Ultime notizie:

Ladj Ly

    Le peggio periferie degli altri

    Come Ladj Ly Si esce con la tachicardia dalle corse nelle banlieue di Ladj Ly. ... Quando I?miserabili è passato in concorso a Cannes, si è subito capito che era materiale combustibile e il premio della giuria quasi uno scivolo obbligato: «La banlieue l'avete sempre raccontata voi da fuori, oggi prendiamo noi la parola e ve la offriamo come vogliamo», ha precisato Ladj Ly, dove con il voi indica il cittadino francese che si immerge nella periferia con il sensazionalismo della novità sociologica,...

    – Cristina Battocletti

    «Honey Boy», Shia LaBeouf racconta la sua infanzia

    Dopo aver ottenuto il Premio della Giuria al Festival di Cannes 2019 e diversi altri riconoscimenti importanti (tra cui il César come miglior lungometraggio francese dell'anno), è ora possibile vedere anche in Italia «I Miserabili» di Ladj Ly,... Se qualche passaggio è poco incisivo e studiato a tavolino, le scene dei combattimenti sono ben girate e coinvolgenti, a dimostrazione della buona mano dell'esordiente Ladj Ly nel muovere la macchina da presa in maniera libera e concitata.

    – di Andrea Chimento

    Oggi siamo tutti diventati Miserabili

    Il film di Ladj Ly (disponibile da oggi) è un esordio strepitoso: con ispirazione libera a Victor Hugo e al Kassovitz indagatore delle banlieue in "l'odio" (ma questa volta in versione "insta") ... Lo firma Ladj Ly, quarantenne francese d'origine maliana, e pare già avere il passo del classico. ... E, al primo film, Ladj Ly ne distribuisce a pacchi.

    – di Mattia Carzaniga

    Nomination Oscar al miglior film internazionale: Les Misérables (Francia)

    Il titolo tratto da Victor Hugo è un pretesto per parlare della Francia di oggi e del mondo delle banlieue, da tempo in grande fermento, con un film fortemente adrenalinico, diretto da Ladj Ly e presentato in concorso al Festival di Cannes. Un'opera impegnata dal punto di vista sociale e politico,

    Festival di Cannes, la Palma d'oro ai parassiti

    Ha vinto a sorpresa la pellicola più coraggiosa e innovativa, ironicamente spietata nell'offrire uno squarcio sociale del proprio Paese , come un tempo sapeva fare la commedia all'italiana: Parasite di Bong Joon Ho.Il regista sudcoreano dà luce a una famiglia di impostori, che vive in uno

    – di Cristina Battocletti

    Parasite di Bong Joon Ho vince la Palma d'oro al Festival di Cannes

    Il film Parasite del regista sudcoreano Bong Joon Ho, ha vinto la Palma d'oro del 72/mo festival di Cannes 2019. Emily Beckham, per il film Little Joe di Jessica Hausner, ha vinto il premio come migliore attrice. Miglior attore Antonio Banderas, per Dolor y gloria di Pedro Almodovar. I fratelli

    Festival di Cannes, ecco i favoriti per la Palma d'oro

    Il Festival di Cannes 2019 volge alla conclusione: questa sera verranno consegnati i premi ufficiali e appassionati e addetti ai lavori di tutto il mondo sono alle prese con il loro personalissimo toto-Palma.Quest'anno è ancora più difficile capire chi potrebbe portarsi a casa il premio principale,

    – di Andrea Chimento

    «Roubaix, une lumière», un poliziesco di grande umanità

    Il cinema francese continua a parlare d'attualità, concentrandosi sugli scontri e le violenze che caratterizzano le città transalpine: dopo «Les Misérables» di Ladj Ly, primo film "di casa" presentato in concorso a Cannes, è arrivato ora il turno di «Roubaix, une lumière», firmato da Arnaud

    – di Andrea Chimento

1-10 di 13 risultati