richiesta di estradizione negli Stati Uniti per aver violato l'embargo iraniano. Il giudice della Corte suprema della British Columbia, William Ehrcke, in una prima

    – dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam

    La Cina riapre il commercio di prodotti "derivati" da tigri e rinoceronti

    La Cina ha deciso di allentare le maglie sul divieto al commercio di "pezzi e parti" di tigri e rinoceronti, tra gli elementi di base della medicina tradizionale, affermando che i "derivati" potranno essere trattati legalmente soltanto in "speciali circostanze". In particolare, ha riferito una nota del governo diffusa ieri sera e ripresa oggi dai media, su ossi di tigre e corno di rinoceronte sarà verificata l'origine, lecita se da allevamenti, mentre l'impiego dovrà essere utile "alla ricerca m...

    – Guido Minciotti

    Pechino, l'ineludibile convitato di pietra

    La Cina è il convitato di pietra al tavolo del primo ricevimento dei cugini coreani da sessant'anni a questa parte. Non c'è storia tra l'incontro tra Kim e Moon e quello che, contestualmente, si svolgeva in Cina tra il core leader Xi Jinping e il primo ministro indiano Narendra Modi. «Dopo mesi di

    – di Rita Fatiguso