Persone

Letizia Moratti

Letizia Moratti è una donna politica italiana e manager.

Ha ricoperto la carica di sindaco di Milano dal 2006 al 2011. Da sindaco si è distinta per l'impegno volto a far assegnare l'Expo 2015 alla città di Milano. Tra le varie iniziative intraprese come sindaco alcune hanno suscitato un grande dibattito pubblico tra i cittadini, quale ad esempio l'introduzione dell'Ecopass (ossia il pedaggio per i veicoli più inquinanti che vogliono circolare nel centro della città).

Ancor prima di essere eletta sindaco di Milano, Letizia Moratti è stata esponente di spicco di Forza Italia, movimento poi confluito nel Popolo delle Libertà. Dal 2001 al 2006 è stato Ministro dell'istruzione per due governi Berlusconi. Da ministro ha realizzato la riforma del sistema scolastico che porta il suo nome, la cosiddetta riforma Moratti.

Prima di assumere ruoli politici di rilievo nazionale, Letizia Moratti si è distinta nella carriera dirigenziale. Dal 2000 al 2001 è stata nell'advisory board di Carlyle, uno dei più importanti gruppi di private equity al mondo. Per diversi anni ha collaborato con le aziende del magnate australiano Rupert Murdoch, in particolare predisponendo il piano per il rilancio di Stream e come amministratore delegato di News Corp. Dal 1994 al 1996 è stata inoltre presidente della Rai, prima donna a ricoprire questo incarico. In precedenza Letizia Moratti ha lavorato con aziende del gruppo Moratti. Letizia Moratti (nata Brichetto Arnaboldi) è infatti sposata con Gianmarco Moratti, imprenditore nel settore petrolifero e fratello di Massimo Moratti, presidente dell'Inter.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Ristrutturazioni d'imprese | Letizia Moratti | Sindaco | Inter | Stream | PDL | News Corp | FI | Rupert Murdoch | Milano | Gianmarco Moratti | Carlyle | RAI | Brichetto Arnaboldi |

Ultime notizie su Letizia Moratti

    Roma, Milano e Napoli: gli epicentri politici

    Nella graduatoria tra le città che "producono ministri", elaborata da una ricerca Pagella Politica - Sole 24 Ore, Roma è nettamente prima

    – di Riccardo Ferrazza

    «Presto nuove misure per aumentare il capitale circolante»

    Guido Guidesi - 42 anni, ex sottosegretario del primo governo Conte e sulle spalle un'esperienza da leghista doc - sarà l'uomo che dovrà accompagnare la Lombardia verso la ripresa economica. La sua carriera nel Carroccio è quella indicata dalla tradizione politica, ormai in estinzione: dirigente

    – di Sara Monaci

    La Lombardia, l'"algoritmo" sbagliato e l'errore umano. Cronaca critica della diffusione dei dati . Nuova puntata

    Ogni settimana la Regione invia i dati i relative ai positivi, guariti, decessi e pazienti in terapia intensiva all'Istituto superiore di sanità (Iss) per calcolare l'indice Rt (qui vi spieghiamo bene cosa misura) che indica il numero medio delle infezioni prodotte da ciascun individuo infetto. Questo indice concorre a definire i colori della mappa delle regioni, cioè quello che si può o non si può fare. Quando una regione ha un Rt superiore a 1,5 finisce tendenzialmente fra le "zone rosse".  L'...

    – Infodata

    Vaccini e povertà

    Quando Tedros Adhanom Ghebreyesus, il capo dell'Organizzazione mondiale della sanità, l'Oms, aveva parlato di "catastrofico fallimento morale" nella distribuzione dei vaccini, non si riferiva a Letizia Moratti. Proponendo l'assegnazione dell'antidoto anti-Covid in base ai Pil regionali, la nuova assessora alla Sanità lombarda aveva solo reiterato una specie di qualità già individuata nel suo predecessore Giulio Gallera e nel presidente Attilio Fontana: quella di saper rendere la Lombardia antipa...

    – Ugo Tramballi

    Sette giorni in zona rossa per un errore? La Regione Lombardia, le "colpe" dell'algoritmo e l'urgenza dei dati aperti

    Ogni settimana la Regione invia i dati i relative ai positivi, guariti, decessi e pazienti in terapia intensiva all'Istituto superiore di sanità (Iss) per calcolare l'indice Rt (qui vi spieghiamo bene cosa misura) che indica il numero medio delle infezioni prodotte da ciascun individuo infetto. Questo indice concorre a definire i colori della mappa delle regioni, cioè quello che si può o non si può fare. Quando una regione ha un Rt superiore a 1,5 finisce tendenzialmente fra le "zone rosse".  L'...

    – Luca Tremolada

    Coronavirus, ecco perché la Lombardia esce dalla zona rossa

    La decisione è stata presa dal ministro della Salute «in ragione degli elementi sopravvenuti conseguenti alla rettifica dei dati operata dalla Regione Lombardia ora per allora, come certificati dalla cabina di regia»

    – di Nicola Barone

1-10 di 880 risultati