Ultime notizie:

Lev Manovich

    A chi appartengono i cultural data?

    Che cosa hanno in comune la ricostruzione 3D di Palmira, i prodotti delle new media art, le collezioni del Cultural Institute di Google, gli Object ID? L'essere "cultural data". Dal Progetto Gutenberg, primo progetto di resa digitale di testi degli anni '70, alla recentissima piattaforma online,

    – di Giuditta Giardini

    Urban Media Aesthetics - Una piattaforma di ricerca su arte, tecnologia e spazi pubblici

    Urban Media Aesthetics (qui) è una piattaforma di ricerca creata dalla studiosa e curatrice Tanya Toft:       Urban Media Aesthetics is an ongoing curatorial research project that investigates subject matters relevant to artistic and curatorial practices with digital art forms in urban environments.  The notion of urban media aesthetics as a curatorial subject relates to the presentation and integration of artistic, visual digital content in urban contexts. This materializes in various contem...

    – Simone Arcagni

    Territori dell'innovazione

    [Ultimo aggiornamento: lunedì 8 ottobre 2012, ore 18.15] Il binomio territorio&innovazione sta diventando sempre più caldo in questi anni. Tra i motivi, c'è la necessità di valorizzare il patrimonio storico-culturale, che in Italia è già integrato nel territorio, al fine di innovare un asset strategico per il presente e per il futuro del Paese. Ed oggi, oltre al territorio fisico, c'è anche quello digitale. Qualche settimana fa, scrivevo qui (su questo Nòvablog) della presentazione del Rapport...

    – Gabriele Caramellino

    «Immaginario» del futuro

    Nelle prossime generazioni il vero analfabeta sarà chi non è in grado di capire le immagini tecnologiche. E non sarà solo l'arte a diffondere questo linguaggio globale

    Storia della letteratura elettronica, by Paola Carbone. 4. Il database e l'eccedenza significativa del livello dell'informazione.

    All'inizio degli anni '20 T. S. Eliot lodava James Joyce per avere messo in soffitta il metodo narrativo, basato sulla consequenzialità logico-cronologica dei fatti, in favore del metodo mitico, ovvero un'organizzazione dei contenuti fondata sul mito come principio epistemologico in grado di unificare i più disparati frammenti culturali (sui quali si dovrebbe puntellare la società, a dire di Eliot). La terra desolata si costruisce appunto sulla giustapposizione di citazioni letterarie, tempi sto...

    – Marco Minghetti

    Software cinema - Barbara Lattanzi

    Di software cinema si è occupato spesso per esempio Lev Manovich, ed è uno di quei campi a mio parere davvero interessanti perché mettono al centro della discussione sul cinema il software che è la struttura di espressione, pensiero e comunicazione fondamentale della nostra epoca. Ci sono così artisti che si sono occupati di realizzare software in grado di scomporre e ricomporre il cinema con il doppio intento, da un parte di rimettere in discussione le strutture del cinema stesso, le sue compon...

    – Simone Arcagni

    Dieci libri

    Rileggo, talvolta, anche per scrivere. Per coltivare una prospettiva. Ed ecco quello che sto rileggendo, velocemente, come scorrendo una biblioteca della mente... 1. David Weinberger, Elogio del disordine, Rizzoli, 2009 2. Donald Norman, Emotional design, Apogeo, 2004 3. Christian Salmon, Storytelling, Fazi Editore, 2008 4. Sergio Maistrello, Giornalismo e nuovi media, Apogeo, 2010 5. B.J. Fogg, Tecnologia della persuasione, Apogeo, 2005 6. Lev Manovich, Il linguaggio dei nuovi media, Olivares, ...

    – Luca De Biase

    Memo 12/2010

    Prosegue la tradizionale abbondanza stagionale di eventi. Milano, 30 settembre - 9 ottobre: I've seen films - International Film Festival Bergamo, 1 - 17 ottobre: BergamoScienza Roma, 6 - 13 ottobre: video della performance: Tessitura dello Svelamento Milano, 7 ottobre: Masterclass Blade Runner - Remembering the Future Milano, 7 - 9 ottobre: convegno: Culture and the Making of Worlds Roma, 7 ottobre - 14 novembre: mostra: Cento Anni di Imprese per l'Italia Roma, 8 ottobre: lezione-incontro con L...

    – Gabriele Caramellino

    Lev Manovich a Meet the Media Guru

    Questa sera alle 19.00 Lev Manovich parlerà di Software Culture. Si tratta del nuovo incontro di Meet the Media Guru come al solito realizzato presso la Mediateca Santa Teresa (via della Moscova 28 - Milano)L'occasione è ghiotta - come suole dirsi in queste occasioni - soprattutto perché Manovich viene a parlare del suo nuovo lavoro, pubblicato dalla casa editrice Olivares.Manovich è uno dei più prestigiosi pensatori sulle tecnologie digitali e il suo Il linguaggio dei nuovi media è ancora oggi ...

    – Simone Arcagni

    Lev Manovich e la software culture

    Nuovo appuntamento con gli incontri di Meet the Media Guru, la serie di eventi con esponenti internazionali della cultura digitale organizzata da MGM Digital Communication a Milano. In questa occasione, il relatore sarà Lev Manovich: nato a Mosca, dove ha studiato arte, architettura ed informatica, nel 1981 arriva a New York, città in cui prosegue il suo percorso di ricerca nelle scienze cognitive e nelle arti visuali. Attualmente, è docente di new media art e storia della cultura digitale alla ...

    – Gabriele Caramellino

1-10 di 13 risultati