Persone

Leonardo Del Vecchio

Leonardo Del Vecchio è un imprenditore italiano, fondatore di Luxottica. È considerato uno degli uomini più ricchi d'Italia e del mondo. Leonardo del Vecchio è nato a Milano, ma è bellunese di adozione, avendo scelto di spostarsi ad Agordo, in provincia di Belluno, per fondare la sua azienda. Luxottica s.a.s. inizialmente produceva semilavorati per altri produttori che poi assemblavano gli occhiali finiti. Nel 1967 Del Vecchio decide di non limitarsi più alla produzione di parti per conto terzi ma di produrre gli occhiali completi, con il marchio Luxottica. La scelta è indovinata e le attività vanno molto bene, tanto che nel 1971 decide di dedicarsi unicamente alla produzione di occhiali finiti. Sempre nel 1971 Luxottica si presenta alla fiera di settore MIDO di Milano, ottenendo un grande successo.

Luxottica è oggi una delle più grandi aziende al mondo per gli occhiali di lusso e da sole, e produce montature per marchi quali Ray-Ban, Vogue, Prada e Chanel. Dal 1990 Luxottica è quotata in borsa a New York, e dal 2003 a Milano, dove è entrata a far parte dei titoli a maggior capitalizzazione. Leonardo Del Vecchio ha ottenuto una laurea ad honorem in MBA dalla MIB School of management di Trieste e una laurea ad honorem in ingegneria dei materiali dal Politecnico di Milano. Riguardo alla sua filosofia che lo ha portato al successo ha dichiarato: “se si produce al meglio, compatibilmente con i mezzi e le risorse che si hanno a disposizione, allora è praticamente impossibile che il cliente non lo riconosca e che preferisca i concorrenti”.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Formazione | Leonardo Del Vecchio | Luxottica | Occhiali | Società in accomandita semplice | Italia | Vogue | MIB School | Borsa Valori | Chanel |

Ultime notizie su Leonardo Del Vecchio

    Mediobanca, parte il conto alla rovescia per il deposito liste

    La Delfin di Del Vecchio potrebbe appoggiare Assogestioni ... La Delfin di Leonardo Del Vecchio che oggi detiene poco meno del 10%, tecnicamente, potrebbe pure presentare una lista di minoranza, ma - a parte il fatto che finora dall'entourage del patron di Luxottica si è sempre raffredata l'ipotesi che intendesse farlo - la cosa suonerebbe come una mossa in contrapposizione e stonerebbe di fatto con gli impegni presi in Bce per poter salire fino al 20%.

    – di Antonella Olivieri

    Agosto record per Europa e Piazza Affari, a Wall Street parte il «nuovo» Dow Jones

    Nonostante il settore finanziario non abbia brillato a Piazza Affari, continuano a salire anche le azioni di Mediobanca, nell'attesa delle mosse di Leonardo Del Vecchio, che proprio la scorsa settimana ha ricevuto il semaforo verde della Bce a salire nel capitale della banca oltre la soglia del 10% e fino al 20%.

    – di Stefania Arcudi ed Enrico Miele

    Da Mediobanca-Generali a GrandVision: le 3 partite d'autunno di Leonardo Del Vecchio

    A distanza di un anno dal suo ingresso, Leonardo Del Vecchio si prepara a completare l'ascesa in Mediobanca e a riprendersi il controllo di EssilorLuxottica. Sotto la regia e i preziosi consigli dell'avvocato Sergio Erede, mente legale delle partite aperte dal patron di Luxottica, Del Vecchio è riuscito a centrare tutti i più recenti obiettivi. ...di Mediobanca, Del Vecchio appunto, non ne fa parte.

    – di Marigia Mangano

    Powell non scalda l'Europa. Milano perde l'1,4%, ma corre Tim

    Mediobanca è salita anche oggi dello 0,6%, mettendo a segno da inizio mese, quando sono circolate le prime ipotesi su un via libera della Bce a far salire Leonardo Del Vecchio nel capitale, un progresso attorno al 15%. ... La speculazione potrebbe coinvolgere anche Generali (-0,7%), visto che l'istituto di Piazzetta Cuccia è anche il primo azionista del gruppo assicurativo, nella cui compagine azionaria compare sempre Del Vecchio, con una partecipazione attorno al 5%.

    – di Eleonora Micheli ed Enrico Miele

    Del Vecchio può salire in Mediobanca. Ma il vero obiettivo è Generali 2022

    Leonardo Del Vecchio (a destra) con il fidato consigliere Francesco Milleri La Vigilanza europea di Bce ha autorizzato la Delfin di Leonardo Del Vecchio a salire fino al 20% di Mediobanca. ... Del Vecchio si sarebbe impegnato con Bce a non presentare una propria lista di maggioranza e dunque non sono alle viste scossoni al vertice dell'istituto, apprezzato dagli investitori istituzionali.

    – Alessandro Graziani

    Mediobanca, la Bce dà l'ok a Del Vecchio per raddoppiare la sua quota

    La Banca centrale europea ha dato parere favorevole alla Delfin di Leonardo Del Vecchio per salire dall'attuale 9,9% di Mediobanca fino al 20%. ... Non essendo arrivata nessuna obiezione da parte della Bce, alle 12 si è concluso il procedimento di autorizzazione per permettere alla holding Delfin di Leonardo Del Vecchio di aumentare la sua partecipazione. ... La richiesta della Delfin era stata inviata tramite Banca d'Italia a fine maggio e Del Vecchio avrebbe specificato che non intende...

    EssilorLuxottica pronta alla battaglia legale con GrandVision

    Ma è un affare che potrebbe saltare a causa dell'emergenza Covid, in quanto il calo dei consumi mondiali potrebbe indurre il gruppo nel quale si è fusa la Luxottica fondata da Leonardo Del Vecchio a rivedere almeno i livelli di prezzo: si tratta di cinque miliardi e mezzo al fondo Hal per il 76% delle quote della catena di distribuzione, sulla quale verrebbe poi lanciata un'Opa residuale per toglierla dalla Borsa di Amsterdam.

1-10 di 550 risultati