Ultime notizie:

Iss

    Quanti sono stati i contagi sul lavoro denunciati?

    Denunce COVID- Il Sole 24 Ore - Cristina Da Rold Infogram Al 30 novembre 2020 sono state 104.328 le denunce di infortunio sul lavoro a seguito di un contagio COVID-19 segnalate all'INAIL, che significa che ha riguardato il Covid una denuncia su cinque pervenuta da inizio 2020. In altre parole il 13% dei contagiati nazionali totali comunicati dall'ISS al 30 novembre ha fatto denuncia di contagio sul luogo di lavoro. I mesi più difficili sono stati marzo (il 27% delle denunce di infortunio profes...

    – Cristina Da Rold

    Terza ondata in atto, servono interventi immediati o un nuovo lockdown

    A partire dall'Rt, che fortunatamente l'Iss calcola sui soli casi sintomatici: pagando una possibile sottostima dell'indice, ma sfuggendo così alle oscillazioni dei test, perché i pazienti sintomatici che arrivano alla valutazione diagnostica... Inutili in tal senso sono stati, con ogni evidenza, i richiami che l'Iss ha ripetutamente inserito per settimane nel proprio Bollettino di sorveglianza integrata Covid-19, sottolineando in grassetto "l'importanza dell'uso appropriato degli...

    – di M.T. Island

    Coronavirus, tre Regioni chiedono zona arancione in tutta Italia

    Tra le ipotesi emerse nell'incontro di domenica tra Conte e i capidelegazione della maggioranza, anche quella, avanzata da Iss e Cts, di far entrare direttamente in zona rossa le regioni con un'incidenza di 250 contagi settimanali ogni 100mila abitanti.

    Quante persone sono state vaccinate nel mondo?

    Israele il 6 gennaio ha già vaccinato il 17% della popolazione che rappresenta il più alto tasso di immunizzazione al mondo. E' quanto risulta dai dati del portale Our World in Data, frutto di una collaborazione con l'Università di Oxford e che misura il numero di persone che hanno ricevuto una prima dose del vaccino Covid. Nello specifico, Israele registra un tasso di 17,14 dosi per 100 abitanti, seguito da Emirati Arabi (8,35) Bahrein (3,49) e Stati Uniti (1,46). L'Italia con oltre 320 mila ...

    – Infodata

    Perché non ci sono dati scientifici per decidere se tenere chiuse o aperte le scuole?

    Nella vita, lo sappiamo, una scelta può rivelarsi giusta, alla fine, anche se mossa da motivi poi rivelatasi sbagliati. Succede. La riapertura delle scuole è un esempio di questa complessità: tenerle chiuse potrebbe rivelarsi la scelta più giusta, permettendoci di contenere i contagi in questa fase delicata. Ma il punto è che non c'è al momento un motivo davvero "scientifico" per optare per l'una o l'altra scelta, perché non ci sono studi definitivi sull'impatto della scuola sull'andamento dei c...

    – Infodata

1-10 di 959 risultati