Ultime notizie:

Jerome Powell

    Borse, che cosa lascia in eredità la peggior settimana dell'anno

    La guerra dei dazi ha ripreso la scena dei mercati finanziari. Le tensioni tra Cina e Stati Uniti, sfociate in nuove tariffe Usa alle importazioni cinesi, hanno fermato i listini azionari che correvano da inizio anno. I dati economici diffusi la scorsa settimana non hanno avuto la forza di

    – di Marzia Redaelli

    Borse e spread nella morsa di dazi e voto Ue: le mosse per il risparmiatore

    Elezioni europee. Una variabile rilevante per le Borse. Il voto (previsto tra il 23 e il 26 maggio prossimi), a causa della sfida dei partiti anti-europeisti, potrebbe segnare una svolta nell'Unione europea. O, perlomeno, modificarne gli assetti. Una possibilità, a fronte della partita a scacchi

    – di Vittorio Carlini

    Trump e i tweet esplosivi, storia di una relazione pericolosa per i mercati

    NEW YORK -Quello su negoziati e dazi sulla Cina è stato solo l'ultimo. L'ultimo degli esplosivi tweet di Donald Trump a scuotere i mercati, a cominciare da Wall Street ma non solo. Lo stile impulsivo e polemico di Donald Trump, se allarma politici e mass media, tiene spesso sul chi vive anche

    – di Marco Valsania

    Borse sospese tra crescita e banche centrali

    L'illusione della botte piena (crescita moderata) e la moglie ubriaca (tassi di interesse premuti verso lo zero) è durata poco sulle borse : la Federal Reserve, la banca centrale americana, ha affermato che il calo dell'inflazione è temporaneo e, quindi, ha indirettamente escluso la diminuzione del

    – di Marzia Redaelli

    Fed, troppi sgambetti rischiano di fare danni

    La Federal Reserve americana continua a fare sgambetti all'economia e ai mercati, offrendo informazioni opache e fuorvianti sul corso della politica monetaria. E' una condotta che produce danni, sia in termini di andamenti macroeconomici, che di tutela della stessa indipendenza della banca centrale

    – di Donato Masciandaro

    L'incognita voto Ue fa tornare il pessimismo su Borse e spread

    Aumenta il pessimismo degli operatori finanziari nel mese di aprile. E' quanto rileva il sondaggio di aprile condotto da Assiom Forex tra i suoi associati in collaborazione con il Sole 24 Ore Radiocor: se un mese fa l'87% degli operatori vedeva gli indici azionari in crescita nel corso dei prossimi

    – di Corrado Poggi

    Oro invece di dollari. La Russia traina la corsa all'oro delle banche centrali

    L'assalto all'oro da parte delle banche centrali prosegue anche nel 2019. Dopo il boom di acquisti dell'anno scorso - un record da oltre cinquant'anni, legato in buona parte alla diversificazione dal dollaro - il settore ufficiale nel primo trimestre ha accumulato altre 145,5 tonnellate di

    – di Sissi Bellomo

    Perché il dollaro resta forte nonostante la svolta Fed sui tassi

    Le decisioni di politica monetaria hanno impatto su tutte le classi di investimento ma sicuramente valute e obbligazioni tendono ad esserne maggiormente influenzate dalle mosse dei banchieri centrali. Una strategia espansiva come può essere un taglio dei tassi ha in genere l'effetto di abbassare i

    – di Andrea Franceschi

    Fed e petrolio pesano sui listini Ue, Milano chiude a -0,78%, male Saipem

    Dopo la sosta per il primo maggio, i listini europei hanno ripreso le attività per la prima giornata di contrattazione del mese scontando la delusione per le parole del presidente della Fed Jerome Powell, che è sembrato escludere un possibile taglio dei tassi (invocato a gran voce da Donald Trump)

    – di A. Fontana e C.Poggi

    La Fed di Powell ai ferri corti con Donald Trump

    New York - Per la Banca centrale americana questi potrebbero a prima vista sembrare giorni facili. Giorni d'una politica monetaria incaricata di presidiare un'economia che fa meglio del previsto, allontanando quantomeno spettri di imminenti rovesci. Invece no. E il dilemma e' oggi sempre piu' tutto

    – di Marco Valsania

1-10 di 214 risultati