Ultime notizie:

Lorenzo Mattotti

    Il vecchio orso Camilleri a Cannes

    «Dino Buzzati mi affascina per la sua forza visionaria, per la capacità di creare situazioni fuori dall'ordinario, innestando l'inspiegabile che dà essenza alla vita. Amo la sua malinconia e l'ironia aristocratica: crea i drammi e poi aggiunge una parolina con cui mette distacco».

    – di Cristina Battocletti

    Cannes '72: polemica politica per la Palma onoraria ad Alain Delon. Stasera si inizia con la commedia antitrumpiana di Jim Jarmusch

    La Croisette si è riempita di zombie in attesa che Bill Murray, Tilda Swinton e Selena Gomez calchino questa sera il tappeto rosso della 72esima edizione del festival di Cannes. Attesi Tarantino con Leonardo DiCaprio e Brad Pitt, SLY, Maradona ed Elton John Polemica politica e un tappeto rosso di grande spolvero stellare: la 72esima edizione del festival di Cannes parte sotto il migliore degli auspici. Il direttore artistico Thierry Frémaux ha messo a segno in questa edizione parecchi colpi ...

    – Cristina Battocletti

    Cannes apre nel segno degli zombie e della polemica politica

    Polemica politica e un tappeto rosso di grande spolvero stellare: la 72esima edizione del festival di Cannes parte sotto il migliore degli auspici. Il direttore artistico Thierry Frémaux ha messo a segno in questa edizione parecchi colpi gobbi, che forse faranno risalire la china e recuperare lo

    – di Cristina Battocletti

    Oggi il grande regista Béla Tarr è a Locarno per la rassegena "L'immagine e la parola"

    Béla Tarr non girerà più film. Il suo proposito è ferreo, nonostante la sua ultima opera, Il cavallo di Torino, abbia vinto l'Orso d'argento, gran premio della giuria alla Berlinale nel 2011. Il regista ungherese si dedica esclusivamente alla didattica, seguendo giovani cineasti, come farà a Locarno per L'immagine e la parola, dal 29-31 marzo, l'iniziativa primaverile del Locarno Festival. Qui terrà un workshop ed incontrerà il pubblico in occasione della proiezione di Il cavallo di Torino (20...

    – Cristina Battocletti

    Libri per l'infanzia: piccoli uomini (migliori) crescono

    Forse per l'impotenza che provano di fronte allo squagliarsi dei Poli, al razzismo che s'impenna, all'orrore della Siria o di Pyongyang, ai piccoli migranti che culla solo la risacca - o forse semplicemente per preparare i propri figli a un ambiente e a una società in evoluzione - i genitori d'oggi

    – di Lara Ricci

    Mattotti, «sconfini» di colori

    In un momento storico in cui i confini, da curve immateriali, diventano muri, le esedre di Villa Manin di Passariano (Ud), accolgono, nel loro largo abbraccio, la grande mostra di Lorenzo Mattotti battezzata Sconfini. Il nuovo corso di questa istituzione apre gli spazi del suo corpo centrale a un

    – di Domenico Rosa

    Mattotti: agli albori di un mondo immaginario

    «Non ho niente contro la scrittura, bisogna solo trovare un buon equilibrio con l'immagine. Ma il punto su cui vorrei insistere è che non si può ragionare per compartimenti stagni. L'immagine è anch'essa produttrice di narrazione». In questa frase, tratta dalla conversazione che Lorenzo Mattotti ha

    – di Redazione Domenica

1-10 di 35 risultati