Ultime notizie:

Landsbanki

    L'impasse islandese sul controllo dei capitali

    Questa storia inizia nell'autunno del 2008 in un'isola che conta poco più di 300mila abitanti, sperduta nell'Oceano Atlantico settentrionale: l'Islanda. L'economia di questo piccolo stato nei primi anni 2000 aveva conosciuto un periodo di grande espansione, fino a far vantare ai suoi abitanti uno dei redditi pro-capite più alti del pianeta. Questo grazie non tanto alle poche attività manifatturiere ed agricole presenti, ma al suo sistema finanziario, praticamente da piazza offshore, incentrato ...

    – Alessandro Guerani

    Islanda, una tassa del 39% per recuperare i capitali

    Primo passo dell'Islanda verso la rimozione dei controlli di capitale. Il governo di Reykjavik intende introdurre una tassa del 39% per i creditori delle banche fallite nel 2008 che intendono rimpatriare i loro capitali. In una mossa separata, è stato deciso che i capitali investiti in titoli di

    – Riccardo Sorrentino

    I rischi di un mercato bancario frammentato - 07/02/13

    BRUXELLES - La scelta di Francia e Germania di adottare una riforma bancaria che prevede la separazione tra attività di deposito e attività di investimento è discutibile. Da un lato, i Paesi hanno il merito di affrontare di petto un aspetto cruciale dello sconquasso finanziario. Dall'altro, però gli Stati perseguono ancora una volta la propria strada nazionale, disattendendo l'adozione di regole europee omogenee e contribuendo a una pericolosa segmentazione del mercato bancario comunitari...

    – Beda Romano

    Banche - I risvolti europei di una sentenza islandese

    Non passa giorno ormai senza che una notizia bancaria ci ricordi quanto il sistema creditizio europeo sia ancora fragile, a oltre quattro anni dal fallimento di Lehman Brothers. L'Italia sta facendo i conti con la crisi del Monte dei Paschi di Siena che tra le altre cose mette l'accento sui perduranti rischi della presenza di derivati nei conti societari. In Olanda il ministro delle Finanze e nuovo presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem è stato costretto a nazionalizzare in tutta fretta...

    – Beda Romano

    L'Europa sovraesposta sul credito

    ITALIA IN CONTROTENDENZA - Governi europei esposti per 1.200 miliardi contro i 1.100 dell'America Roma ha solo 2,6 miliardi di residui Tremonti Bond

    – Antonella Olivieri

1-10 di 35 risultati