Ultime notizie:

Johann Wolfgang

    Belle époque

      Le classi "colte" del passato, pur tra terribili epidemie (dalla Peste nera del 1347-52 che dimezzò la popolazione, alla Spagnola del 1918 con decine di milioni di morti) sapevano come star bene, malgrado certi vizietti che ringalluzzivano il diavolo nei Salotti letterari. Ad esempio andando a

    Leonardo e l'edificazione del suo mito

    La Biblioteca Nazionale Fiorentina fa il punto su come è mutata la sua immagine, da fine Settecento fino alla vigilia della Seconda guerra mondiale

    – di Valeria Ronzani

    5 libri da regalare a viaggiatori sedentari

    L'Italia vista da un russo, gli onsen giapponesi, provati da una coppia di australiani, il freddo gelido della Mongolia narrato da un giornalista italiano: grandi viaggiatori, di oggi e di ieri, raccontano

    – di Antonio Armano

    Tutte le ragioni per le quali Berlino difende la Nato (tra queste la force de frappe francese)

    L'incontro dei capi di Stato e di governo della Nato questa settimana a Londra sarà l'occasione per festeggiare i 70 anni dell'organizzazione militare. I sentimenti sono contrastanti. Le tensioni tra i paesi membri non mancano. Conosciamo bene quelle tra gli Stati Uniti e i paesi europei. Conosciamo meno bene quelle che serpeggiano tra Parigi e Berlino. In una ormai nota intervista a The Economist, il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che la Nato è in uno "stato di morte cerebral...

    – Beda Romano

    Luigi, il master Nib e il Rione Sanità

    Caro Diario, giusto una settimana fa sono stato a Salerno, alla bellissima Stazione Marittima progettata dallo studio dell'architetta anglo-irachena Zaha Hadid, per incontrare architette/i e ingegneri che stanno frequentando il Master NIB in Progettazione|BIM & Architettura|Ambiente. Ad accompagnarmi alla scoperta di questo nuovo interessante micromondo è stato Luigi Centola, salernitano per nascita e anche un po' per cultura, architetto per professione e connettore per vocazione, nel senso che ...

    – Vincenzo Moretti

    Anche i tedeschi si prendono in giro - Piccola guida all'autoironia in Europa

    Goethe riteneva i propri connazionali severi, magari anche oppressivi. In Wilhelm Meisters Lehrjahre (Gli anni di apprendistato di Wilhelm Meister) il poeta scriveva dei tedeschi: «Diventano pesanti su tutto, tutto su di loro diviene pesante». Eppure anche i tedeschi riescono a prendersi in giro, seppur in modo spesso burocratico e intirizzito. Per il trentesimo anniversario della Caduta del Muro, il governo federale ha preparato una serie di filmati trasmessi su Internet e alla televisione in c...

    – Beda Romano

    Goethe: «Sono nato quasi morto»

    «Il 28 agosto 1749, alle dodici in punto, venni al mondo a Francoforte sul Meno. La costellazione era propizia; il sole, al culmine per quel giorno, era nel segno della Vergine; Giove e Venere lo osservavano benevoli, Mercurio non era ostile, Saturno e Marte erano indifferenti: solo la luna, ormai

    – di Piero Boitani

1-10 di 31 risultati