Ultime notizie:

Lella Mazzoli

    Immagini dell'altro mondo

    Qualche settimana fa a Tel Aviv oltre duemila persone sono scese in piazza per una protesta. Di fatto la prima al mondo nel tempo del distanziamento sociale (Il Post ha raccontato nel dettaglio la manifestazione) Anche questa è una delle tante immagini che questo tempo così nuovo, accelerato, sospeso consegnerà alla storia. Un tempo che ci ha costretti a riscrivere le nostre quotidianità, attraverso foto e video virali grazie al tam tam sui social media e in rete. Immagini che entrano nelle n...

    – Giampaolo Colletti

    Gli anni connessi del video dappertutto: i finalisti ai Teletopi 2018, gli oscar del video storytelling

    Vivremo sempre più in una cultura del consumo che racconterà delle storie attraverso i prodotti che acquistiamo. E queste storie saranno declinate attraverso formati multimediali. Lo ha messo nero su bianco il futurologo danese Rolf Jensen, profetizzando il mondo connesso dal 2020 in poi. In realtà tutti gli indicatori ci dicono che già oggi è così. E trovano senso allora anche le parole del vice-presidente di Facebook in Europa Nicola Mendelsohn, che già due anni fa dichiarava a Fortune: "Il ...

    – Giampaolo Colletti

    La tribù fa notizia

    Più connesso e più consapevole nel riconoscere le bufale che popolano i media digitali e sociali. O forse più illuso di riuscire a orientarsi meglio tra le pieghe di una rete nella quale si annidano sempre più fake news. Certamente più propenso ad ascoltare le proprie cerchie di contatti sui social media e meno affascinato dai pareri di esperti, stampa, istituzioni. Insomma, in ascolto dei propri personali social influencer, più annoiato dai leader competenti. Ecco l'identikit del nuovo consumat...

    – Giampaolo Colletti

    Il lato nascosto della condivisione

    C'è chi suggerisce una via di fuga. Perché come ogni fenomeno dirompente in rete oggi una parte degli utenti è anche sopraffatta dalla comunicazione - testuale, video, fotografica - che si annida nelle chat di instant messagging. Il campanello di allarme è risuonato sulla stampa per voce di diversi presidi scolastici a proposito dei gruppi chiusi su WhatsApp delle mamme e dei papà con i figli a scuola: chat che brulicano di comunicazioni di servizio, organizzazione dei pomeriggi, attività extras...

    – Giampaolo Colletti

    L'Osservatorio sui Media Digitali al Prix Italia

    L'Osservatorio sui Media Digitali si riunisce domani al Prix Italia... La riunione annuale dell'Osservatorio è l'occasione per parlare delle ricerche in corso e confrontarsi in maniera aperta tra membri e partner. L'Osservatorio riunisce studiosi provenienti da ambiti differenti come la sociologia, l'informatica, i media studies, che dialogano con enti e istituzioni per affrontare il mondo dei contenuti audiovisivi sul web, su mobile e sulle nuove piattaforme tecnologiche. Si parlerà quindi ...

    – Simone Arcagni

    Webserie e webdoc per l'Osservatorio sui Media Digitali

    Lo scorso 11 dicembre sono stato a Bologna alla riunione dell'Osservatorio sui Media Digitali, il neonato Osservatorio di cui sono stato uno dei fondatori e promotori. In quella occasione abbiamo presentato i progetti di ricerca che caratterizzeranno questo anno di attività. Con il gruppo di EmergingSeries (qui) ci occuperemo di webserie e web doc. Li catalogheremo, ne faremo schede critiche e proveremo a fare emergere i caratteri distintivi. Analizzeremo i diversi sistemi di produzione, le p...

    – Simone Arcagni

    L'Osservatorio sui Media Digitali al Prix Italia

    Il 20 settembre a Torino inizia il Prix Italia della Rai (qui), storico appuntamento della TV di Stato italiana che quest'anno ha impresso alla manifestazione una forte connotazione di innovazione: si parlerà molto infatti di piattaforme, di webtv, di nuove tecnologie, di webserie... Non poteva quindi che essere il luogo ideale per inaugurare con una riunione di fondazione l'Osservatorio sui Media Digitali (24 settembre alle 15.0). L'OSSERVATORIO indaga lo scenario mediale contemporaneo in rel...

    – Simone Arcagni

    Lo spettacolo delle parole

    Quali sono, se ci sono, i luoghi in cui oggi si produce e si elabora l'opinione pubblica? La domanda fa da sfondo a una ricerca che Lella Mazzoli ha condotto

    – Roberto Escobar

    L'impresa va al cinema e diventa comunità

    Nel recente volume di Lella Mazzoli, "Cross-News" (Codice Edizioni) si analizza il rapporto tra informazione e rete, e in particolare i social network, e si rileva come risulti centrale la costruzione di archivi e la loro navigabilità attraverso piattaforme e forme di convergenza tra media differenti. Le parole d'ordine del sistema comunicativo del web 2.0 sono condivisione, partecipazione e interazione; e gli archivi diventano i luoghi attorno a cui si creano comunità nuove e trasversali e in c...

    – Simone Arcagni

1-10 di 15 risultati