Persone

Jeremy Corbyn

Jeremy Bernard Corbyn nato a Chippenham il 26 maggio 1949 è un politico inglese. Dal 2015 è leader del partito Laburista e dell'opposizione e dal 1983 membro della Camera dei comuni. Alle elezioni dell’8 giugno 2017 il leader Labour che ha riportato il partito ai livelli del 2010 recuperando una trentina di seggi, ha invitato Theresa May, che ha perso voti e seggi, a dimettersi: “It is time for Theresa May to go”.

Figlio di un ingegnere e di una insegnante di matematica conosciutisi durante la Guerra civile spagnola, Jeremy cresce in un clima di attivismo politico destinato a segnarne tutte le scelte future. Dopo essere stato funzionario sindacale, diventa deputato nel collegio londinese di Islington a 34 anni.

Le sue cause spaziano dai diritti dei lavoratori alla pace in Irlanda del Nord e in Palestina. Per il leader sudafricano Nelson Mandela, allora in cella nelle galere del regime razzista sostenuto dai governi di Margaret Thatcher, si fa pure arrestare. Difensore del disarmo nucleare, contrario all'interventismo militare, é radicale anche nella vita privata.

Vegetariano, astemio e ambientalista, si è sposato 3 volte: la seconda moglie, Claudia Bracchitta, origini italiane, gli ha dato tre figli e ha divorziato nel 1999, pare per aver voluto iscrivere uno dei ragazzi alla scuola privata. L'attuale consorte è cilena e gli ha portato in dote il micio El Gato. La svolta nel suo destino arriva nel 2015, quando viene eletto a sorpresa leader dei laburisti, sull'onda del rifiuto dilagante nella base verso ex blairiani liberal.

Durante la campagna elettorale per le elezioni anticipate dell’8 giugno 2017 volute dalla premier May Corbyn, il leader molto amato dai giovani, riempie le piazze e conquista consensi. Il suo programma prevede investimenti pubblici, rilancio del welfare, aumento delle tasse sui ricchi e una soft brexit.

Ultimo aggiornamento 09 giugno 2017

Ultime notizie su Jeremy Corbyn

    Brexit, May pronta al quarto voto: «Ultima chance per un accordo con la Ue»

    Ultima chance per Brexit: la premier Theresa May oggi ha lanciato nuove proposte per convincere il Parlamento ad approvare l'accordo di recesso e portare la Gran Bretagna fuori dall'Unione Europea, offrendo in cambio ai deputati di Westminster la possibilità di votare su un secondo referendum.

    – di Nicol Degli Innocenti

    Brexit, May promette una nuova proposta «coraggiosa» al Parlamento

    In extremis - e ancora una volta - la premier britannica ci prova a evitare una Brexit senza accordo, con la promessa - che in realtà è un accorato appello a Westminster - di una proposta «coraggiosa» nel testo «rivisto e corretto» che intende sottoporre ai parlamentari i primi di giugno.

    Tre fantasisti hanno in mano le chiavi della politica britannica

    Theresa May e Jeremy Corbyn non sono riusciti a raggiungere un accordo di compromesso sulla Brexit da proporre al Parlamento. Dopo un lungo e infruttuoso negoziato con i laburisti, la premier britannica si prepara dunque a presentare per la quarta e ultima volta all'inizio di giugno il proprio piano con Bruxelles nella speranza che, davanti a un'assenza di alternative reali, essendo esaurito ogni altro percorso, i Parlamentari si mettano una mano sulla coscienza e votino la semi-Brexit pronta e ...

    – Marco Niada

    Settimana positiva per Piazza Affari nonostante caro-spread, corre la Juve

    La settimana delle Borse europee si è chiusa su toni positivi, nonostante alcune battute d'arresto, con ampia parte dei settori in rialzo, in particolare quello della chimica (+2,67%), dell'oil & gas (+3,74%) e della tecnologia (+3,14%). Più debole il comparto auto (-1,18%), penalizzato

    – di Andrea Fontana e Stefania Arcudi

    Brexit, falliti i negoziati Corbyn-May

    Addio alla speranza di un accordo su Brexit tra conservatori e laburisti. Il leader dell'opposizione Jeremy Corbyn ha posto fine ai negoziati tra i due partiti, dando la colpa del fallimento alla «crescente debolezza e instabilità» del Governo.

    – di Nicol Degli Innocenti

    Piazza Affari giù con auto e banche. Sterlina ai minimi dopo rottura May-Labour

    Borse europee (seguine qui l'andamento) in calo nell'ultima seduta settimanale dopo la buona performance di ieri, arrivata con il terzo rialzo di fila di Wall Street, mentre dalla Cina arrivano indiscrezioni di una sostanziale indisponibilità di Pechino a proseguire nei colloqui senza segnali di

    – di Andrea Fontana

    Brexit, il Regno Unito voterà alle europee. Ecco cosa cambia

    Il Regno Unito parteciperà alle elezioni europee del 23-26 maggio. Lo scenario, sempre più probabile, è stato confermato da David Lidington, ministro del Gabinetto e vice di fatto della premier Theresa May. Le ultime speranze di evitare il voto per l'Eurocamera erano appese ai round di negoziati

    – di Alberto Magnani

    Gran Bretagna, valanga anti-Tories alle amministrative. Giù anche il Labour

    LONDRA - Effetto Brexit sulle elezioni amministrative in Gran Bretagna. Gli elettori hanno punito sia il partito conservatore al potere che i laburisti all'opposizione. I liberaldemocratici e i Verdi, entrambi partiti dichiaratamente pro-Unione Europea, hanno vinto centinaia di seggi in più del

    – di Nicol Degli Innocenti

1-10 di 241 risultati