Ultime notizie:

Italia Online

    Fusione Seat-Italiaonline: verso la vendita del servizio 1254. Incarico a Fineurop Soditic

    Riassetto in vista dopo la fusione tra Seat e Italiaonline, dalla quale nascerà la prima Internet company italiana guidata dal Ceo Antonio Converti. A seguito dell'avvenuto via libera dei soci all'operazione, qualche giorno fa, l'Antitrust ha disposto la vendita del business di directory assistance 1254, che Italiaonline ha ereditato da Telecom quando è stata acquisita Matrix. Seat manterrà invece i numeri 1240 e 892424. Un mandato per la vendita sarebbe stato affidato a Fineurop Soditic, la s...

    – Carlo Festa

    Italiaonline cede la directory 1254

    Riassetto in vista dopo la fusione tra Seat e Italiaonline, dalla quale nascerà la prima Internet company italiana guidata dal Ceo Antonio Converti.

    – Carlo Festa

    Bancarotta Seat Pg, interdetti ex amministratori e sindaci

    Undici ex manager di Seat Pagine Gialle interdetti da ogni carica per dodici mesi e tre ex sindaci sospesi. Sono le misure cautelari decise dal Tribunale di Torino nell'ambito dell'inchiesta per bancarotta fraudolenta a carico dei vertici dell'azienda nel periodo 2003-2004. Il concordato

    – Monica D'Ascenzo

    L'e-commerce di Banzai bussa per entrare in Borsa e cerca i multipli sul fatturato della New Economy

    Tornerà la febbre da Internet anche in Italia? Il 2015 sarà un buon banco di prova per capire se Piazza Affari è pronta (o meno) ad accettare le società della Rete, soprattutto nel settore e-commerce. Ci ha già provato (senza successo) lo scorso anno Italia Online a cercare la strada della Borsa. Quest'anno proverà a sbarcare a Piazza Affari Banzai, la società fondata nel 2008 da Paolo Ainio e partecipata dal fondo Sator di Matteo Arpe. Si tratta di una bella scommessa visto che l'azienda ha anc...

    – Carlo Festa

    Il lato B / Lombardia batte Francia nella staffetta alla Hollande: il senior va in part-time e un giovane entra in azienda

    Era molto sensata l'idea che Hollande aveva lanciato l'anno scorso per la (sua) campagna elettorale, quella del patto generazionale, o contratto di generazione (su Jobtalk l'avevamo chiamato  il "contratto matrioska") : sgravi fiscali  alle imprese  che assumono un giovane fino a 25 anni. Con la condizione, però, di conservare il posto - sempre defiscalizzato - a un over 55. Che rimanesse in azienda a formare il nuovo arrivato.  Il progetto di legge dei contrats de génération, entrato poi nelle ...

    – Rosanna Santonocito