Ultime notizie:

Les Belles Lettres

    Remo Bodei, la filosofia come passione

    E' stata una delle menti più raffinate ed eclettiche della cultura italiana, a lungo collaboratore della Domenica del Sole 24 Ore. Era uno dei massimi esperti delle filosofie dell'idealismo classico tedesco e dell'età romantica

    – di Redazione Domenica

    Liberismo e statalismo, una dicotomia «romantica»

    Uno stato anarchico? Camillo Berneri - intellettuale libertario della generazione di Piero Gobetti, Carlo Rosselli e Antonio Gramsci - era arrivato, leggendo la Filosofia della pratica di Benedetto Croce, alla conclusione che occorresse anche parlare, in termini evidentemente pragmatici, dello Stato dopo la scomparsa dello? Stato auspicata dagli anarchici[1]. Gli anarchici e il crimine Benedetto Croce aveva infatti spiegato che la società avrebbe avuto comunque, dopo un'eventuale crollo dell'is...

    – Riccardo Sorrentino

    Le imprescindibili opere filosofiche di Sant'Agostino

    Capita di sentir dire che un certo filosofo è stato importante per una teoria economica o politica, e senza di esso il mondo sarebbe stato diverso. A Marx venne attribuito il socialismo reale dell'Urss, Voltaire resta il simbolo della tolleranza, per mezzo secolo Nietzsche fu accusato di aver

    – di Armando Torno

    La poesia, un atto di verità

    Una vastissima geografia di nomi, in un arco che va dalla fine della seconda Guerra mondiale agli anni Settanta; più di novecento lettere di Bonnefoy,quarantanove corrispondenti: imprese letterarie e scelte di vita, la verità dell'autentico. Raramente un epistolario entra così nel vivo di un

    – di Carlo Ossola

    Il primo Adamo e la Cabala cristiana

    Nel XV secolo cominciò a prendere consistenza un movimento di pensiero, con una notevole componente mistica, chiamato poi Cabala cristiana. Vi facevano parte ebrei convertiti al cristianesimo e anche personaggi non nati in ambito ebraico. Più che alla Cabala tradizionale si avvicinò alle

    – di Armando Torno

    Gustose risate da portare in tavola

    Dopo le brevi Fables sans morale (Parigi, 1997), dopo Momus ou le prince (Parigi, 1993, 2017), che i francesi hanno potuto leggere per la prima volta nella propria lingua grazie alla penna briosa di Claude Laurens, ecco che la casa editrice Les Belles Lettres pubblica in un magnifico cofanetto,

    – Pierre Laurens

    Il mondo siriaco, tormentata culla della nostra civiltà

    Le recenti operazioni belliche in Siria, la guerra che dal 2011 funesta questa terra, i problemi sempre attivi in quella regione, non devono farci dimenticare che è stata une delle culle della nostra civiltà. Oggi la lingua ufficiale è l'arabo, la libertà religiosa è garantita (anche se la

    – di Armando Torno

    Quando la botanica era cara agli dei

    Quando gli dei abitavano la terra, i boschi, i fiori, i paesaggi partecipavano alle azioni divine. Innumerevoli storie ricordano i rapporti tra un dio e una pianta o la sua presenza nei luoghi silvestri, le sue predilezioni o la sua apparizione. Qualche esempio?Se la quercia era cara a Zeus, il dio

    – di Armando Torno

    Anne Cheng: quando il gesuita Matteo Ricci parlò ai cinesi del «Signore del Cielo»

    Anne Cheng insegna Storia intellettuale della Cina al College de France. Lunedì 29 maggio alle 18,30 chiuderà gli incontri della stagione 2016-2017 della Scuola della Cattedrale del Duomo di Milano (si tengono nella chiesa trecentesca di San Gottardo in Corte). Parlerà del libro del gesuita Matteo

    – di Armando Torno

    L'aldilà da Omero a Dante

    Per la mitologia greca, Ade era il fratello di Zeus e il dio degli inferi. I latini lo chiameranno Plutone. Quando noi parliamo di inferno, intendiamo ancora oggi un mondo oscuro, sotterraneo; per gli antichi romani "infernus", prima di avere un significato cosmologico, era un aggettivo indicante

    – di Armando Torno

1-10 di 25 risultati