Ultime notizie:

Laiki

    La Chiesa ortodossa cipriota vuole una banca per dribblare il bail-in

    Solo nel 2013 Cipro era stato il quarto paese dell'Eurozona a dover chiedere aiuto alla troika (Ue, Bce e Fmi) per evitare la bancarotta, dopo Grecia, Irlanda e Portogallo. Una esperienza che portò al controllo dei capitali e alla prima introduzione del cosiddetto bail in (cioè il salvataggio

    – di Vittorio Da Rold

    Salvataggio banche / Lacrime e sangue a Cipro

    A cavallo tra il 2012 e il 2013, le banche di Cipro sono state messe in ginocchio dalla ristrutturazione del debito greco che ha tagliato il valore nominale dei bond del 50%, e dal crollo dei prezzi del mercato immobiliare cipriota. Una di queste, la Laiki Bank, secondo istituto dell'isola, è

    Cipro

    A cavallo tra il 2012 e il 2013, le banche di Cipro sono state messe in ginocchio dalla ristrutturazione del debito greco che ha tagliato il valore nominale dei bond del 50%, e dal crollo dei prezzi del mercato immobiliare cipriota. Una di queste, la Laiki Bank, secondo istituto dell'isola, è

    – di Pierangelo Soldavini

    Quali banche europee hanno ricevuto più aiuti pubblici? Tra il 2008 e il 2014 spesi 800 miliardi di euro

    800 miliardi di euro, sono gli aiuti con cui l'Ue ha sostenuto il settore bancario tra il 2008 e il 2014; 330 miliardi sono stati recuperati 238 miliardi di euro, è l'ammontare degli aiuti di Stato che la Germania ha elargito per il salvataggio bancario; la Germania è il Paese europeo ad aver speso la cifra più alta 4 miliardi di euro, è la somma che l'Italia ha speso per le sue banche Comincia nel 2008 la corsa dell'Europa al salvataggio delle proprie banche. Per anni i Paesi dell'Unione s...

    – Infodata

    Quei salvataggi europei da 800 miliardi di euro

    Sono stati numerosi i salvataggi di banche in Europa negli ultimi anni di bufera finanziaria, prima però che entrassero in vigore le nuove regole del bail-in.

    – Vittorio Da Rold

    L'Eurogruppo: Atene rispetti i patti

    Il giorno dopo l'annuncio a sorpresa del premier greco di voler andare al voto anticipato, sale la febbre in Europa per l'ennesima mossa di Alexis Tsipras che

    – Vittorio Da Rold

    La Grecia, la Bce e la strategia della debolezza

    Farsi più deboli per diventare più forti. Come nel judo. La mossa della Banca centrale europea,  che ha escluso i titoli greci dalle aste di liquidità minacciando implicitamente di escludere il paese dal quantitative easing e di chiudere del tutto i rubinetti della liquidità dell'Ela, l'Emergency liquidity assistance, ha sollevato molte critiche (oltre, ovviamente, a tanti elogi) da destra e da sinistra. Hanno sorpreso soprattutto i tempi: il governo greco è in carica da una decina di giorni e n...

    – Riccardo Sorrentino

    Cosa insegna la crisi greca: Berlino tira sempre tardi ma questa volta rischia grosso

    C'è una costante nel modo in cui la Germania di Angela Merkel ha affrontato i vari capitoli della crisi dei debiti sovrani dell'eurozona: rimandare nel tempo le decisioni sgradite, lanciare la palla in tribuna, prendere tempo con la segreta speranza di far digerire all'opinione pubblica tedesca i vari e inevitabili salvataggi dei cinque paesi in difficoltà che via via si sono susseguiti dal 2010. Con il risultato di far incancrenire le situazioni, far risorgere vecchi nazionalismi, rendere più s...

    – Vittorio Da Rold

1-10 di 49 risultati