Aziende

Isagro

Isagro Spa è un operatore italiano attivo a livello mondiale nella ricerca, sviluppo e distribuzione di agro farmaci. Le vendite di Isagro Spa sono condotte in joint-venture paritetica con Sumitomo Chemical e coprono circa il 12% del mercato italiano. A livello mondiale invece il gruppo è attivo in 60 Paesi (direttamente in Argentina, Brasile, Colombia, India, Italia, Spagna e Stati Uniti, mentre negli altri Stati è presente tramite partner locali). Nel complesso Isagro Spa conta un organico di 600 persone, svolge l’attività produttiva in 5 siti, di cui 4 in Italia (Adria, Aprilia, Bussi sul Tirino e Novara ), uno in India (Mumbai, stato del Gujarat).

Isagro è presente nel 2003 sul Mercato Azionario di Borsa Italiana e dal 2004 ammessi al segmento STAR. Isagro Spa è stata fondata nel 1992 come Srl, per gestire il ramo d'azienda di Enichem Agricoltura, società nata dalla fusione delle divisioni agrochimiche di Montedison ed Enichem. L’anno successivo Giorgio Basile ha assunto la guida della società che è poi diventata una Spa, avviando l’attività di ricerca e fondando Isagro Ricerca Srl insieme al socio giapponese Arysta LifeScience Corporation (19%), alla partecipata americana Arvesta Corporation (5%) e alla Phyteurop Sa (15%). Nel 1998, Rohm & Haas ha acquisito il 50% di Isagro Italia Spa, dando vita a Isagro BioFarming Srl, per i prodotti dell'agricoltura biologica. Dal 2004 la società ha inaugurato le filiali distribuite in tutto il mondo, che oggi costituiscono il suo assetto societario.


Ultimo aggiornamento 23 gennaio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Sanità | Azienda | Isagro Italia Spa | Enichem | Montedison | Borsa Italiana | Giorgio Basile | Brasile | Rohm & Haas | Società per Azioni | Isagro Ricerca Srl | India | Arvesta Corporation | Agricoltura | Phyteurop Sa |

Ultime notizie su Isagro

    Tra Opa e delisting, è fuggi fuggi da piazza Affari

    Cerved, al centro dell'Opa lanciata da Ion Capital, rischia di essere solo l'ultimo caso di addio al mercato principale di Borsa Italiana. Che però nel 2020 si è consolata con 22 matricole, per lo più sull'Aim

    – di Antonella Olivieri

    Venti di recessione spaventano le Borse. Milano -1,3% con spread sopra 250

    Le Borse europee, che si sono tenute a galla per ampia parte della seduta, hanno chiuso in calo, con gli investitori che hanno ceduto all'apprensione per le prospettive dell'economia nell'area euro. Torna a calare il prezzo del petrolio. A Milano deboli gli energetici, la peggiore è stata Cnh Industrial dopo i conti, corrono Amplifon e Pirelli

    – di Stefania Arcudi e Andrea Fontana

    Aim ai raggi X: Arterra Bioscience, il ritorno della cosmesi sul listino

    Azienda napoletana che nei primi 9 mesi del 2019 ha conseguito un valore della produzione di oltre 2,5 milioni, il 39,3% in più rispetto allo stesso periodo del 2018; in particolare il 65% era rappresentato dal fatturato cosmetica, a fronte del 62% al 30 settembre 2018.Arterra, Vitalab, Intercos e Crb hanno siglato a tale proposito un contratto di ricerca e sviluppo a inizio 2014, recentemente rinnovato fino al 31 dicembre 2023. Sta diversificando ora nella nutraceutica

    – di Valeria Novellini

    Isagro si allea in Brasile a difesa della soia

    Isagro, società milanese di ricerca e sviluppo di farmaci per l'agricoltura quotata in Borsa Italiana sul segmento Star e attiva anche nell'emissione di azioni sviluppo, ha stretto un accordo commerciale con Arysta LifeScience (consociata di Platform Specialty Products) per combattere una delle

    Europa recupera, ma Milano resta indietro zavorrata dalle banche

    Chiusura in rialzo per le Borse europee (segui qui l'andamento dei principali indici), che oggi hanno tentato il recupero dopo la debolezza delle ultime sedute. Milano è rimasta indietro rispetto agli altri listini, risentendo della debolezza delle banche, affossate dai timori per le operazioni di

    – di Eleonora Micheli

1-10 di 26 risultati