Persone

Lorenzo Guerini

Lorenzo Guerini è nato il 21 novembre del 1966 a Lodi (MI) ed è l'attuale portavoce e vicesegretario del Partito Democratico.

Diploatosi in ragioneria, si è laureato in Scienze politiche presso l'Università Cattolica di Milano.

Ha intrapreso la carriera politica nei primi anni novanta quando è stato eletto, con la Democrazia Cristinana, prima consigliere comunale poi assessore ai servizi sociali del comune di Lodi.

Nel 1994, grazie alle sua doti di mediatore è stato scelto quale coordinatore del neo Partito popolare italiano.

Nel 1995 è diventato, a soli 28 anni risultando così il più giovane d'Italia, il primo presidente della nuova Provincia di Lodi.

Affascinato dalla figura di Ciriaco De Mita, di cui ammirava le doti di ragionamento, Guerini non si è mai schierato apertamente a favore di una corrente di partito, infatti è transitato alla Margherita ed infine al Pd, ottenendo nell'elezioni provinciali anche i voti del Pds e di Rifondazione.

Nel 2005 è stato eletto sindaco di Lodi, carica che ha mantenuto fino al 31 dicembre 2012 quando, a metà del suo secondo mandato, ha deciso di rassegnare le proprie dimissioni per candidarsi alle elezioni politiche del febbraio 2013.

Tra il 2005 ed il 2010 è stato anche presidente della sezione lombarda dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Candidatosi alla Camera e risutato eletto deputato nella circoscrizione Lombardia, il 9 dicembre del 2013 è stato nominato membro della segreteria nazionale del Partito Democratico col ruolo di portavoce.

Nel febbraio del 2014 ha prestato la sua collaborazione allo svolgimento delle consultazioni per la formazione del nuovo governo Renzi.

Il 14 giugno del 2014 è stato nominato dall'assemblea nazionale del Pd, in coppia con Debora Serracchiani, nuovo vicesegretario del partito.

E' sposato ed è padre di tre figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | PDS | Università Cattolica | Ciriaco De Mita | PRC | Lombardia | Camera dei deputati | Debora Serracchiani | Renzi | ANCI | La Margherita | Lorenzo Guerini |

Ultime notizie su Lorenzo Guerini

    Iraq, l'attacco ai militari rinnova l'allerta in Italia

    La Difesa si prepara a illustrare in Parlamento i dettagli non riservati dell'incidente di Kirkuk, che rende ancora più attuale la riunione del Consiglio Supremo di Difesa. I responsabili della sicurezza nazionale non modificano l'allerta, già al livello massimo, i controlli sono continui in tutto il territorio.

    – di Marco Ludovico

    Iraq, 5 militari italiani feriti in attentato. La rivendicazione dell'Isis

    Tre militari sono in prognosi riservata e attualmente ricoverati in un ospedale militare a Baghdad. Il più grave ha riportato un'emorragia interna; un altro ha perso alcune dita di un piede e il terzo ha gravissime lesioni a entrambe le gambe, che sono state parzialmente amputate. Gli altri due militari coinvolti nell'esplosione hanno riportato solo micro fratture e lesioni minori. I soldati stavano svolgendo attività di mentoring and training a beneficio delle forze di sicurezza irachene impegn...

    Chi è Raffaele Volpi, nuovo presidente del Copasir

    Ex sottosegretario al ministero della Difesa nel governo gialloverde, 59 anni, pavese, lunga militanza parlamentare alle spalle (alla Camera dal 2008 con parentesi al Senato dal 2013 al 2018), Volpi viene considerato vicino a Giancarlo Giorgetti più ancora che a Matteo Salvini

    – di Andrea Gagliardi

    Difesa, arriva il Comando contro le cyber minacce

    A viale XX Settembre nasce una struttura interforze (Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri) alle dirette dipendenze del capo di Stato maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli. Un comando che rivoluziona ruoli e competenze del settore cibernetico nel mondo militare

    – di Marco Ludovico

    Russiagate: da Barr alla Link University, tutti i nodi che dovrà chiarire Conte

    Il presidente Usa Donald Trump sostiene che servizi occidentali deviati avrebbero brigato per far emergere il sostegno dei russi alla campagna per l'elezione del presidente repubblicano. Tra le intelligence in ballo ci sarebbe anche quella italiana, all'epoca sotto la guida di governi vicini all'amministrazione democratica, Obama e Hillary Clinton. Lo scontro tra Conte e Renzi

    – di Marco Ludovico

    Renzi «ha abbandonato il gruppo»: prima scissione Whatsapp della storia

    Quasi nessuno degli oltre 110 deputati Dem eletti nel 2018 può dire di non essere stato renziano. E così, nella chat collettiva del partito, dalla notte tra lunedì e martedì si susseguono i messaggi di addio di chi lascia. E le frecciatine di chi resta

    – di Emilia Patta

1-10 di 500 risultati