Ultime notizie:

Leonid Breznev

    Di Maio come Banksy: un quadro taglia le pensioni d'oro

    Non si può dire che Luigi Di Maio non stia sulla notizia. L'ultima trovata della comunicazione del vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico è la pubblicazione del quadro del taglio alle pensioni d'oro simil Banksy. E' stata di ispirazione l'opera della bimba col palloncino a

    – di Nicoletta Cottone

    Accadde cinquant'anni fa: gli anniversari che ci aspettano nel 2018

    Il Sessantotto è l'unico anno del XX secolo a essere divenuto un nome proprio. Ma gli eventi di cinquant'anni fa, che troviamo oggi sui libri di storia, non riguardano solo il "Maggio francese" e le rivolte studentesche in America e in Europa. Negli Stati Uniti vengono assassinati a distanza di

    – di Piero Fornara

    Se l'Europa spera che la Brexit diventi stay

    «Quando Theresa May dice "Brexit is Brexit" mi ricorda Leonid Breznev per il quale l'economia doveva essere economica»: niente come l'ineffabile ironia di Vladimir Chizhov, ambasciatore russo a Bruxelles dal 2005, diplomatico di lungo corso che di disastri se ne intende, poteva regalare al primo

    – di Adriana Cerretelli

    Le ottusità che frenano l'Europa

    Lo guardavano dall'alto in basso economisti e intellettuali di mezzo mondo, sbeffeggiavano un fenomeno da baraccone: lui, il vecchio attore quasi settantenne che correva per la Casa Bianca promettendo di rilanciare il sogno americano con l'economia dell'offerta.

    – di Adriana Cerretelli

    A Mosca!

    Vladimir Putin ha mandato le sue truppe in Crimea per la stessa ragione per cui nel 1956 Nikita Krusciov ha invaso l'Ungheria. E' un luogo comune dire che oggi

    – di Paul Berman

    Gli anniversari del 2014 / Cinquant'anni fa

    28 maggio 1964 - Medio Oriente: nasce l'OlpSu iniziativa della Lega araba, viene approvato lo Statuto dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina

    Xi, il buon cinese

    C'è il Tibet, ci sono i dissidenti. Poi le guerre commerciali, la loro silenziosa ma metodica espansione, il fingere che il Renminbi sia una valuta da morti di fame quando invece è un ariete. Consumano petrolio come fosse Coca-Cola, comprandolo dai regimi peggiori non appena noi a quelli imponiamo sanzioni. Non parliamo poi di un surplus e di riserve valutarie con le quali potrebbero comprarsi tutto il nostro debito e altro ancora. Eppure questo Xi Jinping con il cognome che ricorda la schedina ...

    – Ugo Tramballi

1-10 di 13 risultati