Persone

Joe Biden

Joseph Robinette Joe Biden Jr è un politico americano. Attuale 47esimo Vicepresidente di Barack Obama, è il primo cattolico a ricoprire questa carica. In passato ha rinunciato più volte alla corsa alle elezioni primarie. Ex senatore del Delaware, è stato sostituito nel 2009 da Ted Kaufman.

Joe Biden si è laureato in giurisprudenza nel 1965 a Newark e ha conseguito la specializzazione in legge nel 1968 a New York. Dopo la morte della prima moglie e della figlia in un incidente stradale, nel 1973 Joe Biden è stato eletto senatore per il Partito Democratico in rappresentanza dello Stato del Delaware, carica che ha conservato fino al 2009, quando è diventato vicepresidente degli Stati Uniti. Nel 1988 si è candidato alle primarie presidenziali nelle fila dei Democratici, ma è stato sconfitto da Michael Dukakis.

Durante la sua carriera è stato Presidente di diverse Commissioni parlamentari e dal 1997 guida quella per gli Affari Esteri. Nel 2004 e nel 2008 ha rinunciato alla corsa per le primarie, ma in quest’ultima occasione Barack Obama lo ha nominato suo Vicepresidente.
Joe Biden è convolato a seconde nozze e ha quattro figli, due dei quali avuti dal primo matrimonio.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Joe Biden Jr | Vicepresidente | Primarie | Barack Obama | Stati Uniti d'America | Ted Kaufman | Michael Dukakis | Pd | Joseph Robinette |

Ultime notizie su Joe Biden

    L'interesse nazionale non è nazionalismo

    La crisi libica ha generato molti effetti negativi, ma ha anche riportato la politica estera al centro del nostro dibattito pubblico. La politica estera consiste nella proiezione esterna di un interesse nazionale. Essa è tanto più efficace quanto più quell'interesse nazionale è condiviso. Ciò non sembra essere il caso dell'Italia

    – di Sergio Fabbrini

    Usa, Trump in stato di accusa: la Camera dice sì all'impeachment

    E' solo il terzo Presidente nella storia Usa a essere incriminato dal Congresso. Il voto dei deputati ha rispettato le divisioni di partito, con sole due defezioni tra i democratici e i repubblicani compatti in difesa della Casa Bianca. L'opinione pubblica è a sua volta spaccata a metà su una rimozione di Trump. La parola passa ora al Senato per il processo a gennaio

    – di Marco Valsania

    La Camera vota l'impeachment, Trump: «E' una caccia alle streghe»

    Il voto della Camera (in serata a Washington) è l'ultimo passo per l'apertura del processo a carico del presidente «per abuso di potere e ostruzione al Congresso» per l'Ucrainagate. Ma dopo il dibattimento al Senato per arrivare alla condanna non basteranno i voti dei Democratici

    – di Luca Veronese

    Ucraina(gate), lo strano caso del signor Zelensky

    La carriera politica formale del leader ucraino è incominciata a fine 2018, solo quattro mesi prima del suo giuramento da presidente, quando ha aperto la sua non comune campagna elettorale. Tuttavia il suo reale ingresso nel mondo della politica risale all'autunno del 2017 con "Il servitore del popolo", una sitcom recitata e prodotta da lui

    – di Ugo Tramballi

1-10 di 445 risultati