Ultime notizie:

Jeff Buckley

    Brad Mehldau interpreta i Beatles

    Da Roma Beatrice Rana nel Concerto per pianoforte e orchestra di Robert Schumann. A bergamo l' l'opera di Gaetano Donizetti Marino Faliero

    – di Angelo Curtolo

    Roma di Vittorio Giacopini

    (una recensione parziale) Il romanzo Roma di Vittorio Giacopini (ilSaggiatore, ?21) è una congiunzione. Una vocale che nelle oltre 400 pagine viene ripetuta e a furia d'essere espirata - repetita iuvant ma certo bisognerebbe sapere, giova a chi? - compone un romanzo-e: con la vocale che ti entra in testa una, due, tre, cento, mille volte, e così lobotomizzante che alla fine si tramuta in "ancora" e ancora e ancora. E ti strozza, o t'affoga, dipende da come je gira a Lucio alias l'abominevole ...

    – Mauro Garofalo

    Il decadente necessario

    L'ultimo, lapidario commento globale lo fece poco meno di un mese fa, chiudendo in modo definitivo il dibattito sull'opportunità del Nobel all'amico (e alter ego nella narrazione dell'epica americana) Bob Dylan: «It's like pinning a medal on Mount Everest for being the highest mountain». Giovedì

    – di Riccardo Piaggio

    Addio a Leonard Cohen, uno scrittore prestato alla canzone

    Ha fatto in tempo a vedere pubblicato «You want it darker», il suo oscuro e sofferto testamento poetico-musicale, il suo grande amico Bob Dylan insignito del Nobel per la letteratura e Donald Trump eletto presidente degli Stati Uniti. Il mondo è cambiato da come credevamo di conoscerlo fino a due

    – di Francesco Prisco

    Angeli caduti a passo d'uomo

    Standard, senza essere mainstream. Il trentasettesimo album in studio di Bob Dylan, prodotto dal suo ultimo alter ego Jack Frost (allegoria dell'Inverno), è la seconda antologia di Dylan dedicata a Frank Sinatra, da lui inteso come l'archetipo, solo apparentemente rassicurante, della frontiera e

    – di Riccardo Piaggio

    Angeli caduti a passo d'uomo

    Standard, senza essere mainstream. Il trentasettesimo album in studio di Bob Dylan, prodotto dal suo ultimo alter ego Jack Frost (allegoria dell'Inverno), è la seconda antologia di Dylan dedicata a Frank Sinatra, da lui inteso come l'archetipo, solo apparentemente rassicurante, della frontiera e

    – Riccardo Piaggio

    Non è mai troppo tardi per imparare le lingue

    Da qualche tempo sui media imperversa al ritmo dell'inconfondibile sound di Jeff Buckley il nuovo spot pubblicitario di un importante gestore telefonico il cui

    – Cesare Balbo

    Come Brad Mehldau ha salvato il jazz

    Brad Mehldau è il pianista più influente degli ultimi venti anni, ha scritto il New York Times. I puristi del jazz tendono a dissentire, ma in realtà hanno ragione entrambi, fan e critici. Mehldau è la cosa migliore capitata al jazz da parecchio tempo a questa parte proprio perché si è allontanato

    – Christian Rocca

    La fame d'amore di Sarah Kane

    Del mondo aveva, moralmente, una visione catastrofica senza speranza. Chiuse la sua vita con l'implorazione: "per favore aprite le tende", una richiesta e un bisogno di luce che potesse illuminare la sua esistenza. Una luce disperata sulla scrittura di Sarah Kane, la drammaturga inglese morta

    – Giuseppe Distefano

    Nel cognome del padre

    Non è una buona idea, anche se potrebbe sembrarlo. Se nasci figlio di una popstar, studia architettura o medicina, ma lascia perdere la musica.Avrai pure

    – di Stefano Pistolini

1-10 di 19 risultati