Ultime notizie:

Leopoldo Mattia

    Le facce, le mani e la città della 5° A

    PROGETTO A scuola di lavoro ben fatto, di tecnologia e di consapevolezza SCUOLA Scuola Primaria Buono Buozzi, I. C. Leopoldo II° di Lorena Dirigente Scolastica: Paola Brunello Maestre: Ilaria Scarpettini, Marta Vinciarelli Classe: 5° A CALENDARIO ATTIVITÀ 6 Ottobre 2020; 14 Ottobre 2020; 17 Novembre 2020; 17 Dicembre 2020; 8 Aprile 2021 CARO DIARIO Martedì 6 Ottobre 2020 Torna al diario Caro Diario, oggi comincia una nuova storia, ancora in una scuola primaria, ancora a Follonica, ancora ...

    – Vincenzo Moretti

    Le mille e una storia della 4° A. Le possibilità

    4° A, GIANNI RODARI, ISTITUTO COMPRENSIVO FOLLONICA 1, FOLLONICA LE MILLE E UNA STORIA DELLA 4° A. IL PERCORSO A SCUOLA DI LAVORO BEN FATTO, DI TECNOLOGIA E DI CONSAPEVOLEZZA BACOLI, 19 MAGGIO 2020 Caro Diario, con l'ottavo episodio la storia della 4° A della Gianni Rodari, I.C. Follonica 1 è arrivata alla sua conclusione. Il lavoro dei grandi, nel senso dell'età naturalmente, continua  nella parte della storia dedicata al percorso, però qui alla fine trovi le parole con cui le bimbe e i bimbi h...

    – Vincenzo Moretti

    Le parole del lavoro ben fatto, i paladini della giustizia, i diritti e i doveri dei bambini

    GIOVEDÌ 23 LUGLIO 2020 Caro Diario, ci stanno delle storie belle che per fortuna non finiscono mai. Ieri o ieri l'altro mi ha scritto la maestra Laura Bralia per darmi due bellissime notizie. Ci ho messo un po' di tempo a scriverti perché mi servivano i link ai filmati, ma adesso sai che faccio, te lo faccio dire proprio dalla maestra Laura quello che sta succedendo. «Carissimo Vincenzo, questo è il video dei nostri cuccioli di tre, quattro e cinque anni che sta facendo emozionare tutta la ci...

    – Vincenzo Moretti

    sul filo della memoria. quando l'incrociatore fiume affondò. il suo fantasma. i suoi marinai.

    questa foto, scattata nella seconda metà degli anni '30, raffigura il regio incrociatore fiume. se ingrandisci un po' la foto puoi vedere quegli uomini in coperta, figurette senza nome che indossano l'uniforme bianca dei marinai. molti di essi, due o tre anni dopo che fu scattata questa foto, morirono nel mediterraneo nella vicenda grandiosa e terribile dell'affondamento della nave. gli storici e gli esperti scuseranno le imprecisioni. quello che segue non è un saggio di storia ma un racconto d...

    – Jacopo Giliberto