Ultime notizie:

Kore-eda Hirokazu

    Oscar 2020: di virus, parassiti e maschi alfa

    Anatomia completissima delle statuette alla vigilia della consegna - con catalogo ragionato degli aspiranti, previsioni sui vincitori e auspici sudcoreani

    – di Federica Polidoro

    Più star, più sale, più registe: la Festa di Roma prova a insidiare Venezia

    La kermesse capitolina compie 14 anni e sfida, nei fatti, il festival lagunare: 18 location, 8 red carpet, 19 film diretti da donne e soprattutto l'ultima fatica di Martin Scorsese, The Irishman. Che è anche un'apertura ufficiale a Netflix. In lieve aumento anche il budget: 3,8 milioni. Confermato il premio del pubblico Bnl

    – di Eugenio Bruno

    «Joker», un clown pazzo da Leone

    Il miglior film è «Joker» di Todd Phillips con Joaquin Phoenix. Luca Marinelli, protagonista di «Martin Eden» di Pietro Marcello, vince la Coppa Volpi

    – di Cristina Battocletti

    Venezia, primo bilancio del festival: vince Joker

    L'interpretazione da Oscar di Phoenix, il De Filippo contemporaneo di Martone, il bel «J'accuse» di Polanski. Ma alla Giuria potrebbe piacere lo psichedelico film di Larraín

    – di Cristina Battocletti

    Venezia: La verità di Kore-eda non fa troppo male

    La Mostra del cinema di Venezia si inaugura con una commedia agro-dolce del pluripremiato regista giapponese. Ottimi attori, e non solo Deneuve e Binoche, ma la pellicola non è all'altezza di "Un affare di famiglia", vincitore della Palma d'oro

    – di Cristina Battocletti

    Venezia, al via la Mostra del cinema con Deneuve e Binoche

    La 76esima edizione del festival di Venezia si apre con il film di Kore-eda Hirokazu. Sono già al Lido Scarlett Johansson, Liv Tyler e Brad Pitt. Alla cerimonia non ci sarà Mattarella, impegnato nella crisi. Atteso Joaquin Phoenix, in gara per l'Oscar, con il suo Joker

    – di Cristina Battocletti

    Cannes '71: il delizioso film dei ladruncoli giapponesi che va verso la Palma

    I legami affettivi contano più di quelli di sangue, sostiene Kore-eda Hirokazu in Shoplifter, ovvero taccheggiatori, delizioso film che dirotta l'attenzione del regista giapponese ancora una volta sulle dinamiche familiari nel Giappone contemporaneo - l'ultima opera è Ritratto di famiglia con tempesta (2016) - e ancora una volta ponendo la telecamera ad altezza di bambino e dell'adulto in cui alberga tenacemente un riflusso infantile. La prima immagine della pellicola è sfocata, come la verità ...

    – Cristina Battocletti

    Cannes: la famiglia irregolare e solidale di Kore-eda Hirokazu

    I legami affettivi contano più di quelli di sangue, sostiene Kore-eda Hirokazu in Shoplifter, ovvero taccheggiatori, delizioso film che dirotta l'attenzione del regista giapponese ancora una volta sulle dinamiche familiari nel Giappone contemporaneo - l'ultima opera è Ritratto di famiglia con

    – di Cristina Battocletti

    L'amore estensibile di un padre: "Father and son" di Kore-eda Hirokazu indaga sulla genitorialità

    L'amore estensibile di un padre: "Father and son" di Kore-eda Hirokazu indaga sulla genitorialità Quanto conta ritrovare nei lineamenti infantili la prosecuzione dei propri? Più che la storia paradossale, ma purtroppo spesso reale, dello scambio in culla, Father and son di Kore-eda Hirokazu pone al centro del film domande capitali sulla genitorialità, ispessita dai mali del nostro tempo. L'immaturità verso gli affetti, l'egoriferimento e la realizzazione professionale come autoassoluzione dalle ...

    – Cristina Battocletti

1-10 di 17 risultati