Ultime notizie:

Jean Pierre Mustier

    La gamba tesa del governo su Telecom, Autostrade, Borsa, eccetera eccetera. Il primo verdetto per la Juve di Pirlo

    Partiamo dai conti semestrali delle banche: come previsto molto buoni, con il ceo di Intesa Carlo Messina che non nasconde l'ambizione di versare un doppio dividendo l'anno prossimo (quello sul 2019 bloccato da Bce e quello 2020 nel frattempo maturato) e pure il cautissimo collega di UniCredit Jean Pierre Mustier annunciare "soddisfazioni extra" per i suoi soci.

    – Marco Ferrando

    Ogni anno chiudono mille filiali bancarie. Cosa faranno i bancari?

    Per garantire il presidio del territorio il gruppo guidato da Jean Pierre Mustier ha immaginato un modello alternativo di erogazione dei servizi che prevede l'implementazione di Atm evoluti per consentire le operazioni effettuate allo sportello e la gestione consulenziale della clientela da remoto.

    – di Cristina Casadei

    Dopo Ubi Banca, via alle fusioni: il ruolo di Mps, Sondrio, Bpm, Bper

    L'offerta di Intesa per Ubi Banca ha dato il calcio d'inizio al processo di consolidamento delle banche in Italia, ieri protagoniste di una giornata di forti rialzi. Ora resta da capire quali saranno le possibili unioni. I protagonisti dei matrimoni, almeno quelli, sono invece già definiti. Sicuramente in lizza ci sono il BancoBpm, Montepaschi ma anche Bper e, infine, la Popolare di Sondrio. Su tutte vigila infine UniCredit, malgrado l'amministratore delegato Jean Pierre Mustier Mustier abbia s...

    – Carlo Festa

    UniCredit, Intesa, Bnp: le banche che rischiano di più se Aspi va in default

    La revoca della concessione ad Autostrade per l'Italia, oltre a bloccare gli investimenti sulla rete italiana, avrebbe un altro effetto altrettanto dirompente: mandare in default l'azienda. Il che, tradotto, vorrebbe dire rendere inesigibili circa 10 miliardi di debito in capo ad Aspi e altri 9 miliardi riferibili alla controllante Atlantia

    – di Laura Galvagni

    Le banche italiane hanno fatto rettifiche da Covid 19 nel 1° trimestre pari a 1,5 miliardi

    Era prevedibile visti gli effetti della pandemia. E non poteva che essere l'inizio di una lunga serie di profit warning sotto forma di rettifiche bancarie. I più tempestivi sono stati ad aprile i primi sei istituti di credito americani che hanno deciso di essere prudenti in seguito alle conseguenze economiche della pandemia da Covid 19. Come? Con sofferenze in aumento, per un totale combinato di rettifiche (loans loss provisions, LLS) pari a 23,4 miliardi di euro (25,4 miliardi di dollari), pari...

    – Vittorio Da Rold

    Le grandi società della finanza in Fase 2 ma i giganti di vetro restano vuoti

    Dal tappeto per sanificare le suole delle scarpe al pocket lunch alla scrivania, agli ascensori massimo 4 alla volta al suggerimento delle scale: decalogo post Covid ferreo per chi lavora nei grattacieli delle grandi aziende finanziarie che cominceranno a ripopolarsi nelle prossime settimane. Non c'è nessuna società, però, che immagina una presenza oltre il 30% del normale. In fase 1, presenze sotto il 10%

    – di Cristina Casadei

1-10 di 425 risultati