Persone

Ken Loach

Kenneth (meglio noto come Ken) Loach è nato il 17 giugno del 1936 a Nuneaton (Inghilterra) ed è un regista cinematografico inglese.

E' il vincitore della Palma d'oro del festival di Cannes del 2016.

Figlio di una famiglia di umili origini, terminati gli studi universitari ha iniziato a lavorare come aiuto regista prima all'ABC Television e poi alla BBC, per dedicarsi successivamente alla realizzazione di diversi serial televisivi e documentari.

Negli anni '90 emerge agli occhi della critica con film di successo come "Terra e libertà" (1995) che gli è valso ben tre premiazioni al Festival di Cannes.

Nel 1994 vince il Leone d'Oro alla carriera al Festival di Venezia.

Il 28 maggio del 2006 ottiene con "Il vento che accarezza l'erba", la la Palma d'oro al Festival di Cannes.

Nel 2014 conquista l'Orso d'oro alla carriera al Festival internazionale del cinema di Berlino.

Il 22 maggio del 2016 vince, col film "I, Daniel Blake" (2016) la sessantanovesima edizione del prestigioso Festival di Cannes.

Kenneth Loach vanta la produzione di numerosi film di successo per il cinema e la televisione, è sposato dal 1962 con Lesley Ashton ed è padre di cinque figli, Stephan (1963), Nicholas (1965, scomparso a causa di un incidente stradale nel 1971), Hannah (1967), James (1969) ed Emma (1972).

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Mostre | Festival di Cannes | Kenneth Loach | Palma d'oro | Ken Loach | Inghilterra | Bbc | Lesley Ashton | Daniel Blake | ABC Television |

Ultime notizie su Ken Loach

    Cannes '72: primo bilancio di un buon festival

    E' passato a miglior vita, si dice spesso quando muore qualcuno. Ma alla 72esima edizione del Festival di Cannes il trapasso si è trasformato in una condizione transitoria. Così almeno sembrano raccontare i film in gara alla kermesse più sfarzosa e divistica (oltre che pessimamente organizzata) del cinema, che ha aperto con la commedia horror di Jim Jarmusch I morti non muoiono. Non sarà forse l'opera migliore del regista americano, ma ha divertito la sala e ha portato sul tappeto rosso Selena Go...

    – Cristina Battocletti

    Ken Loach a Cannes: "Questo capitalismo è intollerabile"

    Arriva con il braccio appeso al collo, Ken Loach, fingendo scherzosamente di essere uscito da una scaramuccia con i fascisti. Il regista britannico, nonostante le indubbie doti da cineasta, che a Cannes gli hanno fatto vincere due Palme d'oro - Il vento che accarezza l'erba (2006) e I, Daniel Blake (2016) -, non smette mai di essere un animale politico. Riconoscendo di aver davanti a sé italiani, chiede un po' sarcastico: «E Salvini?» e ridacchia. Loach porta in gara alla 72ª edizione del festiv...

    – Cristina Battocletti

    Festival di Cannes, quanto è viva la stagione morta

    E' passato a miglior vita, si dice spesso quando muore qualcuno. Ma alla 72esima edizione del Festival di Cannes il trapasso si è trasformato in una condizione transitoria. Così almeno sembrano raccontare i film in gara alla kermesse più sfarzosa e divistica (oltre che pessimamente organizzata) del

    – di Cristina Battocletti

    Famiglie alle prese con la povertà nel dramma di Ken Loach

    L'impegno sociale di Ken Loach non passa mai di moda: il regista inglese, classe 1936, torna sulla Croisette (tre anni dopo la conquista della Palma d'oro con «Io, Daniel Blake») con «Sorry We Missed You», film che conferma quanto il suo cinema riesca a essere sempre attuale e capace di far

    – di Andrea Chimento

    Ken Loach: «Questo capitalismo è intollerabile»

    CANNES - Arriva con il braccio appeso al collo, Ken Loach, fingendo scherzosamente di essere uscito da una scaramuccia con i fascisti. Il regista britannico, nonostante le indubbie doti da cineasta, che a Cannes gli hanno fatto vincere due Palme d'oro - Il vento che accarezza l'erba (2006) e I,

    – dalla nostra inviata Cristina Battocletti

    Cannes '72: polemica politica per la Palma onoraria ad Alain Delon. Stasera si inizia con la commedia antitrumpiana di Jim Jarmusch

    La Croisette si è riempita di zombie in attesa che Bill Murray, Tilda Swinton e Selena Gomez calchino questa sera il tappeto rosso della 72esima edizione del festival di Cannes. Attesi Tarantino con Leonardo DiCaprio e Brad Pitt, SLY, Maradona ed Elton John Polemica politica e un tappeto rosso di grande spolvero stellare: la 72esima edizione del festival di Cannes parte sotto il migliore degli auspici. Il direttore artistico Thierry Frémaux ha messo a segno in questa edizione parecchi colpi ...

    – Cristina Battocletti

    Cannes apre nel segno degli zombie e della polemica politica

    Polemica politica e un tappeto rosso di grande spolvero stellare: la 72esima edizione del festival di Cannes parte sotto il migliore degli auspici. Il direttore artistico Thierry Frémaux ha messo a segno in questa edizione parecchi colpi gobbi, che forse faranno risalire la china e recuperare lo

    – di Cristina Battocletti

    "Le invisibili" è Full Monty tra le senza tetto

    Come fiere lumache, ogni giorno le protagoniste de Le invisibili di Louis-Julien Petit trascinano con sé dal centro diurno Envol al dormitorio notturno di una Francia imprecisata carrellini della spesa, valigie obsolete, borse plastificate cariche di vestiti, fotografie, ricordi. Il portamento femminile l'hanno lasciato a chi non ha pesi da scarrozzare quotidianamente, la loro pelle è ispessita dal freddo, i vestiti improntati alla praticità. Ma ci sono lussi per cui sono disposte a fare chilom...

    – Cristina Battocletti

1-10 di 222 risultati