Ultime notizie:

Jean Guitton

    «Révolté» contro il banale

    Signor Ambasciatore di Francia, autorità tutte, signore e signori, amici e ospiti di questa splendida sede storica, questo è per me un momento di grande emozione perché costituisce la meta inattesa di un lungo itinerario condotto seguendo le varie strade di un orizzonte che ho sempre amato. Questa

    – di Gianfranco Ravasi

    @Gesù usava bene Twitter

    Ravasi: Cristo dà forti messaggi con frasi brevi. E i 10 comandamenti...

    – di Carlo Marroni

    La fede: comunicazione e testimonianza

    L'attesa Enciclica sulla fede è arrivata: Lumen fidei. Porta la data del 29 giugno, festa dei santi Pietro e Paolo, due giganti della testimonianza, due

    – di Giovanni Santambrogio

    La forza della liturgia

    L'atlante di Pecklers racconta come la ricchezza del rito cattolico si ramifichi nella letteratura, l'architettura e l'arte - Oltre ai diversi cerimoniali, c'è un'attenzione alle vesti, agli arredi, alle modalità della predicazione e alle lingue, dal latino a quelle moderne

    – Gianfranco Ravasi

    Consigli a un giovane ribelle

    A Mitterand che chiedeva: "In cinque minuti mi dica la sostanza della Sua esperienza di filosofo", Jean Guitton rispondeva: "E' la scelta tra due soluzioni: l'assurdo e il mistero". Christopher Hitchens aveva scelto la prima soluzione, denunciando la religione come "la fonte principale dell'odio in questo mondo". Insisteva Mitterand: "Ma qual è la differenza? Anche il mistero sembra assurdo!" E Guitton: "No, l'assurdo è un muro impenetrabile contro cui ci si spiaccica in un suicidio. Il m...

    – Gianfranco Ravasi

    Il mio tuffo nell'oceano di internet

    "Quando uno non cerca più, perde ciò che ha trovato. Al contrario, più si trova, più si cerca". Mi affido alle significative parole del noto filosofo francese Jean Guitton per motivare questo mio "tuffo" nel mare, anzi nell'oceano dei mondo della comunicazione, in continua e rapida trasformazione. Vorrei subito rassicurare i miei tradizionali lettori: non ho intenzione di abbandonare la carta stampata, ma l'esigenza di raggiungere le nuove generazioni, composte di abilissimi navigatori della "ga...

    – Gianfranco Ravasi

    Lo sviluppo illusorio: crescere senza bebè

    GLOBALIZZAZIONE MALTHUSIANA - Per compensare il calo demografico abbiamo forzato l'economia con mezzi prima opportuni ma insufficienti poi rischiosi e insostenibili

    – di Ettore Gotti Tedeschi

1-10 di 11 risultati