Aziende

Landi Renzo

Landi Renzo Spa è una società specializzata nella produzione dei componenti e dei sistemi di alimentazione a miscelatore e a iniezione per motori a gpl e metano. L’attività di Landi Renzo è articolata su diverse linee di ricerca, che riguardano il perfezionamento degli impianti per gpl e metano e gli studi relativi ai sistemi di alimentazione per combustibili totalmente innovativi. Un mix di business e innovazione che è testimoniato dagli oltre 140 brevetti registrati nel corso degli anni.

Landi Renzo impiega oggi oltre numerosi tecnici e ricercatori e sviluppa una costante collaborazione con i più importanti istituti universitari e centri specializzati a livello internazionale, oltre alla partnership con le maggiori case automobilistiche del mondo. La società ha sede a Cavriago (Reggio Emilia) e prende il nome da Renzo Landi, che la fondò nel 1954: dal 2007 è quotata alla Borsa di Milano, nel segmento Star.

Landi Renzo Spa ha iniziato a diventare un gruppo industriale nel 1993, assumendo il controllo della Landi Srl e di Eurogas Holding Bv, azienda olandese operante nel settore dei sistemi di alimentazione. Nel 1999 è nata la filiale polacca del gruppo, Landi Renzo Polska, mentre l'anno successivo viene acquistata la Med Spa di Reggio Emilia. Il processo di internazionalizzazione del gruppo è continuato nel 2003 con l’apertura di una filiale in Brasile, nel 2005 in Cina e nel 2006 in Pakistan, anno in cui nasce Landi Renzo Corporate University, una fabbrica di idee ed azioni per sviluppare le risorse umane dell’azienda e per diffondere la cultura della mobilità sostenibile. Con una quota internazionale di mercato che supera il 30%, Landi Renzo è oggi attiva in Europa, Asia, America, è al primo posto al mondo per fatturato tra le aziende nel suo settore, ed ha un Sistema Qualità già certificato Iso 9001 dal 1995 e Iso/Ts 16949 dal 2001, quest’ultima certificazione specifica del settore automotive.

Nel 2014 è stato inaugurato il nuovo Centro di Ricerca e Sviluppo, polo tecnologico di 15500m2 adiacente alla sede centrale. L’azienda conta più di 800 dipendenti, controlla 20 società nel mondo, l’80% della sua produzione viene esportata e nel 2015 ha realizzato ricavi consolidati per 205,5 milioni di Euro.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | Renzo Landi | Sistemi di alimentazione | Asia | Reggio Emilia | Med Spa | Renzo Corporate University | Borsa di Milano | Landi Renzo Spa | America | Landi Srl | Eurogas Holding Bv |

Ultime notizie su Landi Renzo

    Aim ai raggi X: Illa, servirebbe nuovo capitale per diversificare il business

    Per l'azienda parmense di padelle antiaderenti in alluminio, i problemi sono arrivati nel 2018 quando Ikea,cliente di riferimento, ha deciso di spostare in Cina gli acquisti di pentolame antiaderente. Il primo semestre 2019 si è chiuso con risultati ancora in forte calo, in quanto i ricavi sono scesi del 28,2% a 14,2 milioni. Si è passati da un utile operativo di 317.000 euro a uno negativo per 776.000 euro. Oltre al cambio al vertice, Illa ha presentato un nuovo piano industriale 2020 - 2023

    – di Valeria Novellini

    Incentivi-calamita per imprese e cervelli

    «Avevamo intenzione di effettuare investimenti in Europa, poi la scelta è ricaduta sull'Emilia-Romagna. A fare la differenza sono stati gli incentivi che premiano l'insediamento e lo sviluppo nella regione».

    – di Chiara Bussi

    Landi Renzo si allea con Uber in Brasile per convertire a metano le vetture

    Il gruppo reggiano Landi Renzo e il colosso di San Francisco Uber hanno firmato in Brasile una partnership in esclusiva per convertire a gas metano il parco auto di proprietà degli autisti partner Uber. Si parte dalle due città più presidiate al mondo dal big della sharing economy, Rio de Janeiro e

    – di Ilaria Vesentini

    La fabbrica (80% femminile) che ha combattuto chiusura e delocalizzazione. E l'ha spuntata

    La messa in mobilità era scattata il 22 settembre. Il 6 dicembre avrebbe dovuto essere l'ultimo giorno di lavoro alla Lovato Gas, fondata nel 1958 da Ottorino Lovato, poi portata avanti dai figli, dal 2008 parte di un gruppo con base aReggio Emilia. Per quattro mesi i dipendenti - inizialmente 90 più 20 interinali - hanno alternato le ore di lavoro al presidio esterno, giorno e notte, feste di Natale incluse. "Non c'era alcuna certezza che gli impianti non sarebbero stati smantellati - spiega Mo...

    – Barbara Ganz

    Powell spinge il dollaro. Bene i listini Ue, Milano chiude a +0,5%

    Le Borse europee si riprendono dalla falsa partenza della settimana e rialzano la testa complice anche il dietrofront dell'euro, in particolare dopo le dichiarazioni davanti al Congresso del prossimo presidente della Federal Reserve Jerome Powell. Il successore di Janet Yellen ha parlato di

    – di C. Condina e A. Fontana

    Brilla Landi Renzo, la controllata Safe si fonde con l'americana Cec

    Landi Renzo in gran spolvero a Piazza Affari dopo l'annuncio dell'accordo strategico per l'aggregazione tra la controllata Safe e Clean Energy Compression (Cec). Nel dettaglio, la società ha annunciato la firma dell'intera per un progetto industriale di aggregazione di Safe, attiva nella produzione

    – di Paolo Paronetto

    L'Europa cauta guarda a Madrid. Milano allunga il passo con le banche

    Chiusura contrastata per le Borse europee (segui qui l'andamento delle principali Borse europee), mentre gli investitori restano cauti in attesa di novità dalla Spagna. I listini hanno apprezzato il mancato strappo della Catalogna nei confronti dello stato centrale, ma lo stesso premier spagnolo,

    – di Eleonora Micheli

    Europa contrastata, a Milano focus su Fca. Petrolio torna sopra 50 dollari

    Chiusura contrastata per le Borse europee (segui qui i principali indici), penalizzate dall'andamento incerto di Wall Street, dopo la tripletta di record segnata dagli indici americani la vigilia. Indici che comunque si apprestano ad archiviare la settimana migliore da cinque mesi. Negli Usa

    – di Eleonora Micheli

    Chi teme l' effetto Pir sulle small cap?

    Qual è l'impatto dei Pir sul mercato azionario italiano? La raccolta (oltre i 4 miliardi) ha superato ogni aspettativa (si stima una raccolta complessiva di 10 miliardi entro l'anno) . Il visibile rally che ha portato il Ftse Mid, lo Star e l' AIM a superare, rispettivamente del 18%, del 22% e del

    – di Lucilla Incorvati

1-10 di 84 risultati