Persone

Leonardo Del Vecchio

Leonardo Del Vecchio è un imprenditore italiano, fondatore di Luxottica. È considerato uno degli uomini più ricchi d'Italia e del mondo. Leonardo del Vecchio è nato a Milano, ma è bellunese di adozione, avendo scelto di spostarsi ad Agordo, in provincia di Belluno, per fondare la sua azienda. Luxottica s.a.s. inizialmente produceva semilavorati per altri produttori che poi assemblavano gli occhiali finiti. Nel 1967 Del Vecchio decide di non limitarsi più alla produzione di parti per conto terzi ma di produrre gli occhiali completi, con il marchio Luxottica. La scelta è indovinata e le attività vanno molto bene, tanto che nel 1971 decide di dedicarsi unicamente alla produzione di occhiali finiti. Sempre nel 1971 Luxottica si presenta alla fiera di settore MIDO di Milano, ottenendo un grande successo.

Luxottica è oggi una delle più grandi aziende al mondo per gli occhiali di lusso e da sole, e produce montature per marchi quali Ray-Ban, Vogue, Prada e Chanel. Dal 1990 Luxottica è quotata in borsa a New York, e dal 2003 a Milano, dove è entrata a far parte dei titoli a maggior capitalizzazione. Leonardo Del Vecchio ha ottenuto una laurea ad honorem in MBA dalla MIB School of management di Trieste e una laurea ad honorem in ingegneria dei materiali dal Politecnico di Milano. Riguardo alla sua filosofia che lo ha portato al successo ha dichiarato: “se si produce al meglio, compatibilmente con i mezzi e le risorse che si hanno a disposizione, allora è praticamente impossibile che il cliente non lo riconosca e che preferisca i concorrenti”.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Formazione | Leonardo Del Vecchio | Luxottica | Occhiali | Società in accomandita semplice | Italia | Vogue | MIB School | Borsa Valori | Chanel |

Ultime notizie su Leonardo Del Vecchio

    Fca-Renault, la strada tutta in salita delle fusioni alla pari

    Si fa presto a dire fifty-fifty. La strada che porta alle fusioni alla pari, quella che Fca vorrebbe seguire con Renault, è lastricata di buone intenzioni, che però nella pratica raramente funzionano. A partire dalla sciagurata operazione Enimont che è rimasta nella memoria collettiva più per

    – di Antonella Olivieri

    Chiara Ferragni, bonus da 3.400 euro ai dipendenti

    Un bonus da 3.400 euro lordi per premiare i dipendenti che, nel corso del 2018, hanno contribuito al successo di Tbs Crew, società fondata nel 2009 che oggi gestisce il sito multimarca theblondesalad.com, il blog, e si occupa della talent agency che rappresenta la stessa Ferragni e alcuni

    I punti deboli delle fusioni fifty-fifty

    Era il 1998 quando Daimler definì l'acquisizione di Chrysler "Merger of Equals". In quel momento si trattava di un'operazione che cambiava la storia delle fusioni e dell'industria dell'auto.

    – di Bernardo Bertoldi e Jérôme Couturier

    I tre ingredienti della pace siglata tra Essilor e Luxottica

    L'assemblea di EssilorLuxottica ha sancito la pace tra Leonardo Del Vecchio e Hubert Sagnières e chiuso la strada all'ingresso di altri amministratori indipendenti che avrebbero potuto rompere l'equilibrio di consiglio su cui si basa l'accordo iniziale tra i due leader.

    – di Bernardo Bertoldi e Jérôme Couturier

    EssilorLuxottica, un candidato interno per il posto di amministratore delegato

    PARIGI. A pochi giorni dal grande accordo tra la Delfin di Leonardo Del Vecchio e il fronte francese di Hubert Sagnières sulla governance del gruppo, il fondatore di Luxottica ha chiesto dal palcoscenico dell'assise dei soci EssilorLuxottica, che si è tenuto oggi nel cuore di Parigi di guardare "in

    – dal nostro inviato Marigia Mangano

    Seduta positiva per le Borse, giù lo spread. Piazza Affari sale con le banche

    Chiusura in rialzo per le Borse europee confortante dall'andamento positivo di Wall Street. I rapporti tra Stati Uniti e Cina sono tuttavia rimasti sotto osservazione dopo l'ordine del presidente americano, Donald Trump, di vietare alle aziende Usa l'uso di apparecchiature di tlc realizzate da

    – di Eleonora Micheli

    Essilux, pace fatta tra Del Vecchio e il fronte francese di Sagnières

    A pochi giorni dall'assemblea Essilor International, in agenda giovedì 16 maggio, italiani e francesi trovano il grande compromesso, ma la Borsa resta cauta: in attesa di misurare la tenuta dell'alleanza regala al titolo un modesto +0,14% (in avvio di seduta le azioni erano arrivate a guadagnare il

    – di Marigia Mangano

    EssilorLuxottica, pace fatta tra Del Vecchio e i francesi sulla governance

    Essilorluxottica e Delfin hanno definito un accordo per risolvere le problematiche di governance e porre le basi per una rinnovata collaborazione. L'accordo pone fine a ogni controversia in essere tra le parti, compreso l'arbitrato di Delfin. Lo comunica la società in una nota. Il titolo dopo

1-10 di 453 risultati