Ultime notizie:

Italia 1

    Mediaset, prove di intesa con Netflix. Primo sì al polo tv

    L'indiscrezione rimbalza proprio mentre a Santa Margherita Ligure il Gruppo Mediaset sta presentando i palinsesti per la stagione 2019-20. Il progetto europeo di Mediaset - la holding di diritto olandese Mfe - potrebbe aprirsi a nuovi ingressi.

    – di Andrea Biondi

    Il mercato domestico resta prioritario

    Edizioni limitate frutto della collaborazione con grandi brand; jeans che guardano sempre più alla sostenibilità ambientale; capsule collection di pezzi unici realizzati rielaborando capi iconici. Non si ferma la creatività di Roy Roger's, storico marchio di denim (dal 1952, primo in Italia)

    – di Silvia Pieraccini

    L'irresistibile ascesa delle web tv: gli abbonati sono otto milioni

    Il vero sconfitto della stagione tv 2018-2019 alla fine è proprio il televisore, emblema della tv tradizionale che fra un anno e l'altro, secondo i dati Auditel, ha perso un numero di spettatori non lontano dal milione. Per una tv tradizionale che piange (o sicuramente che non ride), c'è chi invece

    – di Andrea Biondi

    BMW Italia: dal 1° agosto Di Silvestre nuovo presidente e AD

    Massimiliano Di Silvestre (48) assumerà dal prossimo 1° agosto la carica di presidentee amministratore delegato di BMW Italia. Di Silvestre prenderà il posto di Sergio Solero che andrà a ricoprire l'incarico di vice presidente Marketing, Product and Services della divisione Aftersales di BMW AG. Di

    Chi fa carpooling taglia di 27 chili le sue emissioni. E migliora la sicurezza

    Chi fa carpooling taglia fino a 27 chilogrammi delle sue emissioni di CO2 annuali. E' quanto emerge da Zero Empty Seats, il primo studio basato sui dati di utilizzo reali di BlaBlaCar, la community di carpooling più grande del mondo composta da 70 milioni di viaggiatori che percorrono insieme

    – di Guido Romeo

    Piazza Affari recupera nel finale ma resta tensione su Usa-Cina, spread a 266

    L'inversione di tendenza di Wall Street sul finale di seduta delle Borse europee e l'allugo del prezzo del petrolio (Wti giugno a 62,3 dollari al barile, Brent luglio a 70,5 dollari al barile) dopo il calo delle scorte Usa hanno permesso ai listini continentali di rialzare la testa. Francoforte,

    – di Flavia Carletti e Andrea Fontana

1-10 di 1216 risultati