Ultime notizie:

Jeremy Rifkin

    Il significato nuovo della sussidiarietà

    «Nessuna società è mai riuscita a creare prima un mercato o uno Stato e poi una comunità. E' invece da una comunità forte e solidale che possono svilupparsi e funzionare Stato e mercato»: così ammoniva Jeremy Rifkin, sollevando uno dei principali problemi della contemporaneità, quello della

    – di Giorgio Vittadini

    Rivoluzione digitale con Maria Chiara Carrozza

    La prima ebbe come epicentro l'Inghilterra verso la fine Settecento e fu dominata dalla diffusione della macchina a vapore. La seconda, da metà diciannovesimo secolo, fu accompagnata dal crescente protagonismo delle macchine elettriche e si spinse ben al di fuori dei confini inglesi. Mentre la terza (le ha dedicato un libro l'economista statunitense Jeremy Rifkin), accompagnata dalla nascita del computer, viene solitamente collocata nella seconda metà del Novecento. La definizione di "rivoluzio...

    – Alberto Di Minin

    La modernità radicale come evo del conflitto e dell'ambivalenza (2003) #LungaLettura #LongRead

    Le uniche "cose" prevedibili, con riferimento alla vita, all'Umano, ai sistemi sociali (e alla loro iper-complessità), sono proprio?l'imprevedibilità e l'errore. (Dominici, 1998, 2003 e sgg.)   In questo tempo sospeso e surreale, illusi da quella che chiamo "simulazione della prossimità", abbiamo (forse) più tempo per riflettere, pensare, evadere con la lettura e la creatività /immaginazione (anche se ciò, evidentemente, non vale per le tantissime persone in difficoltà?); abbiamo (forse) più t...

    – Piero Dominici

    Il lavoro ben fatto {Note a Margine)]

    I contenuti aggiuntivi Le recensioni su Amazon Tutte le recensioni Il libro su Amazon Caro Diario, ho pensato di condividere con te speranze, desideri, appuntamenti, ricordi, recensioni, aneddoti, perché no, delusioni, insomma tutto, o quasi, quello che accade prima, durante e dopo la scrittura di un libro come Il lavoro ben fatto. Che cos'è, come si fa e perché può cambiare il mondo. Passa parola. LA NUOVA NOTA Obama, la mail e il lavoro ben fatto Torna alle Note Caro Diario, stamattina la ...

    – Vincenzo Moretti

    Uomini contro robot: una sfida win win

    Uomini contro robot, lavoro contro automazione, conservazione contro rivoluzione. Sfide che almeno da duecento anni caratterizzano la società moderna. Venticinque anni fa, nel 1995 agli inizi della rivoluzione di Internet, uno dei più affermati saggisti americani, Jeremy Rifkin, scrisse un libro con un titolo terribilmente esplicito: "La fine del lavoro". La teoria di Rifkin, peraltro con almeno due secoli di ritardo rispetto alla prima vera rivoluzione industriale, era che la civiltà delle ma...

    – Gianfranco Fabi

    La polizza si sposta dai mezzi alle persone

    Difficile dire se «L'era dell'accesso» di Jeremy Rifkin riguarderà anche il settore auto. Certo è che "possedere" una macchina, per le nuove generazioni, non sarà più un "must": meglio condividere o utilizzare altri mezzi più ecologici. Non a caso il tasso di immatricolazioni e il numero di patenti

    – di Federica Pezzatti

    Made in Italy, la milanese De Nora porta l'acqua potabile a Hong Kong

    De Nora alla conquista delle acque di Hong Kong: la «multinazionale tascabile» milanese realizzerà avanzati sistemi di depurazione presso dieci impianti di trattamento del Water Supply Department of Hong Kong S.A.R. (sette con il contractor REC-Chevalier e tre con la giapponese Torishima). Un

    – di Stefano Carrer

    Salone del libro, le cinque cose da vedere oggi

    Se ieri era stato difficile scegliere i cinque appuntamenti più interessanti del Salone del libro di Torino, oggi farlo sarebbe davvero un peccato. Dunque abbiamo deciso di allargarci un po': ecco i cinque, anzi otto, incontri da seguire, al lettore il compito di sdoppiarsi. Si comincia alle 11

    – di Lara Ricci

    L'Economia circolare per superare l'«usa e getta»

    La crisi economica, i moniti della Bce e il revival del protezionismo. I fattori di criticità sono questi e le prospettive non paiono rosee. E se la politica fosse, per una volta, più avanti dell'economia? Non capita spesso, ma stavolta pare vi siano i presupposti. Il tema è internazionale,

    – di Roberto Da Rin

1-10 di 92 risultati